Un grande puzzle colorato!

C'è un incantevole continente aldilà dell'Oceano Atlantico, un enorme puzzle colorato fatto di Paesi ricchi di storia e di paesaggi che spaziano da calde e umide foreste a gelidi picchi innevati. Dall'immaginaria linea dell'equatore, procedendo verso sud, si sviluppa quella vasta e multicolore porzione di mondo che è l'America latina. Non vi è alcun dubbio: la storia, la cultura e la ricca biodiversità del continente sudamericano e dei singoli paesi che lo compongono, sanno sempre fare breccia nel cuore di ogni viaggiatore! C'è n'è per tutti i gusti! L'Ecuador è il più piccolo paese degli aspri altipiani andini. Con le sue innumerevoli culture indigene, l'architettura coloniale, chiari e lunari paesaggi vulcanici e una verde foresta pluviale, comprende entro i propri confini più attrattive di molti paesi ben più estesi.  Osservando una carta della regione, l'Ecuador appare simile a un teschio ghignante che guarda le sue terre 'd'oltremare' sperdute tra le onde del Pacifico: le Isole Galàpagos. Appartenenti all'Ecuador dal 1832, le remote isole sono considerate uno dei più preziosi tesori della storia naturale: la singolare varietà della flora e della fauna locali non ha infatti eguali al mondo. Procedendo verso sud, si raggiunge il Perù, le cui Ande sono di certo le più belle del continente. Qui vivono milioni di indigeni che parlano ancora le antiche lingue quechua e aymarà e hanno mantenuto intatte le tradizioni dei loro antenati. Tra gli aspetti più caratteristici spiccano senz'altro i policromi abiti in lana di lama e alpaca, animali simbolo del paese. Il verdeggiante bacino amazzonico occupa metà del paese ed è una delle più importanti zone al mondo per biodiversità, mentre i deserti costieri, con le loro enormi dune ondulate e le oasi di terra coltivata, sanno sempre imprimere un ricordo indelebile. La lunga lingua di costa pacifica che dal Perù prosegue fino alla punta estrema del continente, è il Cile: “un bizzarro esempio di pazza geografia”, come scrisse il cileno Benjamín Subercaseaux. La sua scarsa larghezza è compensata dall'elevazione del territorio, che dal livello del mare sale rapidamente fino a raggiungere i 6000 m della Cordigliera Andina, dove i vulcani dalle bianche cime innevate si affacciano sui multicolori canyon scavati dai fiumi. Il Norte Grande (Grande Nord), fa da contrappunto alla Patagonia nevosa e battuta dalle tempeste, mentre la levigata linea costiera ha regalato al paese spiagge e baie ideali per la pesca ed i bagni nel blu profondo del Pacifico! Dal Cile, guardando ad oriente aldilà delle Ande, ci si imbatte nell'Argentina, il paese “europeo” dell'America Latina. La peculiarità della sua popolazione infatti, composta pressoché interamente da immigrati europei, sta nell'aver conservato quasi del tutto i tratti salienti della cultura del vecchio continente. Dall'estremo nord, al confine della Bolivia, fino alla Tierra del Fuego, l'Argentina esibisce una varietà di paesaggi unica al mondo. Dagli altopiani desertici del nord-ovest e del Cuyo, dove vulcani più o meno quiescenti sfumano con le pendici nelle acque cristalline di lagune colorate di rosa dalle piume dei fenicotteri, con valli, canyon e montagne dagli incredibili colori, fino alle regione dei laghi, dei boschi, dei ghiacciai della Patagonia. Probabilmente il più affermato tra le mete del Sud America, il Brasile quasi non necessità di alcuna presentazione. Da centinaia di anni questo gigante rappresenta la via di fuga in un paradiso tropicale di primordiale bellezza che riesce a infiammare l'immaginazione dei viaggiatori come nessun altro paese sudamericano. Dalla folle passione per il coloratissimo Carnevale all'immensità della verde Amazzonia, il Brasile è una terra dove tutto assume proporzioni mitiche. Tutto ciò di cui avete bisogno per partire è curiosità, amore per i paesaggi e interesse per la storia. Sono in preparazione i nostri itinerari con destinazione Argentina, Cile e Brasile.

I commenti sono chiusi