Islanda, Tra iceberg e fiordi – SPECIALE PARTENZA 22 MARZO

DURATA: 8 giorni / 7 notti

TIPOLOGIA: tour di gruppo a partenza garantita con minimo 2 partecipanti

CODICE ITINERARIO: 15664

1° giorno, domenica 22 marzo: Reykjavík
Atterraggio all'aeroporto di Keflavík e trasferimento all'hotel di Reykjavík con shuttle bus pubblico. Incontro con la guida nella hall dell'hotel e, a seconda dell’orario di arrivo, visita di alcuni dei luoghi più rappresentativi. Tra questi, l’incantevole laghetto Tjörnin e l’Harpa, iconico edificio in vetro sul mare. Non può mancare poi una visita all’imponente Hallgrímskirkja. Reykjavík è anche una città perfetta per passeggiare tra le vie del centro ed infilarsi in uno dei café storici per riscaldarsi con un kaffi o un kókó. Pernottamento.

2° giorno, lunedì 23 marzo: verso Nord
Prima colazione in hotel. Pranzo e cena liberi
Ci si dirige verso nord e, a seconda delle condizioni meteo, si potrà fare una prima tappa nella valle di Reykholt, nell'entroterra rispetto alla Ring Road, piena di serre alimentate da energia geotermica e dove si trovano l'area geotermale di Deildartunguhver e due cascate: la bellissima Hraunfossar che fluisce sulla lava nera, e la vicina Barnafoss. Di ritorno sulla Ring Road, si procede verso nord fino allo spettacolare cratere di Grábrók, proprio in prossimità del villaggio di Bifröst. A seconda delle condizioni meteo e del tempo a disposizione, si potrà decidere di percorrere la penisola di Vatnsnes, famosa per le colonie di foche e per il faraglione a forma di elefante Hvíserkur, convenientemente locato non distante da
una delle colonie.

3° giorno, martedì 24 marzo: Il mondo marziano di Mývatn
Prima colazione in hotel. Pranzo e cena liberi
In mattinata si può visitare Glaumbær, la più iconica fattoria dal tetto in torba, e Víðimýrarkirkja, una graziosa chiesetta nera, anche lei con il tetto in torba, entrambe nella zona di Varmahlíð. Successivamente, si procede fino ad Akureyri, capitale del nord dove si trova un interessante giardino botanico, e Goðafoss, scenografica cascata di forma semicircolare. Il resto della giornata è dedicato ai dintorni del lago Mývatn, uno degli ambienti più vari d’Islanda. Si può iniziare dall’area vulcanica di Krafla per poi spostarsi al marziano campo geotermale di Hverir, virtualmente la porzione terrestre più simile al pianeta rosso. Tra le altre attrazioni, il campo lavico di Dimmuborgir e gli pseudo-crateri di Skútustaðagígar (formazioni geologiche presenti solo qui e su Marte). Nel pomeriggio ci si dirige verso nord.

4° giorno, mercoledì 25 marzo: Le balene di Húsavík e l’est
Prima colazione in hotel. Pranzo e cena liberi
In mattinata, se le condizioni meteo lo permettono, si potrà prendere parte ad una escursione di whale watching da Húsavík, capitale delle balene. Si procede verso est, lungo la terra desolata che porta nei pressi di Egilsstaðir. Si potrà raggiungere Seyðisfjördur, cittadina spettacolarmente situata nell’omonimo fiordo dove si trova una singolare chiesetta azzurra in legno, oppure perlustrare le sponde del lago Lagarfljót.

5° giorno, giovedì 26 marzo: I fiordi orientali fino alla Jökulsárlón
Prima colazione in hotel. Pranzo e cena liberi
Se non si è fatto il giorno precedente, si esplorano le sponde del Lagarfljót, dove la leggenda vuole che viva una sorta di mostro di Loch Ness islandese ed il cui perimetro si può percorrere per intero. Sulla sua sponda occidentale ci si può cimentare in un‘impegnativa escursione fino alla bella e sottovalutata cascata di Hengifoss. Si può anche raggiungere Borgarfjördur Eystri, villaggio incastonato in un fiordo incantevole dove si può visitare la roccia- residenza della regina degli elfi o visitare i bei villaggi di pescatori sui fiordi, tra cui spiccano Faskudsfjordur e Breiðdalsvík. Si raggiunge poi Djúpivogur, dove si visita un particolare museo all’aperto gestito da un simpatico quanto imprevedibile pulitore di ossa di balene di fama mondiale.

6° giorno, venerdì 27 marzo: Il mondo di ghiaccio di Skaftafell e Jökulsárlón
Prima colazione in hotel. Pranzo e cena liberi
In mattinata si giunge per prima cosa alla Jökulsárlón, la laguna dove fluttuano centinaia di iceberg che si staccano dalle lingue di ghiaccio del Vatnajökull, ghiacciaio più grande d’Europa e terza calotta glaciale più grande del mondo, e la vicina spiaggia dei diamanti, dove gli iceberg scintillano sulla sabbia nera. Successivamente si arriva a Skaftafell, parco nazionale che offre eccellenti escursioni, incluso il semplice percorso circolare che conduce all’elegante Svartifoss. Si prosegue lungo la Ring Road in direzione ovest fino a Kirkjubærklaustur, nei cui pressi ci si può recare al bel canyon del Fjaðrárgljúfur (a seconda delle condizioni meteo). Nel pomeriggio, a Vík, si possono vedere i maestosi faraglioni neri che spuntano al largo della spiaggia nera come dita di un gigante, e poi effettuare un paio di deviazioni nei dintorni: la prima alla cupa spiaggia di Reynisfjara, la seconda al promontorio di Dyrhólaey. Si chiude la giornata con la perfetta Skógafoss, situata nel minuscolo villaggio di Skógar.

7° giorno, sabato 28 marzo: Il Golden Circle
Prima colazione in hotel. Pranzo e cena liberi
La prima fermata della giornata è alla splendida cascata Seljalandsfoss, attorno al cui getto è possibile camminare. Ci si concentra, poi, sulle meraviglie del Golden Circle: Gullfoss, la regina delle cascate d’Islanda con il suo doppio salto; l’area geotermale di Geysir, che ha dato il nome a questo fenomeno naturale; il suggestivo e variopinto cratere di Kerið e, infine, il Parco Nazionale di Þingvellir, luogo del primo parlamento, dove si può ammirare una delle fratture tettoniche più impressionanti del paese. Ritorno a Reykjavík e pernottamento.

8° giorno, domenica 29 marzo: Reykjavík
Prima colazione in hotel.
Tempo libero a disposizione. Trasferimento con shuttle bus pubblico all'aeroporto di Keflavík in tempo utile per il volo di rientro in Italia.
In alternativa, se il tempo lo consente, si può andare con lo shuttle bus pubblico alla famosissima Blue Lagoon per rilassarsi alle terme prima di partire (facoltativo, ingresso da pagare in loco) e quindi da lì prendere ancora una volta lo shuttle bus con direzione aeroporto.

Sistemazioni selezionate in tour (o similari) - cat. STANDARD
Reykjavik, Fosshotel Lind hotel
Vatnsnes, Gauksmyri hotel
Myvatn, Vogafjos Farm Resort
Egilsstadir, Lake Hotel
Jokulsarlon, Country Hotel Hali
Skogar, Country Hotel Anna

Post it

  • L’Islanda è un membro associato dell’accordo di Schengen, che esenta i viaggiatori dai controlli personali di frontiera tra i Paesi dell’Unione europea.
  • Grazie alla corrente del Golfo, l’Islanda gode di un clima marittimo temperato; fresco d’estate e abbastanza mite in inverno. Il tempo tuttavia è molto variabile e i viaggiatori devono essere preparati agli imprevisti e portare con sé lana leggera, un maglione o un cardigan, un cappotto (impermeabile) e scarpe da escursione.
  • In alcune date e solo per poche notti è previsto il pernottamento in strutture con camere sprovviste di bagno privato: si tratta di sistemazioni in cottage con bagno condiviso tra 3/4 partecipanti.

Viaggio di 8 giorni / 7 notti - minimo 2 partecipanti

Data Partenza Quota per persona in camera doppia Supplemento Singola Notte extra per persona
22/03/20 1930 510

La quota comprende

  • Trasferimenti collettivi da/per l'aeroporto a destinazione
  • Trasferimenti in tour con mezzi privati (minivan 9 posti 4x4)
  • Sistemazione in strutture 3* / 4* con trattamento di pernottamento e prima colazione
  • Visite e ingressi indicati con guida in lingua italiana per tutta la durata del tour
  • assicurazione medico-bagaglio Intermundial Multiassistenza Plus Basic (leggere attentamente massimali, termini e condizioni)
  • Kit da viaggio

I commenti sono chiusi