Sardegna sorprendente

DURATA: 7 giorni / 6 notti

TIPOLOGIA: tour di gruppo, minimo 15 partecipanti

CODICE ITINERARIO: 20889

PROSSIME PARTENZE
♣ 5 settembre

1° giorno: VENEZIA / CAGLIARI
Pranzo libero. Cena in hotel.
Arrivo a Cagliari in tarda mattinata e visita panoramica con passeggiata nella città. Sistemazione in hotel in tempo utile per la cena. Pernottamento.

2° giorno: CAGLIARI – SU GULLEI – SOS CARROS – SU GOLOGONE – CAGLIARI
Prima colazione e cena in hotel. Pranzo in ovile.
Incontro con la guida che seguirà il gruppo durante l’intero tour e partenza per Su Gologone. All'arrivo le guide ambientali specializzate ci conducono, a bordo di fuoristrada, lungo una strada a fondo naturale che costeggia il Rio Cedrino e l’Altipiano Vulcanico di Su Gullei. Dopo circa 10 Km di sterrato immersi nella tipica macchia mediterranea si arriva nel cuore della Valle di Lanaitto. Lasciati i 4x4 una breve passeggiata porta fino al Villaggio Preistorico di Sos Carros: al centro, scolpita sulla roccia, si trova una Fonte sacra del 1000 a.C. dotata di teste d’ariete con bocche che versavano a caduta l’acqua su un bacile di pietra usato per le abluzioni rituali. A breve distanza si trova l’apertura della Grotta sa Oche, così chiamata per il forte rumore delle acque sotterranee che scorrono nei pressi della stessa. Terminata la visita, si raggiunge un ovile sul Monte Corrasi per un pranzo a base di salumi locali, maialetto arrosto, ricotta e il dolce del pastore. Riprese le jeep si rientra per poter ammirare la risorgiva carsica di Su Gologone che alimenta con la sua portata il fiume Cedrino. Continuazione del viaggio con sosta alla magnifica Cattedrale di Santa Giusta, realizzata con materiali di spoglio provenienti dalla città romana di Tharros e di altri siti limitrofi. Rientro a Cagliari per la cena e il pernottamento.

3° giorno: CAGLIARI – IGLESIAS – NEBIDA - CAGLIARI
Prima colazione e cena in hotel. Pranzo in ristorante.
Partenza per Iglesias e, all’arrivo, visita della città. Considerato uno dei borghi più belli della Sardegna, Iglesias ci stupirà con le sue strade medievali pisane, le mura, le innumerevoli chiese dall’architettura gotica. Si visita la Chiesa di San Francesco con il celebre retablo della Madonna del Parto di Antioco Mainas e la Cattedrale di Santa Chiara, edificata per volontà di Ugolino della Gherardesca tra il 1284 e il 1288. Scorci deliziosi ci mostrano inoltre anche l’architettura della rinascita di Iglesias avvenuta tra la fine dell’800 e l’inizio del ‘900. Proseguimento per Nebida dal cui belvedere si può ammirare il vasto Golfo di Gonnesa , l’Isola di San Pietro, il Pan di Zucchero e la monumentale Laveria Lamarmora, usata per la lavorazione di minerali provenienti dal territorio. Pranzo lungo il percorso. Pomeriggio dedicato alla visita della Grande Miniera di Serbariu, nata per lo sfruttamento delle risorse carbonifere del Sulcis. Partendo dalla Lampisteria, il locale dove venivano distribuite le lampade a carburo, si scende in una delle gallerie per ricostruire la storia dei minatori che lavorarono in questo sito minerario anche attraverso le tecniche di scavo e i macchinari usati. Un’esperienza immersiva e coivolgente. Al termine delle visite rientro a Cagliari.

4° giorno: CAGLIARI – NORA – SALINE CONTI VECCHI – CAGLIARI
Prima colazione e cena in hotel. Pranzo libero.
Partenza per Nora. A poco più di mezz’ora da Cagliari, costeggiando la Laguna di S. Gilla abitata da centinaia di fenicotteri rosa, sorge uno dei siti archeologici più importanti della Sardegna. Mercato stagionale fenicio, fu abitata dai cartaginesi fino a diventare un importantissimo centro romano. Oggi, dopo quasi tre millenni, le sue monumentali terme, il teatro romano, i suoi splendidi mosaici ci parlano ancora di questa incantevole città antica, lambita e in parte sommersa dal mare. Una passeggiata nel centro storico ci permette di scoprire piccoli negozi di artigianato locale. Pranzo libero. Nel pomeriggio partenza per le Saline Conti Vecchi. Queste ampie e importanti saline, le seconde più produttive d’Italia, vennero realizzate subito dopo la prima guerra mondiale e sono ancora oggi in produzione. Grazie al FAI, alcuni anni fa è stata recuperata parte degli edifici storici che ora sono visitabili: all’interno con un moderno sistema multimediale si può ricostruire la storia della produzione del sale prima di iniziare la visita in trenino tra le vasche salanti e l’oasi naturalistica popolata di fenicotteri, garze e aironi. Rientro a Cagliari per la cena e il pernottamento.

5° giorno: CAGLIARI – BARUMINI – LA GIARA – TULLI - CAGLIARI
Prima colazione e cena in hotel. Pranzo campestre.
Partenza per Barumini per la visita del Nuraghe su Nuraxi (sito Unesco), il più imponente tra i trenta siti nuragici baruminesi, nonchè la più importante eredità che la civiltà “delle torri” ci ha lasciato. Su Nuraxi è stato realizzato con tecnica megalitica nel XIV secolo a.C. ed è a tutt'oggi l’unico con un imponente villaggio intorno al corpo centrale. Dall’alto della sua torre principale domina un vasto territorio agricolo, protetto alle spalle dall'altopiano della Giara, seconda tappa dopo l’incontro con la guida ambientale che ci accompagna in un trekking per l’avvistamento degli ultimi cavallini selvaggi d’Europa. Si possono osservare testimonianze archeologiche del periodo neolitico, nuragico, romano, capanne di pastori utilizzate sino a pochi anni fa e una natura rigogliosa e ricca di specie endemiche spesso rare. Sosta per uno smurzu (pranzo campestre sardo a base di pecorino semi stagionato, caprino semi stagionato, salsiccia stagionata , olive sarde con degustazione di olio extravergine d'oliva, pane civraxi, pane carasau, miele, vino e mirto). Proseguimento per Tuili dove si visita la Parrocchiale con l'incantevole retablo del Maestro di Castelsardo. Al termine rientro a Cagliari.

6° giorno: CAGLIARI – ISOLA DI SAN PIETRO – SANT’ANTIOCO – CAGLIARI
Prima colazione e cena in hotel. Pranzo in ristorante.
Partenza per Portovesme e imbarco sul traghetto per l'isola di San Pietro. Dopo 40 minuti di navigazione sbarco a Carloforte, città fondata nel 1738 da una comunità di liguri provenienti dall'isola di Tabarka, un borgo di antiche tradizioni e con strette stradine interne. Breve visita del centro storico,con sosta alla Chiesa della Madonna dello Schiavo, e proseguimento per raggiungere gli angoli più incantevoli dell’isola: Cala Fico, una sorta di fiordo dai colori cangianti di mare e rocce, e Capo Sandalo, oasi naturalistica dove sosta il falco di Eleonora durante le sue migrazioni. Pranzo tipico in ristorante per degustare i piatti della cucina tabarkina, tutti a base di pesce poiché nell'isola è ancora praticata la pesca del tonno rosso che caratterizza la gastronomia locale. Nel pomeriggio sosta a Sant'Antioco per breve passeggiata sul lungomare. Rientro a Cagliari per la cena e il pernottamento.

7° giorno: CAGLIARI / VENEZIA
Prima colazione in hotel. Pranzo libero.
Mattinata dedicata alla visita della bellissima e poco conosciuta città di Cagliari: dopo la panoramica fino alla spiaggia del Poetto, ci si ferma sulla terrazza di Monte Urpinu per vedere dall’alto il Golfo degli Angeli. Si prosegue per la visita alla Basilica di Nostra Signora di Bonaria, patrona della Sardegna, per arrivare infine al Quartiere di Castello. Tra torri pisane e la Piazza Palazzo, si scoprono le antiche vie che collegavano le mura passando per la Cattedrale di Santa Maria. Ultima visita dedicata al Palazzo Regio della città. Nel pomeriggio trasferimento all'aeroporto in tempo utile per il volo di rientro a Venezia.

Post it

Siamo in attesa degli operativi e dei costi dei voli. L'offerta sarà aggiornata appena in possesso della programmazione definitiva.

La quota comprende

  • Voli di linea da/su Venezia in classe economica, incluse tasse aeroportuali
  • Sistemazione in hotel di categoria 4* a Cagliari con trattamento di mezza pensione
  • Visite e ingressi indicati in programma con accompagnatore e guide locali durante tutto il tour
  • Escursione con guide ambientali specializzate e fuoristrada per la visita del Villaggio Preistorico di Sos Carros
  • Trekking con guida ambientale specializzata nell’altopiano della Giara
  • Colazione tipica sul Monte Corrasi; Pranzo in tipica locanda a Gonnesa, Pranzo campestre (smurzu) nell’altopiano della Giara, tabarkino a Carloforte
  • Bevande ai pasti ( ¼ vino e ½ minerale)
  • Traghetto Portovesme – Carloforte e rientro
  • Auricolari per le giornate di visite
  • Assicurazione medico/bagaglio Intermundial Multiassistenza Basic inclusa protezione Covid 19 (termini e condizioni nella sezione contatti)
  • Kit da viaggio

I commenti sono chiusi

Restiamo in contatto!Completa il form e riceverai, una volta al mese, le nostre proposte di viaggio.