Uzbekistan, sulla via della seta fino al deserto del Kyzyl Kum

DURATA: 8 giorni / 7 notti
Settembre 2023 - Novembre 2024

TIPOLOGIA: tour di gruppo con partenze garantite, min. 2 / max. 8 partecipanti

CODICE ITINERARIO: 29036

UZBEKISTAN, SULLA VIA DELLA SETA FINO AL DESERTO DEL KYZYL KUM

Un itinerario che alla visita delle città iconiche sulla via della seta, aggiunge un "fuori pista" nelle terre desertiche fino alle rive del Lago Aydarkul. Adatto ad un viaggiatore curioso e pronto ad adattarsi, propone l'esperiena singolare di trascorrere la notte in una yurta, tipica tenda delle popolazioni nomadi delle steppe.

Programma del tour:

  • 1° giorno: Tashkent - Samarcanda (in treno, 2 ore circa)
    Arrivo all'aeroporto internazionale di Tashkent di primo mattino e trasferimento in hotel a Tashkent. Camere immediatamente a disposizione e tempo per riposare. In tarda mattinata incontro con la guida locale in lingua italiana che accompagna per l'intera durata del tour. Tashkent che significa "Fortezza di Pietra" è la capitale del Paese. Adagiata in una vasta pianura ai piedi dei monti Chatkal, è una città tranquilla, pulita e ordinata con i suoi viali alberati, le grandi piazze e i numerosi giardini. Conserva la struttura e l'imprinting datole in epoca sovietica con le sue suggestioni architettoniche e i monumenti. Visita panoramica della città vecchia con la Madrassa Barkhan nella piazza Khast Imam che rappresenta, con le sue moschee, il cuore religioso della città, il Bazar Chorsu animata e colorata immersione nel quotidiano locale, la Moschea del Venerdì e il Museo Moye Muborak custode dei manoscritti arabi e del corano più antico del VII secolo. In tempo utile trasferimento alla stazione ferroviaria e partenza con treno veloce in carrozze di 2a classe per Samarcanda. Le carrozze ed i posti sono confortevoli e pulitissimi ed il tragitto molto piacevole e rilassante. Arrivo alla stazione di Samarcanda e trasferimento in hotel, sistemazione nelle camere e pernottamento.
  • 2° giorno: Samarcanda
    Prima colazione in hotel, pranzo e cena in ristorante locale.
    Giornata intensa di visita di questa città leggendaria che ha rappresentato, per cultura e commercio, uno snodo fondamentale sulla Via della Seta. Fondata nel V secolo a.C., sottomessa dai persiani, conquistata da Alessandro Magno, depredata da Gengis Kahn e resa immortale da Tamerlano, Samarcanda è così potente e splendida da essere immortale. Patrimonio Unesco dal 2001, la Piazza Registan è di una bellezza lineare, una geometria celeste e imponente e poi la Madrasa di Ulughbek, la Madrasa Sherdor, la Madrasa Tillya-Kori), il mausoleo Guri Emir (la tomba di Tamerlano), il complesso architettonico Shakhi-Zinda e l'Osservatorio di Ulughbek, per proseguire con il Museo Afrosiab, la Moschea Bibi-Khanum, il bazar Siab e la necropoli Shahi-Zinda, il "re vivente" (XI-XV sec), il più sacro dei mausolei, complesso costruito intorno alla tomba di Qusam Ibn Abbas, uno dei cugini di maometto che si dice abbia portato l'islam in questa regione nel VII secolo. Pernottamento.
  • 3° giorno:  Samarcanda - Lago Aydarkul - Campo yurte nel deserto Kyzyl Kum (250km, 4 ore circa)
    Prima colazione in hotel, pranzo e cena in ristorante locale.
    Partenza in direzione del Lago Aydarkul, tra le regioni di Navoi e Djizakh, per raggiungere un'oasi tra le montagne ed il deserto. Si costeggia il lato deserto del lago fino alle sue rive dove si può pescare e nuotare. Si prosegue addentrandosi nel deserto fino al campo di yurte, tipiche della vita nomade di queste aree. All'arrivo sistemazione nella tenda e tempo a disposizione per un giro in cammello e una introduzione alla fauna e flora locale. Le tende sono doppie, singole o triple, senza servizi. Bagni e docce, in discreto stato, sono esterne e a disposizione di tutti gli ospiti. Cena intorno al fuoco allietata da canti tradizionali dal vivo del kazako "Akin".  Pernottamento.
  • 4° giorno: Lago Aydarkul - Bukhara (300km, 6 ore circa)
    Prima colazione al campo, pranzo e cena in ristorante locale.
    Partenza per Bukhara con soste lungo il percorso. Nel pomeriggio arrivo a sistemazione in albergo. La città, detta la nobile, fu nei secoli IX e X, capitale dell'impero samanide ed il principale centro commerciale della Via della Seta. Il suo mercato è ancora oggi una delle attrattive cittadine, permeato da un'atmosfera sospesa nel tempo e caratterizzato dal tipico ritmo lento e pacato di tradizione asiatica. La città fu centro culturale grazie alla passione dei sovrani persiani per le arti, la bellezza e la scienza. Passeggiare nel cuore della città tra le case dei mercanti, le piazze impreziosite da giardini e fontane e gli antichi negozi che propongono colorati cappelli e giacche, gioielli etnici e i famosi tappeti di seta. Pernottamento.
  • 5° giorno: Bukhara
    Prima colazione in hotel, pranzo e cena in ristorante locale.
    Giornata dedicata alla visita della città sacra sulla Via della Seta. Bukhara è Patrimonio Unesco dal 1993, a piedi si visitano il Mausoleo Chashma Ayub, dove l'acqua del suo pozzo è considerata sacra e salutare, il Mausoleo di Ismail Samani, la Moschea Bolo-Hau - risalente al 1712 e luogo di preghiera dell’emiro di Bukhara- e la Cittadella Ark, una grande fortificazione situata nella parte nord-occidentale della città. Nel pomeriggio visita del Complesso Kalyan con l'omonima Moschea, alla Madrasa Mir-i-Arab, risalente al XVI secolo ed alle Madrase di Ulughbek, risalente al 1417 e considerata la più antica dell’Asia centrale e Abdul Aziz Khan. Proseguimento verso i bazar coperti Toki Telpak Furushon e Toki Safaron, la Moschea Mogaki Attori e il complesso architettonico Lyab-i Hauz, creato fra il XVI e il XVII secolo, e Chor Minor. La cittadina è vivace e piacevole, accolti dall'ospitalità degli abitanti, qui si gioca al "nardi" diffusa variante locale del backgammon e qui si trova un khanaka, antico rifugio per Sufi itineranti, motivo per approfondire l'argomento. Spettacolo folcloristico nella Madrassa di Nadir DIvan Begi. Pernottamento.
  • 6° giorno: Bukhara - Khiva (460km, 6 ore circa)
    Prima colazione in hotel, pranzo e cena in ristorante locale.
    Partenza per Khiva, la meglio conservata e la più remota delle città della Via della Seta. Il percorso è lungo ma alcune soste e i racconti della guida accompagneranno il susseguirsi di un paesaggio stepposo, esteso a sud est del Lago d’Aral e fra i fiumi Amudar´ja e Syrdar´ja su un'arteria importante per il Paese. Arrivo nel tardo pomeriggio a Khiva e sistemazione in hotel. Chi lo desidera può godere di una passeggiata nel centro storico e percorrere il camminamento sopra le mura da dove fotografare il singolare skyline della città che si staglia sul tramonto. Sistemazione in hotel. Pernottamento.
  • 7° giorno: Khiva
    Prima colazione e cena in hotel. Pranzo in un ristorante locale.
    Khiva è un dono per il visitatore e custodisce silenziosa ed immutabile testimonianze del suo antico splendore. La città è un museo a cielo aperto così ben conservato da essere patrimonio Unesco dal 1990. Il suo centro storico Ichan Kala (XII-XIX sec.), il Minareto Kalta Minor, la Fortezza Kunya Ark, decorata con piastrelle dai motivi floreali di colore blu e bianche, la Madrasa Muhammad Rahimkhan, la Madrasa e il Minareto Islam-Khodja, alto poco più di 45 metri. Si visitano anche il Palazzo Tosh-Hovli "casa di pietra", il Mausoleo di Pahlavan Mahmud, risalente al 1362 ed alla Moschea Juma o "Moschea del Venerdì" costituita da 218 colonne di legno che sorreggono il tetto e le cui basi sono intagliate con scritte cufiche risalenti al X-XI secolo. Pernottamento.
  • 8° giorno: Khiva - Urgench (30 km, circa un'ora)
    Prima colazione in hotel.
    In tempo utile trasferimento all'aeroporto di Urgench in tempo utile per il volo di rientro in Italia.

Sistemazione alberghiera (o similare)
Tashkent: Simma hotel
Bukhara: Grand Boutique hotel
Khiva: Grand Vizyr hotel
Samarcanda: Shahdil
Yurta Camping "Sputnik Navoi"

Post-it

  • Per entrare in Uzbekistan è necessario il passaporto, con almeno tre mesi di validità residua.
  • Ricordiamo che la classificazione ufficiale delle strutture alberghiere in Uzbekistan viene assegnata dagli organi competenti locali e non sempre corrisponde alla qualità degli standard ufficiali internazionali.
  • Il tour dovrà essere saldato 40gg prima della partenza, insieme alla prenotazione si necessità della copia dei passaporti dei partecipanti.
  • In assenza di camere negli hotel previsti, verranno proposte altre strutture della stessa categoria.
  • Sono consigliati i voli della Turkish con scalo a Istanbul: TK-370 tratta Istanbul-Tashkent e TK-263 tratta Urgench-Istanbul con partenza alle 08:20.

Viaggio di 8 giorni / 7 notti - minimo 2 massimo 8 partecipanti - solo servizi a terra

Data Partenza Quota per persona in camera doppia
31/05/24 1350
03/06/24 - 07/06/24 - 14/06/24 - 21/06/24 - 28/06/24 - 05/07/24 - 08/07/24 - 12/07/24 - 15/07/24 - 22/07/24 1290
05/08/24 - 12/08/24 - 16/08/24 - 23/08/24 - 09/09/24 1390
13/09/24 - 20/09/24 - 23/09/24 - 27/09/24 1350
04/10/24 - 07/10/24 - 18/10/24 1390

FACOLTATIVE, per più ampie coperture, consigliamo Globy Rosso plus e Globy Verde all-inclusive con annullamento, quotazione su richiesta.

Supplemento singola: 390€

LE PARTENZE INCLUSE TRA IL 3 GIUGNO E IL 22 LUGLIO SONO IN PROMOZIONE MA IL MASSIMO DEI PARTECIPANTI POTRA' ESSERE DI 25 E NON DI 8.

La quota comprende

  • I trasferimenti da/per gli aeroporti e in tour con mezzo riservato ed aria condizionata
  • I pernottamenti negli hotel indicati o similari
  • Pensione completa con pranzi e cene in ristorante locale
  • 1/2 litro di acqua per persona al giorno
  • Early check in il giorno di arrivo, per avere la camera a disposizione sin da subito
  • Guida in lingua italiana per tutta la durata del viaggio
  • Gli ingressi e le attività come da programma
  • Biglietto del treno veloce da Tashkent a Samarcanda in posti 2a classe
  • Polizza collettiva base, spese mediche Global Assistance (limite di copertura €50.000)
  • Kit da viaggio incluso libro guida

I commenti sono chiusi

Restiamo in contatto!Completa il form e riceverai, una volta al mese, le nostre proposte di viaggio.