La Cina e la Via della Seta

DURATA: 18gg / 16 nn;
TIPOLOGIA: Avventura per viaggiatori esperti;
GUIDA: in inglese / italiano;
PERIODO: da maggio a ottobre;

Dopo aver visitato i siti più classici e famosi della Cina, ci si sposta lentamente verso Nord-Ovest, seguendo, non solo la Via della Seta, ma anche la Grande Muraglia che, all'estremo limite occidentale, con le antiche e talvolta segrete torri di avvistamento, appare un ricordo di un'epoca lontana... Si devia ancora più a Nord, entrando nel deserto di Badain Jaran che spiega le sue lenzuola di sabbia all'infinito, punteggiato da imprevedibili laghi: una decorazione magica. Sabbie che continuano a espandersi e che hanno inghiottito i modesti templi che testimoniavano la diffusione del buddismo al tempo in cui la Via della Seta attraversava queste distese solitarie. Ci si ferma poi a Zhangye, la città dove Marco Polo visse per più di un anno, si va alla scoperta di innumerevoli pacolavori d'arte, alcuni dei quali sono piccoli gioielli nascosti. Il viaggio si conclude a Dunhuang.

cosa si vede, si incontra, si sente...
- gli imperdibili della Cina Classica: la Grande Muraglia, la Città Proibita e l'Esercito di Terracotta.
- il deserto di Badan Jarain: alte dune di sabbia, cammelli Bactriani e imprevedibili laghi.
- il tempio buddista di Badain Jaran, situato ai piedi di un'alta duna e la sua piccola comunità di 30 monaci.
- le grandi fortezze che appaiono come miraggi nel deserto...
- Mati-Si, un dimenticato tempio buddista nascosto tra le montagne e i villaggi tibetani nei dintorni.
- gli scenografici panorami in cui si mescolano deserti di sabbia e montagne dalle straordinarie decorazioni.
- il medioevo cinese nei meravigliosi affreschi delle grotte di Dunhuang

PROGRAMMA - QUOTAZIONI SU RICHIESTA

1° giorno: Italia - PARTENZA

2° giorno: Pechino - ARRIVO
Arrivo a Pechino e trasferimento in albergo. Nel pomeriggio prima visita guidata di Pechino: Piazza Tienammen, l'avvenieristico palazzo dell'Opera, una semisfera che si specchia nell'acqua, il Tempio del Cielo. Pernottamento in albergo.

3° giorno: Pechino - Grande Muraglia
Prima colazione in hotel, pranzo in ristorante locale
Al mattino visita guidata della Città Proibita.  Pranzo in ristorante locale. Nel pomeriggio trasferimento in auto alla Grande Muraglia e pernottamento ai piedi della Muraglia. In questo modo la vedrete di sera e al mattino prima che arrivino i gruppi partiti da Pechino. Pernottamento in albergo.

4° giorno: la Grande Muraglia - Pechino
Prima colazione in hotel, pranzo in ristorante locale
Escursione sulla Grande Muraglia. Pranzo in ristorante locale. Nel pomeriggio rientro a Pechino. Pernottamento in hotel a Pechino.

5° giorno: Pechino - Xian
Prima colazione in hotel, pranzo in ristorante locale
Al mattino trasferimento all'aeroporto e volo per Xian. Arrivo e sistemazione in albergo. Pranzo in ristorante locale. Nel pomeriggio giro sulle mura. Sulle fondamanta delle mura Tang, furono ricostruite in epoca Ming (1368-1644) le mura della città, ancora oggi percorribili per lunghi tratti. Passeggiate sulle mura, prima a piedi e poi con la macchina elettrica con la quale si percorre l'intero perimetro. Pernottamento a Xian.

6° giorno: Xian
Prima colazione in hotel, pranzo in ristorante locale
Intera giornata dedicata alla visita di Xian.
Al mattino escursione ad est di Xian dove si trova la splendida sepoltura di Qin Shi Huangdi, il primo imperatore che governò la Cina unificata. I lavori per la costruzione della sua tomba iniziarono nel 212 a.C., il tumulo fu ricoperto di terra per apparire una semplice collina e i suoi tesori non sono ancora stati svelati. Scoperta casualmente nel 1974 fu invece l'enorme cripta funerraria, un chilometro e mezzo ad est della grande tomba, che contiene oltre 7.000 statue di guerrieri a grandezza naturale, raffigurati con espressioni e posture differenti in formazione di battaglia, con armi e carri, l'esercito si può ammirare in tutta la sua bellezza in tre enormi hangar, mentre le armi trainati dai cavalli sono in un museo a parte. I lavori di scavo e restauro continuano ancora incessantemente. Visita dei tre grandi padiglioni e, poi, di quello dedicato ai cavalli di bronzo, davvero straordinario.  Pranzo in ristorante locale. Nel pomeriggio visita del prezioso Museo e sosta fotografica alla Pagoda della Grande Oca, costruita per conservare i sutra buddisti. Pernottamento a Xian.

7° giorno: Xian - Lanzhou - Wuwei
Prima colazione in hotel, pranzo in ristorante locale
Trasferimento all'aeroporto e partenza con volo per Lanzhou (08:05 / 10:40). Arrivo, incontro con la guida del Gansu. Pranzo in ristorante locale. Proseguimento in treno (14:30 / 17:03) per Wuwei. Arrivo a Wuwei e sistemazione in albergo.

8° giorno: Wuwei - Alashan Youqi
Prima colazione in hotel, pranzo in ristorante locale
Al mattino visita di Wuwei: il famoso tempio Leita-Si, costruito sopra impressionanti bastioni di fango, all'interno dei quali sono stati rinvenute le Tombre Wei nella quali è stato ritrovato il cavallo volante, statua simbolo della Cina, oggi custodito nel museo di Lanzhou. Visita del tempio, taoista, della tomba e del museo. Bello e di impatto, all'ingresso del tempio, lo schieramento dei cavalieri che seguivano il cavallo volante (è una copia a grandezza naturale delle statue originali, più piccole, esposte al museo di Lanzhou).  Pranzo in ristorante locale. Dopo pranzo partenza per Alashan Youqi (220 km, 3 ore), la città dhe si trova sul bordo del Badain Jaran: una tappa di trasferimento, ai margini del deserto. Ogni tanto affiorano i bastioni in argilla della Grande Muraglia; vediamo i primi cammelli e qualche piccola duna di sabbia.  Arrivo e sistemazionei in albergo. Passeggiata nel centro della cittadina (che solo 2 anni fa aveva solo due strade e case di fango), rifatto recentemente con una architettura originale di ispirazione mongola. Pernottamento in hotel.

9° giorno: il deserto Badain Jaran
Prima colazione in hotel, pranzo a pic nic, cena nel deserto
Partenza per Alashanyou (80 km) da dove si prosegue in jeep attraverso le dune di sabbia e i laghi del Badan Jaran, il terzo più grande deserto della Cina. Il Badain Jaran (49.000 kmq) ha lasciato gli scienziati perplessi: le sue dune infatti non sollevano neppure un granello di sabbia, anche se c'è vento, eppure sono dune altissime che raggiungono i 500 metri. Qui non piove mai, ma, malgrado ciò, nel deserto vi sono più di 70 laghi, di acqua dolce e di acqua salata. Una équipe di scienziati ha dato questa spiegazione: esistono strati di umidità nascosti a circa 20 cm sotto le dune, ad un'altitudine superiore a quella dei laghi vicini. La stabilità delle dune potrebbe essere dovuta proprio a questa umidità dhe aggirebbe come un cemento assicurando la resistenza al vento. Il fossile di una pianta risalente a 4.700 anni fa, estratto da una duna, testimonia la coesione delle dune. Gli scienziati hanno scoperrto che l'acqua proviene dalle nevi dei monti Qilian, 500 km a sud-ovest. L'acqua si infiltra attraverso le faglie sotterranee, impiegando 20 anni ad arrivare al deserto, dove poi scorre a fiotti. Il flusso d'acqua è dovuto alla forte pressione, poichè la sorgente si trova a 1.000 metri al di spora del deserto. Dopo aver cambiato le macchine, si entra immediatamente tra le dune, seguendo tracce segnate (ogni tanto ci sono persino cartelli stradali!), cavalcando dune che diventano sempre più alte. La prima sosta è ai piedi di un'alta duna dove è stata fissata una sorta di scala a pioli (ne saliremo solo un pezzo). Poi si raggiunge un lago, il primo dei numerosi che si incontrano. In questa prima giornata si dovrebbero vedere i laghi Xinuoertu, Yihe, Saihaaile, Ciligeri e Zhunjigede. Il percorso nel deserto è di circa 80 km. Poichè nel deserto non ci sono ristoranti, gli approvvigionamenti (cibo, acqua, equipaggiamento per la notte) saranno caricati sulle jeep.  Pensione compleata che include il pranzo a picnic e la cena preparata nel deserto. Pernottamento in una tipica yurta di stile mongolo (siamo nella Mongolia Interna); doccia soluxe con acqua calda all'esterno.

10° giorno: il deserto Badain Jaran
Prima colazione, pranzo a pic nic, cena nel deserto
Si viaggia in jeep tra dune di sabbia e laghi: dei 72 laghi che punteggiano questo deserto, in questa giornata se ne vedranno alcuni, l'Alat, Huduge e Suning. Si cavalcano le dune, con salite che paiono infattibili e discese vertiginose: si incontrano i cammelli, liberi o in carovana, si osservano - dal basso e dall'alto - gli scenografici specchi d'acqua, si scalano le dune. Il luogo più suggestivo è il piccolo tempio mongolo di Badan Jerin, distrutto durante la rivoluzione culturale (che era arrivata fin qui) e poi ricostruito: in questo luogo magico oggi vive un solo monaco. Il percorso di questa giornata è di circa 60 km. Pensione compleata che include il pranzo a picnic e la cena preparata nel deserto. Pernottamento in yurta di stile mongolo; doccia soluxe con acqua calda all'esterno.

11° giorno: il deserto Badain Jaran
Prima colazione, pranzo a pic nic
Oggi è l'ultima giornata tra le dune del Badain Jaran: un percorso di circa 60 km in cui si alternano il deserto di roccia, sabbie rosse e paesaggi sconfinati. Visita del famoso lago Nugertu sulle cui rive si sosterà per il pic nic. Pernottamento in albergo ai margini del deserto.

12° giorno: dal deserto a Zhangye
Prima colazione in hotel, pranzo in ristorante locale
Partenza per Zhangye (220 km): un tragitto veloce, parte del quale sulla nuovissima autostrada. Arrivo a Zhangye, una città che fu per molti secoli una delle tappe più immportanti della Via della Seta: lo stesso Marco Polo vi trascorse più di un anno.  Pranzo in ristorante locale. Nel pomeriggio escursione al Danxia Landform Geopark, dove le rocce paiono essere state pennellate da numerosi pittori. È un paesaggio dai fantastici colori, spettacolari forme di arenaria rossa, rocce dalle forme insolite: spettacolare! Si visita con bus elettrici che portano a varie fermate e camminate lungo scalee passerrelle.  Difficilmente vi resterà tempo, ma se ci riuscite, merita fare una passeggiata al Dafo-Si, il tempio del Grande Buddha (costruito nel 1058), splendida struttura in legno (una delle più antiche giunte fino a noi) e al Grande Stupa del Tu-Ta (Torre della Terra); l'accesso a quest'ultimo tempio è lungo una pittoresca stradina, con case in stile Ming e numerose botteghe di antiquari. Pernottamento in albergo.

13° giorno: Zhangye e Monti Qilian
Prima colazione in hotel, pranzo in ristorante locale
Partenza per l'escursione dell'intera giornata nei monti Qilian: si percorre una strada che, dalla campagna, si insinua tra le montagne; dopo circa un'ora si notano le pareti di terra e roccia traforate da innumerevoli grotte: è il Mati-Si, il Tempio dello Zoccolo del Cavallo, uno splendido complesso di grotte buddiste. Dopo una prima visita di alcuni tempietti aggrappati alla parete verticale (è possibile infilarsi nei ripidi cunicoli per raggiungere uno dei padiglioni più alti), si percorre a piedi una stradina in salita che porta al gruppo principale delle grotte-tempio. È qui che si trova la famosa impronta dello zoccolo lasciato da un cavallo alato che aveva visto qui dell'erba da brucare. Pranzo in ristorante locale. Nel pomeriggio rientro in albergo a Zhangye.

14° giorno: Zhangye - Jiayuguan
Prima colazione in hotel, pranzo in ristorante locale
Partenza in direzione est per Jiayuguan (280 km., 3 h + le soste). Si percorre il corridoio dell'Hexi, la stretta striscia di terra lunga un migliaio di chilometri, nel corso dei secoli ha costruitol'unica via di transito per i viaggiatori che giungevano o uscivano dalla Cina. È stata recentissimamente aperta una nuova autostrada che velocizza i tempi, ma passa più lontana dagli stupefacenti paesaggi del Danxia (i faraglioni rossi, i rilievi scolpiti e le formazioni rocciose lavorate dall'acqua e dal vento). Arrivo a Jiayuguan, l'ultima guarnigione cinese alle porte dei deserti occidentali, estremo lembo del sistema difensivo della Grande Muraglia, un muro di fango altro 3 metri e spesso 1, costruito da Ming nel 1372. Visita della Fortezza; la sua posizione, tra i monti Qilian, perennemente ricoperti di neve, e le nere montagne Mazong, non potrebbe essere più spettacolare. La Fortezza è circondata da mura esterne e interne; le mura esterne hanno una circonferenza di 700 metri e una altezza ci circa 10 metri. Nelle mura interne si aprono 2 porte, superate le quali, ci sono sentieri in pendenza che conducono in cima alle mura, che permettevano anche ai cavalli di salire per pattugliare le torrette. Tra la porta e le mura esterne c'è un affascinante teatro all'aperto, utilizzato per intrattenere le truppe, e un piccolo tempio dedicato a Guandi. Pranzo in ristorante locale. Pernottamento in albergo a Jiayuguan

15° giorno: Jiayuguan - Dunhuang
Prima colazione in hotel, pranzo in ristorante locale
Lunga tappa (400 km, circa 3 ore) attraverso deserti e montagne, paesaggio cosparso di cespugli di tamerici, con greggi di capre al pascolo e, raramente, piccoli villaggi di contadini fino a Dunhuang. Arrivo e pranzo in ristorante locale. Nel pomeriggio escursione al Lago della Luna Crescente, la cui presenza è registrata da oltre duemila anni, e allo spettacolare sistema di dune conosciuto come "Minsha Hills", alcune delle quali raggiungono addirittura i 200-300 metri di altezza. Il sito è bello, ma spesso affollato dai turisti. Pernottamento a Dunhuang.

16° giorno: Dunhuang
Prima colazione in hotel, pranzo in ristorante locale
Dunhuang è una fertile oasi in cui i campi coltivati vanno ad esaurirsi alle pendici di alte dune di sabbia. Intera giornata di visite il cui punto saliente è l'escursione a Mogao, sito UNESCO. Qui, su una parete di arenaria, si aprono le grotte dei "Mille Buddha" antiche di 1.600 anni. I 45 mila metri quadrati di affreschi murali e le duemila sculture dipinte costituiscono la più alta espressione dell'arte buddista dell'intera Cina.  Pranzo in ristorante locale. Nel pomeriggio escursione al Dunhuang Yardang Geo Park. Pernottamento a Dunhuang.

17° giorno: Dunhuang - Pechino
Prima colazione in hotel
Trasferimento in aeroporto e partenza con volo per Pechino. Arrivo e, nel pomeriggio, visita al Palazzo d'Estate. Al termine delle visite, trasferimento in albergo, nei pressi dell'aeroporto.
Pernottamento a Pechino.

18° giorno: Pechino - Partenza
Prima colazione in hotel
Trasferimento al terminal con lo shuttle dell'albergo.

Sistemazione alberghiera prevista in tour o similare:
Pechino: hotel 5* New Otani Changfugong Hotel (standard room)
Mutianyu: hotel 4* Tang Yun Conference Resort (standard room)
Xian: hotel 5* Gran Park Xian Hotel (standard room)
Wuwei: hotel 4* Wuwei Royal International (standard room)
Alashanyou: hotel 3* Jinsha (standard room)
Deserto Badain Jaran: pernottamento in yurta in stile mongolo / doccia loluxe con acqua calda all'esterno
ai margini del Badain Jaran: hotel 3* Badanjilinhu (standard room)
Zhangye: hotel 4* Lvzhou Holiday Hotel (standard room)
Jiayuguan: hotel 4* Holiday Inn Plaza Hotel (standard room)
Dunhuang: hotel 5* Grand Soluxe Hotel Dunhuang (standard room)
Pechino: hotel 4* nei pressi dell'aeroporto CITiC Beijing Airport Hotel (standard room)

Post it

  • Quotazioni su richiesta.
  • La polizza contro annullamento viaggio è facoltativa e può essere attivata solo contestualmente all'atto della prenotazione.
  • La procedura di ottenimento dei visti consolari cinesi potrebbe subire variazione di prezzo e tempistica senza preavviso.
  • Eventuali variazioni relative ad operativo voli e/o giorni di chiusura musei/palazzi, potrebbero modificare l'itinerario del programma pur non alterandone il contenuto.
  • Per l'ottenimento del visto consolare "turistico" per la Cina sono necessari:

    a) Passaporto con validità minima di 6 mesi due pagine libere consecutive (ATTENZIONE: prima dell’invio del passaporto vi invitiamo a verificare che siano presenti gli eventuali visti Cina richiesti in precedenza, in caso di visti mancanti o scollati il consolato potrà rifiutare la richiesta.)
    b) 1 fototessera  (a colori, recente, a capo scoperto, volto frontale intero, con sfondo chiaro e dimensioni: 4,8 x 3,3 cm)
    c) formulario compilato
    d) Stampa della prenotazione dei voli A/R (di nostra competenza)
    e) Programma di viaggio e corrispondente prenotazione alberghiera per tutto il periodo di soggiorno (di nostra competenza)

Il tutto dovrà pervenire nei nostri uffici entro e non oltre 20 giorni dalla data di partenza. Oltre tale termine verrà richiesto un supplemento per la procedura di urgenza.

Visto turistico individuale cinese, procedura normale: € 95,00.

La quota comprende

  • Biglietteria aerea voli nazionali in Cina e biglietteria ferroviaria (i titoli di viaggio saranno consegnati in Cina dalla guida locale).
  • Trasferimenti da/per aeroporti e nelle visite delle città in Cina, con un mezzo adeguato al numero dei partecipanti e dotato di aria condizionata
  • Sistemazione in camere doppie negli hotel proposti e in campo di yurte, come da programma dettagliato.
  • Trattamento di mezza pensione in tour con prima colazione e pranzo in ristorante, nella parte del deserto il trattamento è di pensione completa con pranzo a pic nic e cena nel capo di yurte.
  • Servizio di guide locali parlanti italiano / inglese.
  • Tutti gli ingressi inclusi come da programma dettagliato
  • Polizza assicurativa medico bagaglio Filo Diretto con massimale di € 10.000 (termini di polizza e condizioni nella sezione contatti)
  • Kit da viaggio




I commenti sono chiusi