Perle di Birmania

DURATA: 8 giorni / 7 notti partenze ogni domenica

TIPOLOGIA: tour di gruppo partenze a date fisse minimo 2 massimo 25 partecipanti, guida in lingua italiana. Possibile estensione Roccia d'Oro

SPECIALE SINGLE: possibilità di non pagare supplemento singola condividendo la stanza con un altro partecipante

CODICE ITINERARIO:16368

1° giorno, domenica: Yangon
Arrivo all'aeroporto internazionale di Yangon e incontro con il personale parlante italiano; trasferimento (solo con autista in inglese) in hotel, camere a disposizione dalle ore 14:00. L’ex capitale Yangon, conosciuta anche con il nome di Rangoon, è la città più grande del Myanmar e continua ad essere il più importante centro commerciale del paese. Il passato coloniale e il patrimonio religioso fanno della città uno dei luoghi più affascinanti del sudest asiatico. Nel pomeriggio appuntamento con la guida per la visita alla Pagoda Kyaukhtatgyi, per ammirare una statua di Buddha sdraiato della lunghezza di 72 metri; si tratta di una delle piú grandi riproduzione di Buddha in tutto il paese. Nessun viaggio in Myanmar può essere considerato completo senza la visita della leggendaria Pagoda Shwedagon: il miglior momento per visitarla é sicuramente il tardo pomeriggio, quando gli ultimi raggi del sole toccano la stupa dorata donandole un aspetto semplicemente meraviglioso. Rientro in hotel. Pernottamento.

2° giorno, lunedì: Yangon/Bagan
Prima colazione in hotel, pranzo in ristorante locale e cena libera.
In tempo utile, trasferimento all'aeroporto e imbarco per Bagan. Verso la metà del XI secolo, sotto il re Anawrahta (1044-1077), Bagan divenne un grande regno iniziando la sua età dell'oro, dove la cultura Mon e soprattutto la sua forma di Buddhismo Theravada esercitarono un'influenza dominante. Il re divenne un convinto sostenitore delle idee e delle pratiche Theravada, dando il via ad un programma di grandi costruzioni a sostegno della nuova religione. Dal regno di Anawrahta fino alla conquista da parte delle forze di Kublai Khan nel 1287, la zona è stata il centro vibrante di una frenetica architettura religiosa. Nella piana di Bagan ci sono oltre 2.200 monumenti, e un numero uguale di rovine rese tali da da terremoti, inondazioni ed invasioni. Visita del tempio di Ananda e del tempio Manuha. Nel tardo pomeriggio giro in carrozza tra i templi, passando per Thatbyinnyu -il tempio più alto-, l'imponente Tempio Dhammayangyi -notevole per la sua architettura-, e naturalmente il Tempio Htilominlo. Rientro in hotel. Pernottamento.

3° giorno, martedì: Bagan
Prima colazione in hotel, pranzo in ristorante locale e cena libera.
La giornata inizia con la visita del colorato mercato a Nyaung-oo, molto animato nelle ore mattutine, per proseguire con la splendida Shwezigon pagoda, il cui stupa a forma di campana è diventato il prototipo per tutte le altre pagode in Birmania. Seguirà la visita di altre pagode e templi tra i più importanti e scenografici di Bagan, e alla fabbrica della lacca -tipica lavorazione degli artigiani locali-. Nel pomeriggio visita del villaggio di Minnanthu, dove si trovano templi dagli importanti affreschi ancora visibili e fuori dai normali circuiti turistici, in un ambiente rurale di grande autenticità. Al tramonto, a bordo di un'imbarcazione in legno, potrete godere di un magnifico panormama sul fiume Irrawaddy sorseggiando un cocktail accompagnato da snack locali, e ammirando i riflessi del sole. Questa escursione in barca costituisce un’alternativa alle visite dei templi e offrirá una prospettiva diversa sulla città.
Facoltativo da Ottobre a Marzo all'alba: giro in mongolfiera (40-50 minuti circa) per sorvolare la distesa di Bagan. Osservare il sole sorgere dal fiume Irrawaddy e gli stupa dispiegarsi a perdita d’occhio attraverso l’immensa piana è un'emozione senza paragoni.

4° giorno, mercoledì: Bagan-Mandalay (240 KM – 5hrs)
Prima colazione in hotel, pranzo in ristorante locale e cena libera.
La strada che collega Bagan a Mandalay offre una vista panoramica incredibile; si segue la riva est del fiume Irrawaddy per poi lasciare la strada principale ed adentrarsi nella campagna. Il tragitto è un susseguirsi di campi di miglio, sesamo, cotone, mais, riso e molti altri legumi. Una sosta a Myingyan sarà occasione per assaggiare i thè locali, per poi continuare verso il villaggio Shwe Pyi Tha; passeggiare per le strade di questo villaggio di contadini ed incontrare i locali sarà occasione per venire a contatto con l'autenticità della vita quotidiana. Si prosegue con la visita dell'affascinante Amarapura, l'antica capitale, il monastero Mahagandayon -dove si assiste alla lunga processione e al silenzioso pasto comunitario di circa mille monaci-, il ponte U Bein -il più lungo ponte in tek al mondo costruito nel 1728 quando Amarapura era il centro della vita reale-. Sistemazione in hotel. Pernottamento.

5° giorno, giovedì: Mandalay con escursione alla Città Reale di Mingun
Prima colazione in hotel, pranzo in ristorante locale e cena libera.
Mandalay è oggi la seconda città del Paese con una popolazione che si aggira intorno al milione di abitanti. Visita della città con i laboratori degli artigiani di marionette e degli arazzi, e il monastero Shwenandaw. Con i suoi splendidi intarsi di legno è un meraviglioso esempio di arte tradizionale birmana, unico superstite degli edifici del Palazzo Reale andati completamente distrutti durante la seconda guerra mondiale. Proseguimento con la visita di Kuthodaw Paya, risultato di un grande sinodo di 2400 monaci chiamati da re Mindon nel 1857 per stabilire il canone definitivo del testo più antico dei 15 libri sacri che tramandavano gli insegnamenti del Buddha, che venne scolpito in lingua pali su 729 lastre di marmo. Proseguimento per la collina di Mandalay per godere di una vista panoramica sulla città. Nel pomeriggio escursione con tipiche imbarcazioni locali a Mingun, l'antica città reale. Lungo le rive del fiume si osservano panorami e scene della vita fluviale. Visita della zona archeologica di Mingun che include l’immensa pagoda incompiuta, la campana più grande del mondo -dal peso di 90 tonnellate-, e la pagoda Myatheindan, costruita con particolari spire bianche simboleggianti monti mitologici. Rientro in hotel. Pernottamento.

6° giorno, venerdì: Mandalay/Heho - Lago Inle
Prima colazione in hotel, pranzo in ristorante locale e cena libera.
In tempo utile, trasferimento per l'aeroporto e imbarco sul volo per Heho. Situato nello stato Shan ai confini con la Thailandia, è anche detto la “Svizzera birmana” per i bei paesaggi montani. Arrivo e proseguimento per il lago Inle attraverso un percorso panoramico di circa 1 ora. All’arrivo è previsto l’imbarco su una motolancia per il tour del lago Inle, uno specchio d’acqua poco profondo che misura una ventina di chilometri in lunghezza e una decina nel suo punto più largo. Il lago è limpido e di particolare suggestione per la serenità che qui si respira, creata dalla mitezza dei locali e dalla bellezza dei panorami. Ci si trova al cospetto di un mondo a sè, con una popolazione unica; i circa 80.000 abitanti di etnia Intha (letteralmente "Figli dell’acqua") che vivono qui conducono una vita semplice e dal lago traggono le risorse per vivere. Si potranno osservare i pescatori che remano con una sola gamba e pescano con una speciale nassa conica, e i giardini galleggianti costruiti con fango e giacinti d’acqua e ancorati al fondo con pali di bambù. Visita del monastero Nga Pha Kyaung, un tempo famoso per i gatti che venivano addestrati dai monaci; proseguimento per i villaggi degli Intha costruiti sull'acqua e della grande pagoda Phaung Daw U, la più importante dello Stato degli Shan. Sistemazione in hotel. Pernottamento.

7° giorno, sabato: Lago Inle - Inthein
Prima colazione in hotel, pranzo presso un'abitazione tradizionale e cena libera.
Visita del mercato locale, speciale nella sua semplicità: è aperto tutti i giorni, tranne durante il periodo della luna nuova e durante i giorni di luna piena; cambia meta ogni giorno, spostandosi di villaggio in villaggio, ed è frequentato sia dagli abitanti del lago sia dalle differenti minoranze etniche dei villaggi circostanti e delle regioni montagnose da dove provengono i prodotti. Si prosegue con la visita alla casa di una famiglia Intha, dove sarà possibile vivere un’esperienza intima ed indimenticabile. Gli Intha, minoranza etnica della regione di Inle, vivono su palafitte e curano incredibili giardini galleggianti sul lago (coltivazioni su matasse di humus costituito da erbe differenti, giacinto e terra, fissati al fondo del lago con bastoni di bamboo). La famiglia preparerá piatti tradizionali solo per voi, svelandovi i trucchi della cucina tradizionale del lago. Nel pomeriggio escursione in motolance per la visita delle splendide colline di Inthein, lungo un braccio secondario del lago. Qui si trovano più di mille pagode risalenti al XIII secolo, che circondano un antico monastero. Ritorno al pontile attraversando una foresta di alti bambù e proseguimento per i villaggi della parte centrale del lago, tra cui il villaggio di Impawkho dove decine di donne lavorano ai telai; ci sarà modo di osservare da vicino anche le famose coltivazioni di frutta e verdura galleggianti. Rientro in hotel. Pernottamento.

8° giorno, domenica: Lago Inle - Heho/Yangon
Prima colazione in hotel, pranzo e cena liberi.
A seconda dell’orario del volo per Yangon, potrete recarvi autonomamente al Bogyoke market, per passeggiare tra le bancarelle e approfittare per gli ultimi acquisti (il mercato è chiuso tutti i lunedì e nei giorni festivi). Trasferimento in aeroporto in tempo utile per il volo di rientro in Italia.
Facoltativo: mezza giornata di visita Yangon
Se l'operativo aereo dovesse prevedere una lunga sosta in città, è possibile prendere parte ad un'escursione per la visita di Yangon. Si inizia con una passeggiata in Mahanbandola Street, dove si trova la Chiesa Imanuel Battista costruita nel 1830; si prosegue camminando attraverso piccole strade piene di mercati e bancarelle di alimenti, attraversando la via Pasodan -famosa per la vendita di libri usati e fotocopiati-, e si avrà modo di ammirare gli edifici della Corte Suprema, dell’Inland Water Transport e la sede della Myanmar Port Authority, prima di arrivare sulla Strand Road con la Dogana e il Palazzo di Giustizia con il suo imponente colonnato. Si torna al nord della città passando per la verdissima Bank Street, dove in Sule Pagoda Road sarà possibile farsi predirre il futura da una delle numerose cartomanti che lavorano al fresco degli alberi. Imperdibile la sosta fotografica a Pagoda Sule, simbolo del centro città costruito più di 2.000 anni fa. Si prosegue in direzione Mahabandoola Garden, attraversando il quartiere cinese e quello indiano. In Shwe Bontha Street sono imperdibili i negozi d'oro, e la Sinagoga Moseh Yeshua sulla 26 strada merita la visita.

 

ESTENSIONE FACOLTATIVA ROCCIA D'ORO (non effettuabile da maggio a settembre)
8° giorno, domenica: Lago Inle - Heho/Yangon - Kyaikhtiyo - Roccia d'oro (190 km-5 ore)
Prima colazione in hotel, pranzo in ristorante locale, cena libera.
Trasferimento in aeroporto in tempo utile per il volo su Yangon. All’arrivo partenza per il campo base di Kinpun (circa 5 ore) vicino alla Roccia d’oro, uno dei luoghi religiosi più sacri del Myanmar. Rinomata per la sua posizione instabile, la Roccia d’oro è un enorme masso interamente ricoperto di foglie d'oro che da 2500 anni si mantiene inspiegabilmente in bilico su di un dirupo. Arrivati ai piedi della montagna a Kin Pun si cambia mezzo di trasporto: a bordo di un camion scoperto locale si sale fino alla cima della montagna. Dopo circa 40’-45’ si raggiunge Kyaikhtiyo, da dove si prosegue a piedi fino alla Roccia d’oro. Questo ultimo tratto può essere effettuato solo a piedi (percorso in salita di circa 500 metri). Una volta raggiunta la cima, sarete ripagati e accolti dalla vista straordinaria della Roccia d’oro, che si dice essere in equilibrio su di una ciocca dei capelli di Buddha qui custodita. Fedeli buddisti e monaci provenienti da tutto il Sud-est asiatico vengono qui in pellegrinaggio, per pregare e meditare anche tutta la notte. Sistemazione in hotel a Kyaikhtiyo. Pernottamento.

9° giorno, lunedì: Roccia d'Oro - Bago - Yangon (194 km - 5 ore)
Prima colazione in hotel, pranzo in ristornate locale e cena libera.
Alle prime luci del mattino ci sarà di nuovo l'opportunità di visitare la Roccia d’oro, per godere dell’atmosfera carica di magia e venerazione della roccia immersa nel colore purpureo delle luci dell’alba. Tempo per esplorare altri stupa e santuari disseminati sulla cima del monte Kyaikhtiyo. Rientro al campo base di Kin Pun su camion locale e rientro a Yangon. Sosta a Bago, dove dopo pranzo sarà possibile visitare alcuni tra i simboli della cittadina: la pagoda di Kyaikpun con i quattro Buddha, la Shwe ThaLyaung Pagoda e la statua di 55 metri di lunghezza del Buddha, una delle immagini più straordinarie di tutto il paese. Si prosegue poi alla scoperta della pagoda di Shwemawdaw, con la sua altissima guglia. Sulla strada di ritorno a Yangon sosta al "Parco della Guerra degli Alleati" vicino a Taukkyan, ultima dimora di oltre 27.000 soldati alleati. Trasferimento all'aeroporto in tempo utile per il volo di rientro in Italia. (*Da considerare partenza internazionale la sera a partire dalle 6 PM. In caso contrario, è suggeribile una notte extra a Yangon.)

DA SAPERE PRIMA DI VISITARE LA ‘GOLDEN ROCK’

  • Cosa portare:
    Scarpe adatte a percorrere sentieri ripidi
    Maglioncino, giacca leggera e/o una sciarpa: la sera le temperature sono basse
    Uno zaino: lasciate la valigia a Yangon e portate con voi solo il necessario
  • Nel caso l'operativo voli preveda di spostarsi direttamente dall’aeroporto di Yangon a Golden Rock, sarebbe consigliabile lasciare i bagagli all’interno dell’auto/bus privato al campo base di Kimpun.
  • Se decidete di portare comunque le vostre valigie, potete ingaggiare dei facchini in loco. Il prezzo varia a seconda della posizione del vostro hotel e si paga direttamente in loco.
  • Il camion che porta fino alla cima del monte Kyaikhtiyo è un mezzo locale affollato e scomodo.

Sistemazione alberghiera cat. Standard:
Yangon, Green Hill Hotel, camera Deluxe
Bagan, Bawgatheiddi Hotel, camera Superior
Mandalay, The Home Hotel, camera Deluxe
Inle Lake, Amata Garden Hotel, camera Deluxe vista mare o vista montagna
Roccia d'Oro facoltativo, Golden Top Hotel, camera Deluxe

Sistemazione alberghiera cat. Superior:
Yangon, Rose Garden Hotel, camera Superior
Bagan, Amata Garden Resort, Camera Amata Deluxe
Mandalay, Eastern Palace Hotel, camere Deluxe
Lago Inle, Amata Garden Resort, camere Royal Deluxe
Roccia d'Oro facoltativo, Golden Top Hotel, camera Deluxe

Post it

  • È necessario il passaporto con validità residua di almeno 6 mesi dalla data del viaggio in Myanmar. Il visto d'ingresso è a cura dell'organizzazione alla quale vanno inviate le scansioni del passaporto e di una foto tessera in jpg 3,5 cm x 4,5 cm. Il costo è di € 50,00 che sarà addebitato come supplemento alla quota del viaggio.
  • Le mance sono una consuetudine e sono richiesti 5€ al giorno per persona per guida e autista.
  • Questo tour fa parte del progetto ‘GO GREEN’: riduciamo drasticamente l’utilizzo delle bottiglie di plastica, durante il tour i mezzi di trasporto saranno dotati di refill stations per l'acqua, e ogni viaggiatore di una bottiglia in alluminio riutilizzabile.
  • I viaggiatori single che sceglieranno questo tour avranno la possibilità di risparmiare sul "supplemento singola" scegliendo di essere abbinati in camera doppia con altri partecipanti singoli; nel caso tal cosa non fosse possibile, il supplemento in ogni caso non verrà addebitato. I viaggiatori singoli che gradissero una stanza privata, potranno garantirla pagando l'apposito supplemento.

VIAGGIO DI 8 GIORNI/ 7 NOTTI - MINIMO 2 PARTECIPANTI - SOLO SERVIZI A TERRA

Data Partenza Quota per persona in camera doppia in cat. Standard Quota per persona in camera doppia in cat. Superior
23/02/20 - 01/03/20 - 15/03/20 - 29/03/20 - 19/04/20 1125 1185
10/05/20 - 14/06/20 - 05/07/20 - 19/07/20 970 1120
02/08/20 1020 1170
16/08/20 - 30/08/20 1040 1190
13/09/20 1060 1190
04/10/20 1060 1215
18/10/20 1060 1215 PHAUNG DAW OO FESTIVAL
08/11/20 - 22/11/20 1135 1195
06/12/20 1095 1160
20/12/20 - 27/12/20 1170 1240

Supplemento Singola cat. Standard: €350
Supplemento Singola cat. Superior: € 490
Riduzione terzo letto adulto o bambino su richiesta

Volo in mongolfiera, per persona:
classic, massimo 16 per mongolfiera: € 345
deluxe, massimo 8 per mongolfiera: € 450

Mezza giornata visita di Yangon, per persona: € 60

ESTENSIONE FACOLTATIVA ROCCIA D'ORO:
in cat. Standard e Superior, per persona: € 420

La quota comprende

  • I voli interni tratta Yangon/Bagan, Mandalay/Heho e Heho/Yangon
  • I trasferimenti da/per gli aeroporti e in tour
  • I pernottamenti negli hotel indicati o similari, con trattamento come da programma
  • Le visite con auto o pullman con aria condizionata
  • Guide locali parlanti italiano
  • Gli ingressi ai siti archeologici
  • 1 bottiglia di alluminio per persona durante i giorni di viaggio, e refill station
  • Polizza assicurativa medico bagaglio Intermundial Multiassistenza basic (termini di polizza e condizioni nella sezione contatti)
  • Kit da viaggio incluso libro guida

I commenti sono chiusi

Restiamo in contatto!Completa il form e riceverai, una volta al mese, le nostre proposte di viaggio.
Scarica il nostro catalogo 2020

Le nostre migliori proposte impaginate in bellissimo pdf stampabile.

Scarica il catalogo in PDF