CAPODANNO A TOKYO

DURATA: 8 giorni / 7 notti

TIPOLOGIA: tour di gruppo con partenza garantita con minimo 2 partecipanti

CODICE ITINERARIO: 11996

1° giorno, domenica 30 dicembre: Tokyo
Pranzo e cena liberi
All’arrivo in aeroporto, dopo il controllo passaporti ed il ritiro dei bagagli, trasferimento con mezzi pubblici a Tokyo, la capitale attuale. Ad accogliervi ci sarà un assistente in lingua italiana che sarà a disposizione dall’aeroporto fino in hotel per eventuali informazioni e aiuto nelle operazioni di check-in una volta arrivati a destinazione. (Le camere sono disponibili dalle ore 15:00)

2° giorno, lunedì 31 dicembre: Tokyo
Prima colazione in hotel. Pranzo in ristorante. Cena libera
Intera giornata dedicata alla visita di Tokyo con guida in italiano: si comincia con la visita alla strada commerciale Ueno Ameyoko, nota come «la via dei negozi di caramelle»; visita quindi all’antico e caratteristico quartiere di Asakusa dove sorge il tempio Senso-ji del VII sec., il più antico della città, e al lungo viale Nakamise-dori con i suoi tradizionali negozi di souvenir.
Dopo pranzo passeggiata per Ginza, il quartiere della moda e del lusso per finire alla Piazza del Palazzo Imperiale. Rientro in hotel.
È la notte di Capodanno! Potete decidere di trascorrere la serata al santuario shinto Meiji Jingu, come vuole la tradizione giapponese, oppure potete festeggiare con spumante e fuochi d’artificio nei vivaci quartieri di Shibuya o Shinjuku

3° giorno, martedì 01 gennaio 2019: Tokyo (Nikko)
Prima colazione in hotel. Pranzo e cena liberi
Intera giornata a disposizione per esplorare in autonomia i tanti quartieri della grande città di Tokyo.
Visita guidata opzionale a Nikko: trascorrete il primo giorno dell’anno alla scoperta di Nikko, immersa in un magnifico scenario naturale, dichiarata Patrimonio Mondiale dell’Unesco. Visita al santuario Tosho-gu (XVII sec.), mausoleo del grande Shogun Tokugawa Ieyasu e al Santuario Futarasan, fondato nel 782 e dedicato alle tre montagne sacre di Nikko: i monti Taro, Nyoho e Nantai. Infine escursione alle vicine Cascate di Kegon, una delle mete naturalistiche più belle e conosciute del Giappone.

4° giorno, mercoledì 02 gennaio: Tokyo - Kyoto - Lago Biwa
Prima colazione in hotel. Pranzo libero. Cena in riokan
Incontro con la guida parlante italiano alla lobby dell’hotel e partenza per Kyoto con lo Shinkansen, il famoso «treno proiettile». Arrivati a Kyoto visiterete il tempio Kiyomizu-dera, letteralmente “Tempio dell’acqua pura”, uno dei templi più antichi e conosciuti del Giappone. La sua terrazza in legno, sostenuta da 139 pali giganti di 15 metri di altezza, è a strapiombo su un burrone ed offre un magnifico panorama. Visita nei dintorni Ninenzaka e Sannenzaka. Si termina con l’affascinante quartiere delle geishe di Gion dove, nel tardo pomeriggio, è possibile incrociare la strada con qualche graziosa Maiko a passeggio in kimono. Trasferimento in un ryokan sullo splendido Lago Biwa. Per cena gusterete i piatti tradizionali della cucina giapponese e dormirete sdraiati sui futon.

5° giorno, giovedì 03 gennaio: Biwako - Nara - Kyoto
Prima colazione in stile tradizionale in ryokan. Pranzo in ristorante. Cena libera
Incontro con la guida parlante italiano. Tour di mezza giornata dell’antica città di Nara, che fu capitale del Giappone dal 710 al 794. Visiterete il tempio Todai-ji, che custodisce il Grande Buddha, una delle statue bronzee più grandi del mondo. Dopo pranzo si prosegue con la visita del grande santuario shintoista Kasuga, circondato da circa 10.000 lanterne di pietra. Entrambi gli edifici si trovano nel parco di Nara, dove vivono numerosi daini in semi libertà. Rientro a Kyoto.

6° giorno, venerdì 04 gennaio: Kyoto
Prima colazione in hotel. Pranzo in ristorante. Cena libera
Intera giornata dedicata alla visita di Kyoto, la culla della civiltà e dell’arte giapponese. Visita al Tempio Kinkakuji (“Il Padiglione d’Oro”), il tempio simbolo della città, reso celebre dal romanzo dello scrittore Yukio Mishima. Un meraviglioso giardino si estende davanti a questo padiglione ricoperto con foglie d’oro. Si prosegue con la visita al Tempio Ryoanji e al suo giardino secco con 15 rocce disposte in modo da non essere viste tutte insieme in un solo sguardo. La semplicità e la purezza di questo giardino sono l’emanazione dei principi del Buddismo Zen. Nel pomeriggio visita al Castello di Nijo, simbolo del potere e della ricchezza dello shogunato di Edo. Per finire visita per ammirare gli infiniti portali rossi (torii) del Fushimi Inari Taisha, santuario dedicato ad Inari, divinità del riso e patrono degli affari.

7° giorno, sabato 05 gennaio: Kyoto
Prima colazione in hotel. Pranzo e cena liberi
Intera giornata a disposizione per esplorare in autonomia la meravigliosa città di Kyoto o per comprare souvenir e prodotti tipici.

8° giorno, domenica 06 gennaio: Kyoto
Prima colazione in hotel.
Check-out alle 11:00.
Trasferimento libero in aeroporto

Sistemazioni selezionate in tour (o similari)
Tokyo, Shinagawa Prince Hotel Main Tower
Lago Biwa, Biwako Grand Hotel
Kyoto, New Miyako Hotel

Post it

  • CAPODANNO A TOKYO
    A Capodanno la cerimonia più importante è quella dell’Hatsumode (初詣), ossia recarsi in visita a un luogo sacro nel primo giorno dell’anno. I giapponesi possono visitare un tempio o un santuario nel corso di tutta la giornata del 1° gennaio (il capodanno in Giappone viene chiamato o-shogatsu, お 正 月 ), ma la maggioranza di loro preferisce attendere la mezzanotte in un tempio o santuario e assistere alla solenne cerimonia dei 108 rintocchi (joya-no-kane, 除夜の鐘). Secondo la tradizione buddhista, la nostra anima è afflitta da 108 peccati e, con altrettanti rintocchi di campana, può essere purificata. Terminata la cerimonia dei 108 rintocchi, secondo tradizione, la notte prosegue in maniera sobria: i giapponesi conversano con amici e parenti in attesa della prima aurora dell’anno, da ammirare preferibilmente da una collina o da una montagna (rito dell’hatsu-hinode). A Tokyo, le viste più mozzafiato si possono godere dalle Roppongi hills, dalla Tokyo Sky Tree, dalla Tokyo Tower e un punto strategico può essere anche Odaiba, la Baia di Tokyo.
  • I cittadini italiani possono recarsi in Giappone senza visto per motivi di turismo e per un massimo di 90 giorni di permanenza.E' necessario essere in possesso del passaporto in corso di validità e del biglietto di rientro in Italia.
  • Le camere degli alberghi in Giappone sono particolarmente piccole rispetto alle dimensioni occidentali. Inoltre i soffitti sono molto bassi per cui si potrebbe avere un’errata percezione delle reali dimensioni delle camere. Solitamente il letto matrimoniale è il letto alla francese: le camere matrimoniali e fumatori sono su richiesta ed a causa della disponibilità limitata non possono essere garantite.
  • Tradizionalmente i giapponesi quando pernottano in ryokan cercano di arrivare verso le ore 16:00 (massimo ore 17:00) per godere pienamente dell'esperienza offerta. All'arrivo la struttura generalmente offre una tazza di te come benvenuto. La cena inizia massimo alle 19:30 e prima di cenare ci si immerge nelle vasche di acqua calda. Dopo il bagno si indossa lo yukata (tipo di kimono indossato in ryokan) e si va a cenare. Si consiglia di immergersi tre volte durante il soggiorno: prima di cena, prima di andare a dormire e presto la mattina. Dormirete sui futon adagiati sul pavimento di paglia (tatami).
  • Alle terme  (ONSEN) Le persone con tatuaggi (sia di piccole che grandi dimensioni) non possono accedere alle vasche pubbliche a meno che i tatuaggi non siano coperti da cerotti. Nelle vasche da bagno pubbliche si deve accedere completamente nudi. Non si può entrare né in costume né coperti da asciugamani. Bisogna lavarsi prima di entrare in vasca, è vietato lavarsi o sciacquarsi dentro la vasca.
  • treni giapponesi non sono dotati di appositi bagagliai (per questo motivo i nostri itinerari prevedono il trasporto bagaglio da una città all’altra). L'assistente o la guida aiuterà per le prenotazioni dei treni quando necessario. Non si garantisce l’assegnazione di posti vicini. È vietato parlare a voce alta sul treno, così come parlare con il cellulare.
  • Come abitudine giapponese a tavola i dolci sono raramente serviti. A volte ci potrebbe essere un piccolo piatto con della frutta insieme alle altre pietanze. In alcuni locali tipici bisogna togliersi le scarpe: si consiglia di portare con sé un paio di calzini (non è obbligatorio).
  • Molte volte per le visite dei templi o santuari è richiesto di togliersi le scarpe. Si consiglia di portare con sé un paio di calzini: non è obbligatorio, però i piedi nudi non sono graditi.
  • Gli sportelli dei taxi sono automatici, non si deve né aprirli né chiuderli.
  • È vietato fumare in strada (è consentito solo nelle aree fumatori).
  • Indicare le persone con l’indice non è considerato educato

Viaggio di 8 giorni / 7 notti - minimo 2 partecipanti - SOLO SERVIZI A TERRA

Data Partenza Quota per persona in camera doppia Supplemento Singola Notte extra per persona
30/12/18 2455 790

Escursione facoltativa a Nara (min 4 partecipanti) per persona € 270

Trasferimento da hotel di Kyoto a aeroporto di Tokyo Haneda o Narita in Limousine bus o Narita Express per persona € 190

La quota comprende

  • 7 pernottamenti negli hotel selezionati con trattamento come da programma
  • Trasferimento con assistenza dall'aeroporto all'hotel in lingua italiana il 1° giorno
  • Guida in lingua italiana nei giorni 2, 4, 5 e 6. Supporto telefonico H24 per tutta la durata del soggiorno
  • Treno Shinkansen (2a classe, posti riservati) Tokyo-Kyoto
  • Mezzi pubblici per visite e spostamenti come da programma. (Nel caso in cui il numero dei partecipanti sia superiore a 15 persone potrebbero essere utilizzati i mezzi privati)
  • Trasporto bagagli Tokyo-Kyoto (1 pezzo per persona. Eventuali bagagli aggiuntivi al costo di 2.500 yen da pagare in loco)
  • Assicurazione medico/bagaglio Filo Diretto (massimale 10000€)
  • Kit da viaggio

I commenti sono chiusi