Il piccolo Bhutan e il colorato Sikkim

L'abbinamento di due perle rare come lo sono questi due Paesi, per una esperienza unica! Il Bhutan è un piccolo stato asiatico all'estremità orientale della catena montuosa dell'Himalaya, circondato per tre quarti dall'India e a nord dalla Cina. È poco popolato su una superficie di 46.000 chilometri quadrati. La sua capitale Thimphu è l'unica, insieme a Pyongyang, a non avere semafori. Il Sikkim è uno stato himalaiano dell'India che conserva un microcosmo composto da diverse etnie che vivono nelle profonde valli ai piedi del Kanchendzonga. Paese ricco culturalmente conserva monasteri e tradizioni folcloristiche uniche. È stato indipendente fino al 1975, quando è diventato il 22° stato dell'India. Buona parte del territorio è oggi aperto al turismo anche se i visitatori sono ancora pochi. Recarsi tra queste valli himalaiane soddisfa a pieno l'immersione nella natura e in un sociale religioso ancora in armonia con la vita quotidiana.

PARTENZA DI GRUPPO MIN. 10 PARTECIPANTI

1° giorno, giovedì 06 ottobre 2016: Italia - Delhi
Partenza con volo di linea per Delhi. Pasti e pernottamento a bordo.

2° giorno, venerdì 07 ottobre 2016: Delhi - Paro
Cena in hotel
Arrivo a Delhi con volo intercontinentale. Dopo le procedure delle formalità doganali e il ritiro dei bagagli, incontro con il nostro rappresentante e volo di coincidenza per Paro. Arrivo a Paro (2200 metri di altitudine). Dopo le pratiche doganali e il rilascio del visto, incontro con la guida Bhutanese, trasferimento in hotel e sistemazione nelle camere. Tempo per il riposo. Nel pomeriggio inizio della visita di Paro, al centro di una verdissima vallata è un armonioso insieme di risaie, radure con salici piangenti e casette in legno. Lontano, a nord, tra le montagne boscose, il Chomolhari risplende di nevi perenni e le acque discendono dai ghiacciai formando una miriade di limpidi torrenti che confluiscono nel Paro Chu, fiume principale della valle. Una fortezza domina la valle, il Rimpung Dzong, nata come monastero e trasformata in seguito in roccaforte per respingere le invasioni dal Tibet. Segue la visita del Drukgyel Dzong costruito da Shabdrung Ngawang Namgyal nel 1649 per commemorare la vittoria sugli invasori tibetani del 1644. Da qui si gode una bellissima vista sul monte Jhomolhari. In serata rientro in hotel, cena e pernottamento.

3° giorno, sabato 08 ottobre 2016: Paro
Prima colazione in hotel, pranzo in ristorante, cena in hotel.
Dopo colazione si visita il Taktshang Goemba, il "nido della tigre", il monastero costruito nel XIV sec. intorno alla grotta dove Guru Rinpoche, giuntovi in groppa ad una tigre, meditò per 3 mesi nell'VIII sec. d.C. È sicuramente il luogo più celebre del Bhutan, sospeso sulle rocce sopra la valle. Per facilitare la salita (circa 3 ore in tutto), si noleggia un cavallo per raggiungere il rifugio da dove godere della vista panoramica. Da qui si prosegue a piedi per un'ora e mezza attraverso una rigogliosa foresta. La visita al monastero ripaga delle fatiche. Dopo pranzo visita del Ta Dzong con il museo Nazionale (collezione di costumi, tessuti nazionali, pitture su stoffa, thangka, argenteria, stampe, armature). Rientro in hotel, Cena e pernottamento.

4° giorno, domenica 09 ottobre 2016: Paro - Chimilakhang - Punakha
Prima colazione in hotel, pranzo in ristorante, cena in hotel.
Al mattino partenza con mezzo privato e la guida locale per Punakha. Il percorso attraversa l'incantevole scenario naturale del passo di Dochu La, situato a 3140 metri, da dove - condizioni metereologiche permettendo - si gode di una bella vista sull'Himalaya orientale. La foresta qui è lussureggiante e spiccano rododendri, ontani, cipressi, cicute, abeti, dafne (arbusto usato per fabbricare la carta secondo un metodo tradizionale), migliaia di bandiere di preghiera colorate circondano 108 Chorten costruiti per commemorare le recenti battaglie svoltesi ai confini con l'Assam. In questo luogo si trovano anche tanti piccoli Tsa Tsa che contengono le ceneri dei defunti, posti attorno al Chorten più antico. Dal passo si scende verso la valle di Punakha, una delle più belle del paese ad un'altitudine di 1300 m tra cactus, aranci, bambù, magnolie e risaie. Si trova in questo contesto il più bello e storicamente importante Dzong del paese. In inverno è la residenza di Je Khempo, Abate del Bhutan. Lungo il tragitto sosta in un caratteristico villaggio per ammirare il tempio della fertilità di Chimi Lhakhang, strategicamente edificato in cima ad una collina che sovrasta il fiume, a metà strada tra Punakha e Wangdi. Questo tempio fu fondato dal grande Lama Kunley, "l'illuminato pazzo" il cui emblema fallico adorna l'ingresso di molte case rurali. Al termine della visita si prosegue per Punakha (1300 m.), antica capitale del Bhutan. Sistemazione in hotel e successiva visita del Punakha Dzong, il secondo più antico del Bhutan, costruito nel 1637-38. Si tratta di un complesso di templi, tra I quali il Machey Lhakhang, dove è custodito il corpo di Shabdrung Ngawang Namgyal e di Pema Lingpa.

5° giorno, lunedì 10 ottobre 2016: Punakha - Thimpu
Prima colazione in hotel, pranzo in ristorante, cena in hotel.
Al mattino partenza per la capitale Thimpu che nonostante il recente sviluppo, conserva il fascino tradizionale ed antico con gli edifici dalle facciate colorate e molto decorate con maestria artigiana conferendo alla città un'affascinante atmosfera medievale. All'arrivo, sistemazione in Hotel. Si visita l'imponente Trashi Chhoe Dzong, dove sono situate la casa dei Ministri, la sala dell'Assemblea Nazionale, la sala del trono del re e la sede estiva dell'Abate del Bhutan, capo dei monaci bhutanesi. Si prosegue con la visita al National Memorial Chorten, lo stupa costruito nel 1974 e dedicato al re Jigme Dorji Wangchuck, uno degli edifici religiosi più importanti della città. A seguire visita di una Painting School (l'Istituto Nazionale di Zorig Chumsum), l'Emporio dell'artigianato, dove si possono vedere i tipici manufatti locali. Al termine, rientro in hotel.

6° giorno, martedì 11 ottobre 2016: Thimpu
Prima colazione in hotel, pranzo in ristorante, cena in hotel.
La giornata è interamente dedicata al festival Thimpu Tshechu nell'ambito del quale verranno organizzate le Danze chiamate "Cham". È un'occasione di festa ma soprattutto un'esplosione di colori, costumi e umanità.

7° giorno, mercoledì 12 ottobre 2016: Thimpu - Phuntsholing
Prima colazione in hotel, pranzo in ristorante, cena in hotel.
Partenza per Phuntsholing (134 km - 2 ore circa di viaggio) cittadina di frontiera, un tempo unico punto di accesso al Paese. Arrivo e sistemazione in albergo. Nel pomeriggio visita al Tempio di Zangtho Pelri Lhakhang e della cittadina con il suo caratteristico mercato. Si sosta anche al monastero Phuntsho Choedron, costruito dalla nonna reale Ahi, offre una invidiabile vista panoramica su Phuntsholing. Pernottamento.

8° giorno, giovedì 13 ottobre 2016: Phuntsholing - Kalimpong
Prima colazione in hotel, pranzo libero, cena in hotel
Lunga giornata di trasferimento attraverso un percorso di foreste e colline dal verde intenso e ricche di coltivazione di tè. Partenza verso la frontiera indiana dove lasceremo il Paese e i mezzi locali. Cambio di mezzo con quelli indiani e partenza verso Kalimpong (circa 180 Km - 6 / 7 ore). La procedura di dogana per l'ingresso in India richiederà un po' di tempo. Kalimpong è un piccolo centro himalayano, un tempo importante tappa sulla via commerciale per il Tibet. All'arrivo sistemazione in hotel. Il resto della giornata è dedicato alle visite: sosta al variopinto mercato e visita al Monastero di Zangdopelri, costruito nel 1957 e situato su una collina da cui si gode una bella vista della cittadina. Proseguimento e visita del Monastero Tharpa Choling situato a 3 km dalla città. Questo monastero fu costruito nel 1932 e appartiene alla setta dei Gelukp o Gelupa (berretto giallo). Rientro in albergo, cena e pernottamento.

9° giorno, venerdì 14 ottobre 2016: Kalimpong - Gangtok
Prima colazione in hotel, pranzo libero, cena in hotel.
Il viaggio prosegue per raggiungere Gangtok (90 km - 3 ore circa), capitale del Sikkim. Gangtok, è ancora una città leggendaria con le sue case dall'equilibrio precario arroccate sulla collina. È certamente una delle ultime capitali himalayane ancora poco frequentate dal turismo di massa. All'arrivo, trasferimento in albergo. Cena e pernottamento.

10° giorno, sabato 15 ottobre 2016: Gangtok
Prima colazione in hotel, pranzo libero, cena in hotel.
Mattinata di escursione al Monastero di Rumtek (25 km, un'ora di viaggio). Il monastero è stato costruito nel XVI secolo rigorosamente in stile locale. Proprio qui vive la sedicesima reincarnazione di sua santità Gyalwa Karmapa, guida della setta Karmagupa del Buddismo tibetano. A seguire visita del Do Drul Chorten, un caratteristico stupa (costruzione dalla ricca simbologia buddhista) costruito nel 1945 da Trulshi Rimpoche, alla testa dell'ordine di Nyingma ed appartenente al buddhismo tibetano. È considerato lo stupa più importante del Paese. A Gangtok si trova anche l'Istituto di Tibetologia (Chiuso Domenica), rinomato centro per lo studio della filosofia e della religione buddhista di fama mondiale e scrigno di rari Thanka, statue buddhiste e apprezzati oggetti d'arte. Nel pomeriggio visita al Monastero di Enchey (Chiuso Domenica) che sovrasta la città con la sua costruzione antica di quasi due secoli e dove studiano, pregano e meditano molti monaci. Rientro in albergo, cena e pernottamento.

11° giorno, domenica 16 ottobre 2016: Gangtok - Darjeeling
Prima colazione in hotel, pranzo libero, cena in hotel.
Proseguimento verso Darjeeling (2134 metri di altitudine - 99 km - 2 ore circa). Si percorre una strada panoramica attraverso valli, campagne coltivate a terrazza e piccoli sperduti villaggi dove sventolano poetiche, i long pa (bandierine della preghiera). Arrivo a Darjeeling e sistemazione in hotel. Resto della giornata a disposizione per le attività individuali. Cena e pernottamento.

12° giorno, lunedì 17 ottobre 2016: Darjeeling
Prima colazione in hotel, pranzo libero, cena in hotel.
Nella primissima mattinata escursione alla collina della tigre (2590 metri) a 13 Km da Darjeeling per osservare l'alba e lo splendido panorama (con un po' di fortuna si intravedono le cime di Kanchenjunga). Ritorno in hotel per la prima colazione. Si prosegue con la visita al Monastero di Ghoom, il più antico della zona. Visita del parco zoologico (Chiuso Giovedi) Himalayano Padmaja Naidu, situato a circa 2 chilometri dalla piazza del mercato, dove si trovano rari esemplari del leopardo delle nevi. Questa specie vive sull'Himalaya e sulle montagne dell'Asia centrale al limite delle nevi perenni. Nel parco sono ospitati anche l'orso nero dell'Himalaya, la tigre siberiana, lo yak selvatico, il lupo e numerose varietà di uccelli tipici dell'area, tra i quali l'aquila nera e i superbi fagiani multicolore. Pomeriggio libero. Cena e pernottamento.

13° giorno, martedì 18 ottobre 2016: Darjeeling - Bagdogra - Kolkata
Prima colazione in hotel, pranzo libero, cena in hotel.
Trasferimento all'aeroporto di Bagdogra (circa 93 km - 4 / 5 ore) e quindi proseguimento in volo per Kolkata. Arrivo e incontro con la guida locale parlante Italiano per una visita della città che deve la sua esistenza ai colonizzatori inglesi. Nel 1690 viene aperta una piccola agenzia della Compagnia delle Indie Orientali in mezzo alla foresta vicino a tre piccoli villaggi. Uno di questi, Kalikata, darà il nome alla città. Divenuta il centro del dominio inglese, si sviluppò rapidamente, arricchendosi di edifici e monumenti rappresentativi, in stile neoclassico. Fu capitale dell'India Britannica sino al 1911. Il suo porto sull'Hoogly, a pochi chilometri dal Golfo del Bengala, ne ha determinato la fortuna e oggi Calcutta è il principale centro dei commerci del Nord dell'India. Il giro città comprende i monumenti più significativi della metropoli indiana: il Victoria Memorial, il tempio dedicato alla Dea Kali, frequentatissimo da una moltitudine di fedeli e i templi jain. Immancabile la visita al centro di Madre Teresa, con la sua abitazione e il Museo a lei dedicato. Sistemazione in hotel, cena e pernottamento.

14° giorno, mercoledì 19 ottobre 2016: Kolkata - Delhi - Italia
Prima colazione in hotel.
In tempo utile, trasferimento all'aeroporto e partenza con il volo per l'Italia. Arrivo in Italia in serata.

Sistemazione alberghiera in tour (o similare):
Paro: Tashi Namgay Resort
Punakha: Meri Puensum
Thimpu: Kisa Hotel
Phuntsholing: Hotel Druk
Kalimpong: The Elgin Silver Oaks
Gangtok: The Elgin Norkhill
Darjeeling: The Elgin Darjeeling
Kolkata: Peerless Inn Hotel

Post it
Per l'ottenimento del visto turistico per l'India, è necessario compilare l'apposita application form online. Dal 01/01/14 è obbligatorio fare l'upload della fotogranfia durante la compilazione del modulo online. Il visto turistico deve essere richiesto di 6 mesi con ingressi multipli. Il costo per il visto non urgente è di 95€.
Modalità di ottenimento:
- Passaporto con validità minima di 6 mesi (firmato del titolare del passaporto) e 3 pagine vuote
- 2 fototessere (5 cm x 5 cm, uguali tra loro e recenti, su sfondo bianco)
- 1 application form compilato online
- Stampa dei voli, a carico dell'organizzatore
Nota:
Il passaporto deve essere firmato dal titolare e la firma deve risultare identica a quella apposta sul formulario di richiesta visto.
Tempo di ottenimento, non urgente, 3 settimane.

Operativo voli - soggetto a riconferma - con Emirates (EK) da Milano Malpensa

Volo Tratta Orari Orari
EK102 Milano Malpensa -> Dubai 11:10 19:20
EK512 Dubai -> Delhi 22:00 02:45
EK571 Kolkata -> Dubai 09:45 13:10
EK091 Dubai -> Milano Malpensa 15:45 20:30

Operativo voli - soggetto a riconferma - con Emirates (EK) da Roma Fiumicino

Volo Tratta Orari Orari
EK100 Roma Fiumicino -> Dubai 10:55 18:45
EK512 Dubai -> Delhi 22:00 02:45
EK571 Kolkata -> Dubai 09:45 13:10
EK095 Dubai -> Roma Fiumicino 15:55 20:05


La quota comprende

  • Voli di linea intercontinentali Italia - India - Italia
  • Voli domestici Delhi - Paro e Bagdogra - Kolkata - Delhi
  • Sistemazione in camera doppia standard negli hotel selezionati
  • Trattamento di mezza pensione negli hotel in India e pensione completa in Bhutan
  • Assistenza all’arrivo e partenza in aeroporto dal parte di nostro personale
  • Servizio con mezzi adeguati al numero di partecipanti con aria condizionata in India, senza aria condizionata in Bhutan
  • Servizio di guida accompagnatore parlante inglese per tutta la durata del tour in Bhutan e Sikkim
  • Servizio della guida locale parlante italiano per la visita in Kolkata
  • Ingressi ai monumenti e ai siti come da programma
  • Visto di ingresso per il Bhutan
  • Assicurazione medico-bagaglio Ami Filodiretto
  • Kit da viaggio



I commenti sono chiusi