Giordania da non perdere

Un popolo orgoglioso e laborioso, legati alle loro tradizioni ma fortemente protesi verso la modernizzazione. Le nuove generazioni hanno reso il paese più aperto e tollerante spingendo la Giordania verso un ruolo di mediatore nell'area. Da qui Mosè vide la Terra Promessa e oggi si vedono le luci di Gerusalemme, meno di 40 km in linea d'aria anche se la storia divide le due sponde del Giordano con una frattura non solo geografica. Non ci sono particolari ostacoli per quanti desiderino passare la frontiera tra Giordania e Israele. Si entra in Giordania con il visto di Israele sul passaporto. La “distensione” è una ricchezza e una opportunità di viaggio tra i Paesi confinanti per comporre itinerari poliedrici. Petra è l'icona del Paese ed il 2012 ricorre il bicentenario della sua scoperta portandola alla ribalta dei siti archeologici più importanti al mondo. Il Paese ha anche una consapevolezza "ecologica" e sono famose le sue riserve come il Wadi Rum e Dana, gestite dalle popolazioni autoctone. Sono numerosi gli itinerari proposti culturali e di relax sul Mar Morto e sul Mar Rosso ma per gli appassionati del fai da te è possibile noleggiare un auto e spostarsi senza alcun problema. E' una delle ultime proposte inserite nel sito che garantisce assistenza e tranquillità di base, lasciando inalterata l'avventura personale, la gestione del tempo e della scelta. Se proviamo a tendere meglio l'orecchio, sarà facile sentireil richiamo della Giordania!

I commenti sono chiusi