Uzbekistan Classico

DURATA:

TIPOLOGIA: tour di gruppo con partenza garantita, minimo

CODICE ITINERARIO: 21918

TOUR CLASSICO DELL'UZBEKISTAN

Nascosta al nostro mondo, una terra miraggio come l'Uzbekistan dai confini sperduti, al centro di tutto, lontana da ogni luogo. Raggiunta dai persiani, dai greci, dagli arabi, dai turchi, dai mongoli, dai russi, una regione vista da molti, dimenticata da troppi. Eppure qui giace la tomba del grande Tamerlano, il conquistatore dell'Asia Centrale, capostipite della dinastia Timuride e flagello del Khanato dell'Orda d'oro. 

PROGRAMMA del tour dell'Uzbekistan

  • 1° giorno, Milano / Roma - Tashkent:
    Partenza con volo di linea notturno da Milano / Roma per Tashkent. Pasti e pernottamento a bordo.
  • 2° giorno, Tashkent - Samarcanda:
    Colazione in hotel. Pranzo in ristorante locale. Cena in treno con dinner-box.
    Arrivo all'Aeroporto Internazionale di Tashkent previsto in base ai voli (HY-256 alle 04:25 / HY-258 alle 04:15); qui ci sarà l'incontro con la guida e, a seguire, il trasferimento in centro città con Sistemazione in hotel (con tanto di check-in anticipato immediato).
    Presso l'hotel saranno forniti la colazione e del tempo libero a disposizione per riposare dopo il viaggio. Il check-out dall'hotel è previsto entro le 12:00.
    L'etimologia di Tashkent significa "fortezza di pietra" e deriva dal turco; è una città moderna che con i suoi due milioni e mezzo di abitanti è la più grande dell’Asia Centrale, situata in una vasta pianura ai piedi dei monti Chatkal e lungo il fiume Circik. Tashkent è una capitale tranquilla e ariosa, la quale, al di là del dominio sovietico, il quale ne ha caratterizzato aspetto e struttura, conserva ancora piazze, giardini e viali alberati oltre i quali si stagliano ancora monumenti e opere architettoniche altamente suggestive. E' previsto un tour panoramico della città vecchia, nella quale si possono trovare il complesso di Hazrati Imam, che con la madrasa Barak khan, ovvero la scuola islamica di studi superiori, il mausoleo Kaffal Shoshi e le sue moschee rappresenta il cuore religioso della città, e il famoso e tradizionale Bazar Chorsu. Anche la "città nuova" è arricchita di preziosi monumenti e luoghi di grande bellezza e rilevanza storica; tra i principali vi sono la Piazza dell’Indipendenza, il Teatro Alisher Navoi e la statua equestre di Tamerlano.
    Nel pomeriggio è previsto il trasferimento alla stazione ferroviaria di Tashkent con partenza per Samarcanda con il treno veloce, 18:45-20:53 (in base alla disponibilità).
    All'arrivo, sistemazione e pernottamento in hotel.
  • 3° giorno, Samarcanda:
    Colazione in hotel. Pranzo e cena in ristorante locale.
    Samarcanda - Marakanda per i greci di Alessandro Magno, il quale la conquistò nel 329 - è la città più antica e conosciuta dell’Asia Centrale, fu fondata tra il VII e il V secolo a. C. nei pressi di un’oasi nella valle del fiume Zeravshan, fu sede della satrapia della Sogdiana nell'impero persiano e rappresentò un fiorente centro di commerci lungo la Via della Seta sin dall’antichità.
    Le visite previste iniziano con il Mausoleo di Gur-e Amir, il quale ospita la tomba di Tamerlano e quelle dei suoi familiari, il Registan, ovvero il sito che rappresentava il cuore medievale della città di Samarcanda, con le sue imponenti madrase azzurre, la Moschea di Bibi Khanum, alta fino a 40 metri, e il colorato e brulicante bazar Siab, il più grande di tutta la città. Il mausoleo di Gur e-Amir, dedicato da Tamerlano al pronipote, occupa un posto fondamentale nella storia dell’architettura islamica in quanto edificio precursore e modello per le successive grandi tombe dell’architettura Moghul in india, tra cui anche il noto Taj Mahal di Agra.
    Dopo il pranzo, è prevista la visita della necropoli di Shah-i-Zinda, un monumento funebre che di grandissimo valore per l'Uzbekistan e per l'Islam, dove si crede sia sepolto il cugino del Profeta Maometto, Kusan Ibn Abbas. Dopo di che, si prosegue per la visita all'Osservatorio di Ulug beg, nipote di Tamerlano e divenuto celebre per la sua fama di astronomo più che come regnante.
  • 4° giorno, Samarcanda - Bukhara:
    Colazione in hotel. Pranzo e cena in ristorante locale.
    Al mattino è prevista la  partenza per Bukhara con il bus (260 km), all'arrivo è previso il pranzo. A seguire, trasferimento in hotel e sistemazione (dalle 14:00).
    Nel pomeriggio si terrà al visita della città: si inizierà con una passeggiata nel centro storico per un  primo approccio con questa splendida "città museo", sopravvissuta nei secoli. La città di Bukhara, una vera e propria oasi nel mezzo del deserto del Kizylkum, fu nei secoli IX e X la capitale dell’impero samanide e il principale centro commerciale della Via della Seta. Il suo mercato è ancora oggi una delle principali attrattive cittadine, con la sua atmosfera sospesa nel tempo e la tradizionale calma asiatica che ne governa le attività quotidiane. Ma Bukhara fu anche una città sacra, un “pilastro dell’Islam”, grazie ai complessi di Khoja Gaukushan e di Lyab-i Hauz e alle numerose moschee e madrase che si trovano in città. Al contempo, rappresentò anche un centro aristocratico di cultura elevata grazie all’amore dei sovrani persiani per le arti, la bellezza e la scienza, nonché capitale dell'omonimo khanato feudale del XVI secolo.
    Il breve tour pomeridiano a piedi lungo il bazar coperto, che ricorda gli antichi negozi e le case dei mercanti di stoffe, cappelli e gioielli, passa per le strade strette della città vecchia.
  • 5° giorno, Bukhara:
    Colazione in hotel. Pranzo in casa di una famiglia uzbeca. Cena in ristorante locale.
    In mattinata, è prevista una visita all'Ark di Bukhara, l’antica fortezza entro la quale era contenuta anche la città regia medievale, del prezioso mausoleo di Ismail Samani, costruito nel 905, uno dei monumenti più raffinati del paese, luogo di riposo del fondatore della dinastia Samanide, l'ultima stirpe persiana a regnare in Asia Centrale. Accanto ad esso si trova il Chashma Ayub, il luogo sacro in cui è conservata l’acqua della “sorgente di Giobbe”, la quale si ritiene abbia sovrannaturali proprietà curative. Dopo di che, è prevista una sosta ai Quattro Minareti (Chor Minor), uno dei simboli della città, costruito come una copia in miniatura dal disegno di Taj-Mahal.
    nel pomeriggio, si terrà una visita panoramica della città: il complesso di Poi-Kalon, con il suo bellissimo minareto, intatto da 880 anni, il Magoki- Attori, un ex monastero buddista trasformato in moschea e il quale introduce al complesso di Lyab-i-Hauz, una bellissima piazza, la quale si sviluppa attorno al grande howz, un tipico stagno centrale tra i pochi sopravvissuti a Bukhara, e che rappresenta il cuore e il centro catalizzatore della città. Qui ogni giorno la popolazione si incontra, discute e gioca al “nardi”, una diffusissima variante locale del backgammon.
    Accanto alla piazza, si distinguono la Madrasa Kukeldash, che fu un tempo la più importante del paese, e la Madrasa di Nidar Divanbegi, accanto alla quale si trova anche un khanaka, antico rifugio per Sufi itineranti.
  • 6° giorno, Bukhara - Khiva:
    Colazione in hotel. Pranzo e cena in ristorante locale.
    Partenza per Khiva con il bus (460 km).
    Il percorso attraversa il deserto rosso sabbioso del Kyzyl Kum, nella regione di Khorezm, lungo la via che si snoda ai margini del grande letto del fiume Amu Darya. Proprio questo era l’antico fiume Oxus descritto da Erodoto e incontrato da Alessandro Magno: non sempre le sue acque sono visibili in questo tratto di percorso, spesso segnato da un grande alveo in secca, il quale regala ugualmente un paesaggio dall'insolita bellezza. La durata del viaggio è di sette ore circa (soste comprese).
    All'arrivo è prevista la sistemazione in hotel, con del tempo libero a disposizione per riposare nel pomeriggio prima della cena.
    Per ragioni organizzative e in base alla disponibilità, il trasferimento potrebbe essere proposto in treno da Bukhara a Khiva.
  • 7° giorno, Khiva:
    Colazione in hotel. Pranzo in ristorante locale. Cena in ristorante locale o in hotel.
    Inizio delle visite di Khiva: essa rappresente la più intatta e remota città della Via della Seta in Asia Centrale e ospita il complesso di Ichan Kala, antica fortezza decorata con molti minareti circondati da cupole e edifici che ne testimoniano la ricca tradizione architettonica orientale. Vi si trovano anche la Madrasa di Mohammed Amin Khan, risalente alla seconda metà del 1800 e considerata una delle più grandi scuole coraniche dell'Asia Centrale, capace di ospitare fino a 250 studenti, la bellissima Moschea Juma (del Venerdì), con le sue 218 colonne di legno, e il Bazar. Nel pomeriggio è prevista la visita della Fortezza Vecchia, la “Kuhna Ark”, in cui il sultano aveva il proprio harem, le prigioni, le stalle, l’arsenale e la moschea detta "dell'estate".
    Tra gli altri monumenti d’interesse vi sono il Mausoleo di Pakhlavan Mahmud, poeta, filosofo e lottatore leggendario, nonché patrono della città, il quale rappresenta uno dei luoghi più belli della città per via del suo cortile e delle sue colorate piastrelle di ceramica. Vi sono poi la bellissima Madrasa Islam Kohja, costruita nel 1908, e il palazzo Tosh-Hovli (casa di pietra), impreziosito da sfarzose decorazioni interne in ceramica, pietra e legno intagliati, residenza costruita dal governatore di Khiva Alla Kuli Khan tra il 1832 e il 1841 come alternativa alla Kunya Ark.
  • 8° giorno, Khiva - Urgench - Milano / Roma:
    Colazione in hotel.
    Prima della partenza rimane del tempo libero a disposizione per un'ultima visita personale della città.
    Alle 11:30 è previsto il trasferimento in aeroporto di Urgench (30 km) e rientro in Italia con volo di linea per Milano Malpensa / Roma (HY-255 alle 14:35 / HY-257 alle 14:40).

Sistemazioni selezionate (o similari) 
Tashkent, International Hotel 5*
Samarcanda, Alexander Hotel 4*
Bukhara, Rangrez Hotel 3*
Khiva, Erkin Palace 4*

Post it

  • E' necessario il passaporto con validità residua di almeno tre mesi alla data di ingresso nel Paese. I cittadini italiani non necessitano di visto d'ingresso per una permanenza inferiore a 30 giorni.
  • Ricordiamo che la classificazione ufficiale delle strutture alberghiere viene assegnata dagli organi competenti locali e non sempre corrisponde alla qualità degli standard ufficiali internazionali.
  • Il pacchetto è previsto in coincidenza con i voli diretti da Milano Malpensa ogni venerdì e da Roma ogni martedì della compagnia aerea Uzbekistan Airways. I voli in partenza dall'Italia sono notturni ma all'arrivo le camere saranno immediatamente a disposizione per qualche ora di riposo.
  • I voli diretti da Roma avranno la frequenza settimanale dal 19 aprile al 31 maggio e dal 9 agosto al 25 ottobre 2022.
  • Il volo settimanale da Milano, ogni venerdì, sarà operato dal 15 aprile al 3 giugno e dal 5 agosto al 28 ottobre 2022.
  • Il tour è proposto anche su base individuale con partenze giornaliere in combinazione con diverse compagnie aeree.

VOLI UZBEKISTAN AIRWAYS DA MILANO OGNI VENERDì

Volo Tratta Orario Partenza Orario Arrivo
HY256 MILANO MALPENSA / TASHKENT 19:15 04:25*giorno dopo
HY255 URGENCH / MILANO MALPENSA 14:35 17:45

VOLI UZBEKISTAN AIRWAYS DA ROMA OGNI MARTEDì

Volo Tratta Orario Partenza Orario Arrivo
HY258 ROMA FIUMICINO / TASHKENT 19:15 04:15*giorno dopo
HY257 URGENCH / ROMA FIUMICINIO 14:40 17:45

Viaggio di 8 giorni / 7 notti - minimo 4 partecipanti

Partenze Quota per persona in camera doppia Supplemento Singola
dal 01/04/22 al 30/11/22 1150 175

Riduzione con minimo 6 partecipanti: €120
Supplemento con minimo 3 partecipanti: €110
Supplemento con minimo 2 partecipanti: €190

La quota comprende

  • I trasferimenti all'arrivo e in partenza verso gli aeroporti e gli hotel, in tour e con mezzo riservato ed aria condizionata:
    Sedan 4 posti, per 2 partecipanti
    Minivan 12 posti, da 3 a  8 partecipanti
    Midibus 33 posti, da 9 a massimo 21 partecipanti
  • I pernottamenti negli hotel indicati o similari, con trattamento di pensione completa
  • 1 litro di acqua per persona al giorno
  • Early check-in il giorno di arrivo, per avere la camera a disposizione sin da subito
  • Guida ufficiale in lingua italiana per tutta la durata del viaggio
  • Gli ingressi e le attività previste come da programma
  • Biglietto del treno veloce da Tashkent a Samarcanda in posti di 2a classe
  • Assicurazione medica Allianz Globy Rosso plus
  • Kit da viaggio, incluso libro guida ed. Polaris

I commenti sono chiusi

Restiamo in contatto!Completa il form e riceverai, una volta al mese, le nostre proposte di viaggio.