Gran Tour Cambogia 2019

DURATA: 10 giorni / 9 notti

TIPOLOGIA: Partenze giornaliere private con guide locali parlanti italiano

CODICE ITINERARIO:12345

1° giorno: Phnom Penh - Arrivo
Arrivo all’aeroporto di Phnom Penh, accoglienza della guida locale e trasferimento in hotel. Nel primo pomeriggio, inizio visita della città: il ricco ed interessante Museo Nazionale dove sono esposti reperti del periodo Angkoriano e pre-Angkoriano, il grande complesso del palazzo reale al cui interno si trovano la sala del trono, in cui ancora oggi il Sovrano concede le sue udienze, e la Pagoda d’Argento (nota anche come tempio del buddha di smeraldo), così soprannominata per via del pavimento interamente realizzato con piastrelle di argento. Si proseguirà per il tempio buddista Wat Phnom, collegato alla fondazione della città di Phnom Penh nel corso del XIV secolo, e il Monastero Wat Ounalom. Rientro in hotel e pernottamento.

2° giorno: Phnom Penh – Ta Keo – Phnom Penh
Prima colazione in albergo, pranzo e cena libere.
Partenza in direzione sud verso le province rurali di Thakmau e Takeo, aree pressoché sconosciute al turismo di massa. Lungo il tragitto sosta al Phnom Chisor, l’antica montagna sacra del “Suryaparvata”, un’alta cupola di roccia che si staglia isolata sulla piatta ed uniforme pianura circostante dove all’inizio dell’XI secolo il grande Re Suryavarman I fece iniziare la costruzione di un tempio dedicato a Shiva e Vishnu, che oltre alle peculiarità artistiche ed architettoniche di primissimo livello, gode di un ottima posizione panoramica sulla vallata sottostante. Il tempio è accessibile attraverso un percorso composto da 419 gradini. Proseguimento verso sud fino al capoluogo di provincia di Ta Keo. Da qui si snoda un’intrecciata rete di canali che arrivano fino al confine con il Vietnam. Navigazione a bordo di piccole imbarcazioni attraverso le risaie fino al sito archeologico di Angkor Borei, probabilmente capitale del primo Regno fondato dai popoli di etnia Khmer nel corso del V e VI secolo. La città al giorno d'oggi è quasi del tutto scomparsa ma si potrà visitare il museo locale ricco di reperti rinvenuti nell’area. Proseguimento in barca verso il confine con il Vietnam per visitare le possenti rovine di un’antica e mastodontica torre Khmer nota con il nome di Phnom Da, ubicata sulla sommità di una piccola collinetta, e le rovine dell’Ashram Maha-Rosei, un antichissimo “Ashram” (luogo di preghiera per gli asceti della religione Induista) di piccole dimensioni, risalente probabilmente al VII secolo. Rientro a Phnom Penh nel tardo pomeriggio. Pernottamento.

3° giorno: Phnom Penh - Kompong Thom - Sambor Prey Kuk - Siem Reap
Prima colazione in albergo, pranzo e cena libere.
Partenza per Siem Reap verso un paesaggio punteggiato da remoti villaggi abitati da contadini, che offre uno spaccato della odierna Cambogia. Si raggiungerà l’ampio sito di Sambor Prei Kuk, l’antichissima città pre-Angkoriana di Ishanapura, comprendente tre complessi monasteriali: il gruppo Sud del Prasat Yeay Poan, il gruppo centrale del Prasat Tor e il gruppo Nord del Prasat Sambor. La visita avverrà camminando lungo un percorso di circa 2 km per ammirare le rovine pre-angkoriane risalenti al VII e VIII secolo. Lungo il tragitto sosta per ammirare i ponti edificati nel XII secolo dal Re Jayavarman VII che collegavano le provincie dell’impero. Proseguimento per Siem Reap. Arrivo, sistezione in hotel e pernottamento.

4° giorno: Siem Reap - Angkor
Prima colazione in albergo, pranzo e cena libere.
Partenza per la visita al sito archeologico di Hariharalaya (situato nei pressi dell’odierna Siem Reap, in un’area prossima alla cittadina di Roluos), la città pre-Angkoriana che fu sede dei Re Khmer del IX secolo. Visita ai Templi di Preah Ko e di Lolei, con torri interamente edificate in mattoni, e al Bakong, un “tempio montagna” la cui ripida piramide a cinque gradoni si erge al centro di un largo canale. Nel pomeriggio escursione in barca sul lago Tonle Sap, il più grande del Sud-Est Asiatico, sulle cui rive si possono ammirare numerosi villaggi di pescatori, appartenenti ad etnie minoritarie di diversa origine, che vivono in pittoresche case di legno galleggianti sul fiume.
Rientro in hotel e pernottamento.

5° giorno: Siem Reap - Angkor
Prima colazione in albergo, pranzo e cena libere.
Prima colazione e giornata dedicata ad ulteriori visite di Angkor con i templi del periodo di Jayavarman VII, il più celebre e decantato dei Re sotto il regno del quale, tra la fine del XII e l’inizio del XIII secolo, l’impero dei Khmer raggiunse la sua massima espansione ed influenza sia politica che culturale. L’era di Jayavarman VII segna anche una fondamentale transizione spirituale dall’Induismo al Buddismo Mahayana a cui vengono dedicati i grandi Monasteri. Tra questi, il Tempio di Ta Prohm (il Grande Rajavihara), dove le possenti radici di alberi secolari
si insinuano tra i massicci blocchi di arenaria dando vita ad uno spettacolare connubio tra arte, storia e natura. Procedendo verso Ovest si incontreranno in rapida successione una serie di costruzioni tra cui le imponenti rovine del “tempio montagna” incompiuto di Ta Keo, quindi due piccoli templi “in piano", di immensa bellezza: il Thommanon ed il Chau Say Tevoda. Si giungerà infine, attraverso il “Victor Gate”, all’Angkor Thom (Grande città), la gigantesca città fortificata al cui interno si trovano il Baphuon, l’antico Palazzo Reale con il Phimeanakas (Tempio Celestiale), e le celebri “Terrazza degli Elefanti” e “Terrazza del Re Lebbroso”, interamente scolpite con splendidi bassorilievi. Al centro si trova invece il tempio del grande Re Jayavarman VII, il celebre “Bayon”, noto al mondo per le innumerevoli torri sulle quali sono scolpiti giganteschi volti in pietra. Uscendo dall’Angkor Thom si attraverserà il “South Gate”, contornato da file di dei e demoni che sorreggono serpenti “Naga”. Nel pomeriggio visita al colossale Monastero del Preah Khan (Nagarajayasri), tempio della “Sacra Spada”, dedicato al padre del Re e difeso da un alto muro di cinta circondato da un ampio canale attraversato da quattro ponti ornati da serpenti “Naga”. Proseguimento verso il templio Neak Pean. Rientro in hotel e pernottamento.

6° giorno: Siem Reap - Angkor
Prima colazione in albergo, pranzo e cena libere.
Partenza di primissimo mattino (variabile a seconda della stagione, ma all’incirca un’ora prima dell’alba) per ammirare l’alba dalla vetta del Phnom Bakheng, la collina naturale di Angkor sulla quale, agli albori del X secolo, Re Yasovarman I fece costruire l’omonimo “tempio montagna” dedicato al Dio Induista Shiva. Il sentiero sterrato dal dolce pendio che porta sulla collina verrà percorso al buio e con illuminazione artificiale. È facilmente percorribile da tutti e permette di coprire i circa 100 mt di dislivello. L’aria fresca del primo mattino e la stupenda panoramica
che da qui si può osservare sull’ambiente rurale circostante creano un’atmosfera piacevolmente ideale per iniziare la giornata, partendo idealmente dal primo e più antico tempio di Angkor.  Ripartenza per le visite: Prima tappa al Prasat Kravan, una delle costruzioni più antiche di Angkor costituita da 5 torri allineate tra loro, prima di giungere nell’area dell’immenso bacino artificiale dell’East Baray (Yasodharatataka), oggi prosciugato, per il quale Re Yasovarman
fece erigere possenti argini alti fino a 7 metri disposti a pianta rettangolare. Al centro del bacino, su una collina artificiale, si trovano le sontuose rovine del tempio East-Mebon (Shivaista Rajendraesvara). Poco più a Sud svetta la maestosa cinquina di torri del tempio di stato del Re Rajendravarman II: il Pre Rup (Rajendrabadresvara), un colossale “tempio-montagna” dalle imperiose proporzioni. Mentre sul lato orientale sorge il tempio induista Banteay Samrè.
A circa 20 km in direzione Nord si trova il tempio Banteay Srei (Tribuvanamahesvara), la “cittadella delle donne”, uno dei capolavori artistici più raffinati e pregiati di arte Khmer, interamente ricoperto di splendidi bassorilievi che identificano il Dio Shiva quale il “Signore dei tre mondi”. Nel pomeriggio, rientro a Siem Reap. Visita al celebre e splendido tempio di Angkor Wat (tempio della città), il complesso religioso più grande al mondo. Rientro in hotel e pernottamento.

7° giorno: Phnom Kulen parco nazionale
Prima colazione in hotel, pranzo al sacco e cena libera. 
Partenza in direzione del monte Kulen, che costituisce uno dei Parchi Nazionali più interessanti del Paese dove si potranno ammirare raffinati bassorilievi scolpiti nel letto dei torrenti. La visita al Phnom Kulen include alcune cascate ed un Tempio Buddista costruito sul dirupo della montagna all’interno del quale è custodita una grande statua del Buddha reclinato. I giri finiranno intorno a mezzogiorno allora vanno giù dalla montagna di Kulen. Pranzo al sacco nel parco nazionale prima della continuazione della visita al tempio di Beng Mealea, uno dei templi Khmer più misteriosi e affascinanti, un colossale esempio di tempio in piano a torre centrale in uno stile difficilmente‚ identificabile. Rientro nel tardo pomeriggio a Siem Rap e pernottamento.

8° giorno: Siem Reap - Angkor - Battambang
Prima colazione in albergo, pranzo e cena libere.
Proseguimento del viaggio verso Battambang situata ad una distanza di 270km circa e raggiungibile in 7-8 ore di auto incluse le visite durante il percorso. Da Siem Reap a Battambang si attraverserà  Sisophon e ci si fermerà alla Fabbrica da seta di Pouk e per scoprire l’intero processo di trasformazione e produzione della seta. Nonostante la Cambogia sia sempre stato un paese produttore di seta, negli ultimi decenni ha incontrato molte difficoltà dovute alle guerre e allo spostamento della popolazione. La maggior parte dei villaggi di seta hanno dovuto interrompere
questo artigianato, ma Pouk è l’unica zona che ha effettuato continuamente la relative conoscenza ed abilità sia nell’allevamento che nella tessitura del baco da seta. Arrivo nel pomeriggio e visita Phnom Bannon Hill dove, dopo 337 scalini (80 metri di altezza), si raggiunge il tempio di Prasat Bannon (XII secolo) con vista mozzafiato sulle pianure circostanti (la salita sulla montagna è consigliata solo a coloro che non hanno problemi di salute). Riento a Siem Reap nel pomeriggio ritardo. Sistemazione in hotel.

9° giorno: Battambang - Phnom Penh
Prima colazione in albergo, pranzo e cena libere.
Partenza di buon mattino in direzione sud-est (7 ore di strada) verso le province rurali di Pursat, Kompong Chhnang, Kompong Speu e Kandal. Tra queste ci si fermerà a Kompong Chhnang per ammirare le caratteristiche ceramiche fatte a mano ed a Kompong Speu per la visita a Oudong, antica capitale dell’ultima dinastia dell’Impero Khmer e luogo usato per l’incoronamento del Re, situata a ridosso delle due catene montuose a circa 40 Km a nord di Phnom Penh. Oudong offre spettacolari vedute della campagna circostante e di innumerevoli alberi di palme da zucchero. Arrivo a Phnom Penh e resto della giornata libero. Pernottamento.

10° giorno: Phnom Penh - partenza
Prima colazione in hotel e pranzo libero.
Mattinata dedicata alle visite della città, soprattutto a Beung Cheung Ek. Questo luogo, durante il regime dei Khmer Rossi, divenne uno dei famigerati campi di sterminio. Questo campo uccisione particolare è il luogo delle esecuzioni brutali di più di 17.000 uomini, donne e bambini, la maggior parte dei quali aveva prima sofferto per interrogatori, torture e privazioni nel carcere S-21 a Phnom Penh. Il Choeung Ek Memorial è ora un gruppo di fosse comuni e di una stupa commemorativa contenente migliaia di teschi umani e ossa. Proseguimento verso Tuol Sleng, liceo adibito a sede della polizia e prigione politica durante il periodo dittatoriale di Pol Pot. Pomeriggio Tempo libero e trasferimento in tempo utile all’aeroporto per la partenza.

Sistemazione alberghiera in tour (o similari)
Phnom Penh, Sun and Moon Hotel
Battambang, Classy Hotel
Siem Reap, Empress Hotel

Post it

  • Documentazione necessaria per l’accesso alla Cambogia: passaporto con validità residua di almeno 6 mesi; visto d’ingresso rilasciato anche in frontiera (sono necessarie due foto tessera 4x6 con sfondo bianco per il rilascio al costo di US$ 35 circa).
  • La polizza contro annullamento viaggio è facoltativa e può essere attivata solo contestualmente all'atto della prenotazione.
  • Eventuali variazioni relative ad operativo voli e/o giorni di chiusura musei / palazzi, potrebbero modificare l'itinerario del programma pur non alterandone il contenuto.

VIAGGIO 10 GIORNI / 9 NOTTI PARTENZE PRIVATE GIORNALIERE MINIMO 2 PARTECIPANTI - SOLO SERVIZI A TERRA

Data Partenza Quota per persona in camera doppia Supplemento Singola
dal 10/01/19 al 31/03/19 € 2070 € 350
dal 01/04/19 al 30/09/19 € 1960 € 310

La quota comprende

  • Tutti i trasferimenti da/per gli aeroporti
  • I pernottamenti negli hotel indicati o similari, con prima colazione
  • Le visite con mezzo adeguato al numero di partecipanti
  • Guide locali parlanti italiano
  • Gli ingressi ai siti archeologici
  • Polizza assicurativa medico bagaglio Filo Diretto con massimale di € 10.000 (termini di polizza e condizioni nella sezione contatti)
  • Kit da viaggio

I commenti sono chiusi