Armenia, Georgia e Azerbaijan

DURATA: 12 giorni / 11 notti

TIPOLOGIA: tour di gruppo con partenze a date fisse garantite con minimo 2 / massimo 15 partecipanti

CODICE ITINERARIO: 13462

1° giorno: Yerevan
Arrivo a Yerevan e, dopo il disbrigo delle formalità doganali, incontro con il personale locale per il trasferimento in hotel. Sistemazione nelle camere riservate e pernottamento.

2° giorno: Yerevan - Etchmiadzin - Zvartnots (120 Km)
Prima colazione in hotel. Pranzo e cena liberi
La mattina incontro con la guida e partenza per la città di Echmiadzin, centro della Chiesa Apostolica Armena. Terminata la visita, rientro a Yerevan con una sosta lungo il percorso presso le rovine della cattedrale Zvartnots, perla dell’architettura armena del 7°sec e iscritta nel patrimonio mondiale dell'UNESCO. Rientrati a Yerevan inizia la visita della città: il parco commemorativo di Tsitsernakaberd e il Museo del Genocidio; il Museo dell’Arte Moderna di Cafesjian; il mercato dell’artigianato all'aria aperta Vernisage, che dà riparo ai pittori dell’Armenia e accoglie più di mille spettatori che ammirano l’abbondanza dei quadri, si sorprendono della raffinatezza dello stile e della fantasia degli artigiani dell’arte e dell’artigianato nazionale. Pernottamento

3° giorno: Yerevan - Khor Virap - Noravank - Yerevan (250 Km)
Prima colazione in hotel. Pranzo e cena liberi
Visita al monastero Khor Virap, collegato con Gregorio l’Illuminatore che introdusse il Cristianesimo in Armenia. importante sito per i pellegrini, da esso si apre una perfetta vista al Monte Ararat. In seguito partenza per la visita al monastero Noravank o "Monastero Nuovo", centro religioso del 13° secolo. È situato in un luogo inaccessibile, immerso in un paesaggio stupendo. La struttura più antica del complesso monastico è la chiesa di S. Karapet (9-10 s.) che non è sopravvissuta. Il gavit della chiesa principale del 13° sec. è un monumento importantissimo perchè ricostruito da uno dei più grandi architetti e scultori armeni, Momik, in modo tale da non subire danni in caso di terremoti.
*Visita opzionale all'azienda vinicola Tushpa che ha mantenuto i vecchi metodi tradizionali di vinificazione (ingresso € 5 a persona da saldare in loco).

4° giorno: Yerevan - Lago Sevan - Garni - Geghard - Yerevan (250 Km)
Prima colazione in hotel. Pranzo e cena liberi
Partenza per il Lago Sevan, uno dei più grandi laghi alpini al mondo. Il lago è anche famoso per la sua penisola e le sue chiese medievali costruite nel 874. Visita quindi al Tempio Garni, un suggestivo monumento del periodo ellenistico e impressionante esempio dell’architettura antica armena. Costruito nel 1 secolo d.C e inizialmente dedicato al Dio Sole, con l'avvento del cristianesimo nel 301 il tempio pagano ha perduto il suo significato e la fortezza di Garni è diventata la residenza estiva dei re. Oggi vicino al tempio si possono trovare le rovine del palazzo reale e le terme con un mosaico sorprendente. Partenza per il monastero rupestre Geghard, iscritto nel patrimonio mondiale dell'UNESCO. Geghard significa "lancia" in armeno, ed il riferimento è alla lancia con la quale Cristo Crocefisso è stato ferito. Il monastero è un capolavoro insuperabile dell’architettura armena del 13° secolo. Al termine delle visite rientro nella capitale e pernottamento.

5° giorno: Yerevan - Tbilisi (Georgia)
Prima colazione in hotel. Pranzo e cena liberi
Trasferimento da Yerevan all'hotel di Tbilisi con arrivo verso le 15:30. Sistemazione in hotel e tempo libero a disposizione. Tbilisi è una città affascinante e ha molto da offrire: si può passeggiare lungo le strette stradine lastricate con le vecchie case dai balconi in legno intarsiato, rilassarsi nei tipici bagni sulfurei o lungo strade pedonali piene di locali. Il suo centro storico, attraverso le varie architetture, riflette le culture dei popoli che in passato l’hanno conquistata. La sera tutti i monumenti e i palazzi più importanti della città sono illuminati ed è molto bello osservarli passeggiando nei pressi del fiume. Pernottamento.

6° giorno: Tbilisi
Prima colazione in hotel. Pranzo e cena liberi
Visita alla fascinosa capitale della Georgia. Tbilisi oggi è un importante centro industriale, commerciale e socioculturale, situato strategicamente al crocevia tra Europa e Asia, lungo la storica “Via della Seta”. Visita del centro storico e della città vecchia, un insieme di vicoli tortuosi e di cortili nascosti abbelliti dai tipici balconi in legno. La città offre una grande varietà di monumenti, la maggior parte dei quali antichi: la chiesa di Metekhi (XIII sec.), la Fortezza di Narikala (IV sec) – una delle fortificazioni più vecchie della città, le famose Terme Sulfuree con le cupole in mattoni, la Sinagoga della città, la Cattedrale di Sioni (VII sec) dove si conserva la croce di Santa Nino (una donna giovane che convertì la Georgia al cristianesimo) e la Chiesa di Anchiskhati (VI sec). Visita al Tesoro Archeologico del Museo Nazionale della Georgia. Pernottamento.

7° giorno: Tbilisi - Mtskheta - Gori - Uplistshikhe - Gudauri (280 km)
Prima colazione e cena in hotel. Pranzo libero
Partenza per Mtskheta, antica capitale e centro religioso della Georgia: visita della Chiesa di Jvari e della Cattedrale di Svetitskhoveli dove la tradizione vuole sia sepolta la tunica di Cristo, entrambi luoghi patrimonio dell’UNESCO. In seguito si parte per la città di Gori, cuore della regione di Kartli e città natale di Stalin. Breve sosta al Museo di Stalin. Si prosegue lungo la Grande Via della Seta e si visita uno dei luoghi più importanti: la città scavata nella roccia di Uplistsikhe (I millennio a.C), un complesso antico con le dimore, i mercati, le cantine per il vino, i forni, il teatro e la basilica sulla roccia. In seguito partenza verso i bellissimi paesaggi dei monti del Grande Caucaso lungo la Grande Strada Militare Georgiana. Arrivo a Gudauri, cena e pernottamento.

8° giorno: Gudauri - Kazbegi - Ananuri - Tbilisi (190 km)
Prima colazione in hotel. Pranzo e cena liberi
Dopo la prima colazione partenza per Kazbegi, situata in posizione spettacolare e dominata a ovest dalla cima innevata del Monte Kazbegi (5047 m) su cui si staglia la sagoma inconfondibile della chiesa di Gergeti. Da qui si cammina attraverso le magnifiche valli e i boschi stupendi per arrivare alla chiesa della Trinità di Gergeti, situata all'altezza di 2170 m. La sua posizione isolata, sulla cima di una ripida montagna e circondata dalla vastità del paesaggio naturale, l'ha resa un autentico simbolo della Georgia. Al termine delle visite si torna a Tbilisi con una sosta lungo la strada al complesso di Ananuri (XVII sec.), il cui castello fu teatro di numerose battaglie nel corso dei secoli.

9° giorno: Tbilisi - Lagodekhi - Sheki (Azerbaijan) (270 km)
Prima colazione in hotel. Pranzo e cena liberi
Si attraversa il confine tra Georgia e Azerbaijan a Lagodekhi dove, dopo il disbrigo delle formalità doganali, si incontra la guida azera. Partenza per Sheki e visita della città con il Palazzo del Khan, la Casa degli artigiani di Shakì e il Caravanserraglio. Proseguimento per il villaggio di Kish per la visita dell’antica chiesa cristiana dedicata a San Eliseo, costruita tra il I e il V secolo e ritenuta la prima chiesa cristiana nel Caucaso. Pernottamento.

10° giorno: Sheki - Shamakha - Absheron - Baku (350 km)
Prima colazione in hotel. Pranzo e cena liberi
Partenza per Baku. Lungo la strada ci si ferma a Shamakha, antica capitale dello Stato degli Shirvanshah, e si visita la moschea più antica dell’Azerbaigian. In seguito una ulteriore sosta verrà effettuata a Maraza per la visita del mausoleo Diri Baba: il santuario è noto per le proprietà miracolose attribuite dalla popolazione locale ed è frequentato dalle donne desiderose di avere un figlio. Visita al Tempio del Fuoco (Ateshgah), costruito su una sorgente di gas naturale ritenuta sacra dagli zoroastriani fin da epoche remote, e alla collina di Yanardag (montagna che si brucia) una delle bellezze naturali dell’Azerbaigian. Al termine delle visite arrivo a Baku e pernottamento.

11° giorno: Baku - Gobustan - Baku (120 km)
Prima colazione in hotel. Pranzo e cena liberi
Visita della cosmopolita capitale partendo dal cuore della città antica: un insieme di vicoli, strade senza uscita e caravanserragli dove si trovano la Torre della Fanciulla, che risale al XII secolo, ed il Palazzo degli Scià Shirvan (XV sec). Le cupole e gli archi, i mosaici e le sculture si presentano in ottimo stato e tra gli edifici del palazzo troviamo ancora un mausoleo, il bagno turco e il divan-khana che ospitava il tribunale. In seguito partenza per Gobustan dove si può ammirare un sorprendente sito con numerose incisioni rupestri del periodo neolitico e oltre 4000 iscrizioni che risalgono a più di 12.000 anni fa, oltre ad alcuni graffiti latini del I secolo d.C . e pitture rupestri che ritraggono uomini e donne impegnati nella caccia o in danze rituali. Dopo la visita della riserva di Gobustan si prosegue verso i Vulcani di Fango, una delle bellezze naturali dell’Azerbaigian: sono presenti più di 100 vulcani di diverse altezze che danno alla zona un effetto lunare. Al termine delle visite rientro a Baku. Pernottamento.

12° giorno: Baku
Prima colazione in hotel
Trasferimento all'aeroporto in tempo utile per il volo di rientro in Italia

Sistemazioni selezionate in tour (o similari) - categoria 4*
Yerevan, hotel Ani Plaza
Tbilisi, hotel City Center
Gudauri, hotel Carpediem
Sheki, hotel Marxal Resort 5*
Baku, hotel Sapphire Inn

Post it

  • Per l'ingresso in Armenia e Georgia è sufficiente mostrare il proprio passaporto in corso di validità. Non è richiesto alcun visto d'entrata.
  • Per l’ingresso in Azerbaijan è necessario il passaporto valido per sei mesi dalla data di rientro e il visto. L'organizzazione si occupa dell'ottenimento dell'E-VISA, per il quale è necessario ricevere all'atto della prenotazione passaporto con validità minima di sei mesi e una scansione a colori e in alta risoluzione della pagina principale del passaporto.
  • La Cattedrale di Echmiatsin (Armenia) è attualmente chiusa per restauro, e lo resterà per un periodo di tempo ancora non definito. Si visiterà il complesso, non gli interni della cattedrale. E' possibile prevedere la visita del Museo di Echmiatzin in alternativa.

Viaggio di 12 giorni / 11 notti - minimo 2 partecipanti - SOLO SERVIZI A TERRA

Data Partenza Quota per persona in camera doppia Supplemento Singola Notte extra per persona
06/07/19 - 10/08/19 1920 455
14/09/19 - 12/10/19 1970 455

La quota comprende

  • Trasferimenti da/per l'aeroporto a destinazione e in tour con mezzi dotati di aria condizionata e con una bottiglia d'acqua al giorno per persona a disposizione
  • Visite e ingressi indicati con guide locali in lingua italiana (la guida non è prevista durante i trasferimenti Yerevan-Tbilisi e Tbilisi-Lagodekhi)
  • Sistemazione negli hotel indicati o similari con trattamento di pernottamento e prima colazione (+ una cena in hotel a Gudauri)
  • Visto elettronico per l'ingresso in Azerbaigian
  • Assicurazione medico/bagaglio Filo Diretto (massimale 10000€)
  • Kit da viaggio

I commenti sono chiusi