Uganda, il regno dei gorilla

La "perla d'Africa": così viene anche chiamata l'Uganda, il paradiso dei gorilla di montagna, specie ormai in via d'estinzione. E' anche patria di molte specie animali come gli uccelli - oltre mille specie registrate, la metà delle specie di uccelli conosciute in tutto il continente africano - gli scimpanzé e circa 95 specie di mammiferi che occupano le aree dei grandi Parchi Nazionali. È ormai riconosciuto che il turismo in Uganda è uno dei motori principali per la crescita economica del Paese e il popolo ugandese comincia a rendersi conto del valore che il proprio patrimonio naturale assume per il resto del mondo, patrimonio che la popolazione vuole proteggere e mantenere. A questo scopo nel 1996 è nata l'Ugandan Wildlife Authority - un organismo gestito da un Consiglio nominato dal ministro responsabile della fauna selvatica - incaricato della conservazione, gestione sostenibile e sviluppo economico di queste risorse, in collaborazione con le comunità circostanti. Al momento gestisce 10 Parchi Nazionali, 12 Riserve e 14 Santuari di fauna selvatica. Visitando i villaggi si può avere un assaggio dell'antica cultura, aiutando allo stesso tempo i progetti di sviluppo delle comunità che garantiscono un salario alle ottime guide del posto e sostengono il lavoro delle donne che confezionano i souvenir tradizionali, il ricavato dei quali va tutto a sostegno di un progetto.

1° giorno: Entebbe - Kampala
Arrivo all'Aeroporto Internazionale di Entebbe e incontro con l'assistente. Trasferimento in hotel, sistemazione nelle camere riservate e pernottamento.

2° giorno: i rinoceronti di Ziwa e il Top of the Falls
Prima colazione e cena al Lodge. Pranzo in ristorante.
Comincia l'immersione in Africa. È lungo le strade principali che in questo continente si svolge la vita: bambini in accese uniformi a formare lunghe colonne per andare a scuola, uomini che spingono biciclette cariche all'inverosimile, donne che preparano meticolosamente le pile di frutta e verdura per allestire i loro variopinti mercatini... Dopo 3 ore si raggiunge il distretto di Nakasongola, da dove cominciano quelle che conosciamo come immagini di Africa povera per poi raggiungere la Riserva di Ziwa con i suoi rinoceronti. Si proverà l'emozione di camminare al fianco di questi animali imponenti in questo pezzo di savana alberata, arrivando a fotografarli da pochi metri. Lasciata poi la Riserva si prosegue per un po' sulla strada principale che porta al confine col Sudan per poi raggiungere la città di Masindi: totalmente immersi nell'Africa dei villaggi si godranno i meravigliosi colori e paesaggi. Dopo pranzo si riprende per fare ingresso nel più grande e forse più bello dei Parchi Nazionali ugandesi: il Murchison Falls. Passando all'interno della foresta di Budongo, ricca di primati e mogani altissimi e di vecchia data, si raggiunge il "Top of the Falls", la sommità delle cascate Murchison, dove il Nilo si restringe fino a quasi soffocarsi in una stretta gola di soli 7 metri prima di compiere un salto di 43 metri che crea un ruggito assordante e una serie di spruzzi e arcobaleni davvero incantevoli. Si prosegue infine a fianco del Nilo per raggiungere il lodge per la cena e il pernottamento.

3° giorno: il settore nord del Murchison Falls
Pensione completa al lodge
Giornata interamente dedicata all'esplorazione del Parco. Dopo una colazione all'alba, un game drive mattutino lentamente e piacevolmente porterà tra le eleganti giraffe, tra le mandrie di bufali e le numerose specie di antilopi, tra gli elefanti e i coloratissimi uccelli che popolano il parco, fino a raggiungere il Delta del Nilo nel Lago Alberto; questo è il settore nord del Murchison Falls, paesaggisticamente il più affascinante e ricco di animali, tra scorci di savana difficili da dimenticare. E' proprio qui che più spesso si incontrano i felini (leoni, leopardi) che cercano di approfittare delle vicinanze delle acque del Nilo (che in questo tratto, per dimensioni, sembra un placido lago) per sferrare agguati alle loro prede. Dopo pranzo escursione in barca: si risale per 23 km il Nilo fin quasi a raggiungere la base delle cascate. Numerosi animali, tra cui ippopotami e tanti coccodrilli (alcuni davvero di dimensioni impressionanti), oltre a elefanti e antilopi, vengono al fiume ad abbeverarsi. Rientro dopo circa 3 ore al lodge per la cena e il pernottamento.

4° giorno: il Regno del Toro
Prima colazione e cena al lodge. Pranzo in ristorante.
Nuova giornata di trasferimenti, ma verso sud. Si passa tra paesaggi stupendi come la Rift Valley albertina, in un punto panoramico rialzato da cui si dominano la sottostante foresta di Bugungu, il Lago Albert e, nelle giornate limpide, le Montagne Blu del vicino Congo. Si prosegue tra verdi campagne coltivate (cotone, tabacco, manioca) e molto abitate fino a raggiungere Hoima per una breve sosta. Si riparte in direzione sud attraversando molti villaggi fino a Kyenjojo, dove ricomincia l'asfalto e si susseguono magnifiche coltivazioni di tè, fino a Fortportal. Si raggiunge il lodge sito nei pressi del Parco Nazionale della Foresta di Kibale, nella pittoresca regione dei laghi craterici. Cena e pernottamento.

5° giorno: gli scimpanzé della Foresta di Kibale
Pensione completa al lodge
Colazione e trasferimento al vicino Parco Nazionale di Kibale per il trekking tra gli scimpanzé: mattinata dedicata alla ricerca degli scimpanzé e altri primati fra cui i guereza, i cercopitechi di Brazza e i mangabeys, e uccelli e farfalle coloratissimi, nonché moltissimi piccoli insetti. La guida fornirà spiegazioni dettagliate non solo sui primati ma su tutta la fauna e la flora presente nella foresta, garantendo così una passeggiata al contempo istruttiva e piacevole. Nel pomeriggio partenza verso il secondo Parco Nazionale per dimensioni, il Queen Elizabeth, dove arriverete (dopo aver costeggiato la mitica catena montuosa delle “Montagne della Luna”, il Rwenzori) in tempo per un game drive alla scoperta degli stupendi scorci di questa tipica savana alberata, sperando di scovare i felini, oltre alle grosse mandrie di elefanti e bufali, i cobi ugandesi e le gru dalla testa coronata (entrambi simboli nazionali ugandesi) tra gli altri. Cena e pernottamento al lodge.

6° giorno: il Parco Nazionale del Queen Elizabeth e il Canale Kazinga
Pensione completa al lodge
Dopo una prima colazione all'alba, partenza per un game drive a quella che è l’ora migliore per avvistare iene, leoni, il raro leopardo, maiali giganti di foresta, ippopotami che rientrano verso i corsi d’acqua. Ritorno al lodge per pranzo e tempo a disposizione per un po' di relax.Nel pomeriggio speciale giro in barca di 2 ore sul canale naturale Kazinga fino all’imbocco del lago Edward dove si possono vedere numerosi animali che vanno ad abbeverarsi sulle rive. La prolifica vita degli uccelli è stupenda e ricca di colori (più di 550 specie). Facoltativo: piccolo game drive serale attorno alla penisola di Mweya nel tentativo di scovare i riservati leopardi e per godere del tramonto in questo posto davvero suggestivo quanto a colori e panorami. Cena e pernottamento.

7° giorno: verso Bwindi
Pensione completa al lodge
Prima colazione e cena al Lodge. Pranzo a pic-nicDopo colazione trasferimento verso il parco Nazionale della Foresta Impenetrabile di Bwindi passando attraverso il settore sud del Queen Elizabeth, Ishasha, famoso per i leoni che si arrampicano sui maestosi fichi in cerca di ombra e riposo. Qui, a seconda del tempo e della condizione delle strade, farete un game drive alla ricerca di questi meravigliosi felini, oltre che dei “piccoli” ma turbolenti elefanti di foresta e delle svariate specie di antilopi. Nel pomeriggio proseguirete fino a raggiungere la non distante Bwindi per la cena e il pernottamento.N.B. Il lodges di questa sera potrebbe cambiare con uno di equivalente valore a seconda della famiglia di gorilla per cui i clienti avranno il permesso.

8° giorno: i Gorilla di montagna
Prima colazione e cena al lodge. Pranzo a pic-nic
Dopo colazione, un breve briefing da parte dei rangers dell'UWA (Uganda Wildlife Authority) e quindi partenza per la foresta impenetrabile... La durate dell'escursione è determinata dagli spostamenti della famiglia di gorilla: può essere talvolta faticoso seguirli, è perciò indispensabile una buona forma fisica; ci saranno a disposizione anche dei portatori (servizio extra, facoltativo, consigliato) per trasportare l'acqua e il pranzo al sacco. All'arrivo al luogo convenuto, ai margini della foresta, si lasciano zaini e portatori e si incontrano i "trackers" che conduranno attraverso angusti sentieri all'incontro con i gorilla. Il brivido provocato dall'incontro con questi gentili primati è una rara, movimentata ed eccitante avventura che lascerà un ricordo indelebile per un'esperienza veramente unica. I gorilla sono letteralmente animali cui manca solo la parola (cosa cui si sopperisce col linguaggio degli occhi); son pertanto animali ai quali è estremamente chiara ogni dinamica, specialmente quella che starà andando in atto: degli ospiti son entrati a casa loro (la foresta); sarà pertanto gradita la delicatezza nell'approccio. Tra i mammiferi che qui si possono incontrare oltre ai gorilla di montagna, la rara scimmia dorata, bufali, elefanti di foresta, bushbacks, leopardi, facoceri giganti di foresta, duikers e altri ancora. Cena e pernottamento al lodge.N.B. Il lodges di questa sera potrebbe cambiare con uno di equivalente valore a seconda della famiglia di gorilla per cui i clienti avranno il permesso.

9° giorno: il Parco Nazionale del Lago Mburo
Prima colazione e cena al lodge. Pranzo al lago
Dopo colazione, trasferimento verso il lago Mburo attraversando dapprima la città di Kabale per poi entrare nella regione dell’Ankole, famosa per le sue mucche dalle corna di lunghezza impressionante e per i suoi paesaggi dolcemente ondulati e verdi. Dopo Mbarara, una delle città più sviluppate e ricche, farete ingresso al Parco Nazionale del Lago Mburo, il più piccolo in Uganda e l’unico a contenere un lago (in realtà ce ne sono ben 5). Pranzo lungo il percorso. Nel pomeriggio giro in barca sul lago Mburo dove avrete modo di vedere da vicino ippopotami, coccodrilli e i moltissimi uccelli d’acqua come le aquile pescatrici e le varie e coloratissime specie di martin pescatori e di aironi. Successivamente game drive serale di rientro verso il Lodge alla ricerca di leopardi, iene, antilopi di varie specie e soprattutto delle eleganti zebre, presenti solamente qui e in Kidepo.

10° giorno: Entebbe
Prima colazione al lodge, pranzo in ristorante, cena in volo
Dopo colazione rientro verso la capitale, con sosta lungo la linea dell'Equatore per gli eventuali ultimi acquisti di souvenirs. All'arrivo a Entebbe si procede all'Aeroporto Internazionale per il volo di rientro in Italia

Possibili estensioni (quotazioni su richiesta)
A) durata: 1 giorno
visita all'isola di Ngamba Santuario degli scimpanzé
rafting sulle acque bianche del Nilo
Lago BunyonyiKibale
B) durata: 3 giorni
Isole Ssese sul Lago Vittoria
Est del Paese: Jinja e Mbale e cascate Sipi sul Parco Nazionale del Monte Elgon
C) durata: 5 giorni
Parco Nazionale del Kidepo
D) durata: da 1 a 7 giorni
trekking sulle Montagne del Rwenzori

Sistemazione proposta in tour o similare
Kampala: Capitol Palace Hotel
Murchison Falls: Paara Safari Lodge
Parco Nazionale Foresta di Kibale: Mountains of the Moon Hotel
Parco Nazionale Queen Elizabeth: Mweya Safari Lodge
Parco Nazionale di Bwindi: Gorilla Mist Camp
Lago Mburo: Rwakobo Rock

 

Post it

  • È richiesta la vaccinazione per la febbre gialla, con presentazione del libretto delle vaccinazioni all'aeroporto
  • L'autorizzazione per il visto d'ingresso si ottiene online a questo link  https://visas.immigration.go.ug/
  • Il visto d’ingresso in Uganda con validità 3 mesi viene poi rilasciato all’aeroporto di Entebbe a chiunque mostri un passaporto valido per oltre sei mesi e senza bisogno di fototessere. Il costo è di 100 USD
  • Le mance sono obbligatorie ed indispensabili, da consegnare all'accompagnatore all'arrivo (consigliamo 5€ al giorno per persona)
  • Facoltativo: portatori durante il trekking ai "Gorilla" 15usd a persona da pagare direttamente. Portano lo zaino pesante con il pranzo al sacco, 2 litri d'acqua, vestiti e macchine fotografiche consentendo di concentrarsi sul percorso.

viaggio 10 giorni / 9 notti - minimo 02 partecipanti - solo servizi a terra

Data partenza Quota per persona in camera doppia Supplemento singola
dal 11/06/17 al 20/07/17 4645 370
dal 21/07/17 al 20/08/17 4720 370
dal 21/08/17 al 31/10/17 4645 370
dal 01/11/17 al 10/12/17 4720 370
dal 11/12/17 al 06/01/18 4870 370
dal 07/01/18 al 20/02/18 4645 370
dal 21/02/18 al 31/03/18 4825 370

Riduzione minimo 4 partecipanti: € 460
Riduzione minimo 6 partecipanti: € 630
 
Supplemento guida di lingua italiana (da dividersi per il numero dei partecipanti con minimo 2 persone) € 1175
Supplemento land cruiser minimo 2 partecipanti € 310
Supplemento land cruiser minimo 4 partecipanti € 155
Supplemento land cruiser lungo, minimo 6 partecipanti € 310

 

La quota comprende

  • Trasferimento da/per l'aeroporto di Entebbe e in tour con automezzo riservato dotato di aria condizionata
  • Sistemazione in camera doppia nei lodge indicati o similari con trattamento di pensione completa dal secondo all'ultimo giorno
  • Guida - autista parlante inglese
  • Diritti d'ingresso ai Parchi ed ai siti visitati, come da programma
  • Assicurazione medico - bagaglio
  • Kit da viaggio

 

I commenti sono chiusi