Il Deserto Bianco egiziano

Un viaggio diverso che tocca mete inusuali nel Deserto Occidentale. Alessandria d'Egitto,  l'oasi di Siwa, famosa per il suo oracolo e per essere l'avamposto di fronte al  Grande Mare di Sabbia che è il più grande complesso di dune del mondo e l'oasi di Bahariya che in epoca greco-romana vantava mezzo milione di abitanti, nelle cui immediate vicinanze, nell'ultimi venti anni, sono state fatte scoperte archeologiche interessantissime. Si attraverseranno anche il Deserto Nero e il Deserto Bianco con le sue formazioni calcaree che la nostra fantasia può interpretare a suo piacimento.Uno spettacolo magico, arricchito dal variare della luce, che si fisserà indelebile nei nostri ricordi di viaggio.

Partenze individuali garantite con un minimo di due partecipanti - quotazione su richiesta

1° giorno: Italia - Cairo
Arrivo al Cairo e, dopo il disbrigo delle formalità doganali, incontro con l'assistente il loco per il trasferimento in hotel. Sistemazione nelle camere riservate e pernottamento.

2° giorno: Cairo - Alessandria d'Egitto (230 km)
Prima colazione e cena in hotel.
Pranzo in ristorante.Nel primo mattina partenza per la leggendaria Alessandria d'Egitto, fondata niente meno che da Alessandro Magno, capitale dell'impero di Cleopatra, metropoli tra le più colte e influenti del mondo antico fu condannata all'oblio per secoli. Visse un periodo di rinascita cosmopolita nel XIX secolo, spento nuovamente negli anni cinquanta del XX secolo dal corso politico impresso da Nasser. Oggi, pur mantenendo un ruolo secondario rispetto al Cairo, Alessandria si sta impegnando per costruire la propria identità, distinta da quella della capitale.  Pranzo in ristorante locale. Un giro panoramico della città fa emergere la sua eleganza nell'atmosfera accogliente di una città di mare. Visita del Museo Nazionale che offre il quadro più completo della storia della città, dall'antichità fino ai nostri giorni. Allestito all'interno di una villa in stile italiano splendidamente restaurata, espone millenni di storia seguendo un ordine cronologico.  A seguire la visita delle Catacombe, scoperte accidentalmente nel 1900, quando un asino sprofondò nel terreno. Sono la più grande necropoli romana nota in Egitto. L'ingresso alla biblioteca è facoltativo. Sistemazione in albergo. Cena e pernottamento.

3° giorno: Alessandria - El Alamein - Siwa (600 km)
Prima colazione e cena in hotel. Pranzo in ristorante.
Partenza per El Alamein, famosa per essere stata teatro di una delle battaglie cruciali della Seconda Guerra Mondiale che ha visto contrapposti il feldmaresciallo Rommel a capo dei tedeschi e degli italiani e il generale inglese Montgomery che nel 1942 in questo sperduto villaggio del deserto costrinse l'esercito tedesco ad arretrare fino in Libia. Visita del Museo dove sono esposti materiali relativi alla battaglia. Proseguimento per Marsa Matruh, sulla costa del mediterraneo. Qui approdavano interi bastimenti di pellegrini greci dei quali seguiremo il percorso fino a Siwa dove andavano ad ascoltare i presagi dell'Oracolo di Amon. Arrivo sistemazione in hotel, giro dell'antico villaggio di Shali che ha l'aspetto di un dipinto di Salvador Dalì ed è un tesoro da esplorare. Cena e pernottamento.

4° giorno: Siwa - Il Grande Mare di Sabbia (Great Sand Sea)
Prima colazione e cena in hotel. Pranzo in ristorante.
Continua la visita ai dintorni di Siwa. Proseguendo attraverso i palmeti vi è una pista ben segnalata che conduce ai Bagni di Cleopatra, una vasca rivestita di lastre di pietra e alimentata da una sorgente naturale. Quindi si raggiungono le rovine del Tempio dell'Oracolo, del VI secolo a.C.. Nel 331 a.C. Vi giunse Alessandro Magno che consultò l'Oracolo di Amon per esserne riconosciuto figlio di Zeus. Non riferì mai il responso dell'oracolo ma chiese ai suoi generali di essere sepolto nell'oasi. Dopo pranzo un giro su un carretto trainato da asini è il modo migliore per immergersi nell'atmosfera arcaica dell'oasi. Partenza in fuoristrada per il deserto che si estende ai margini dell'oasi ed è chiamato il Grande Mare di Sabbia, il più grande complesso di dune del mondo che a ovest si inoltra nel territorio libico e a sud prosegue per circa 800 chilometri. Rientro in hotel, cena e pernottamento.

5° giorno: Great Sand Sea - Bahariya (450 km)
Prima colazione e cena in hotel. Pranzo in corso di viaggio.
Dopo la prima colazione si intraprende il viaggio nel Grande Mare di Sabbia verso l'Oasi di Bahariya attraverso le piccole oasi di Bahrein, Nawemisa e Sitra. Pranzo in viaggio. Vaste distese di sabbia dove onde di dune sono in costante movimento; luce e silenzio inondano la mente fino all'oasi punteggiata da diversi piccoli villaggi. In questo tratto di Deserto si trovano le dune parallele diritte, chiamate seif, "spada" in arabo, per la loro somiglianza con le lame delle spade arabe ricurve. Queste dune sono formate dal vento e generalmente sono in movimento, possono addirittura cadere giù per una scarpata riformandosi alla sua base. La classificazione scientifica dei tipi di dune di sabbia fu fatta intorno al 1970, quando gli scienziati ebbero modo di esaminare le immagini dei campi di dune scattate durante le prime missioni spaziali. Sono 5 i tipi di dune, quattro dei quali sono presenti in Egitto. A prima vista non vi è segno dell'aspettata vegetazione rigogliosa ma in qualsiasi direzioni le vie pavimentate cedono il posto a vicoli sabbiosi fiancheggiati dalle tradizionali case di mattone crudo e da palmeti. Due millenni fa in epoca greco-romana l'oasi era la più fiorente di tutto l'Egitto e riforniva di grano e vino la Valle del Nilo. Gli archeologi stimano che la sua popolazione contasse oltre mezzo milione di individui. A conferma, l'esaltante scoperta della sua vasta e ricca necropoli che potrebbe contenere oltre 10.000 mummie. Sistemazione in hotel, cena e pernottamento.

6° giorno: Il Deserto Bianco - Bahariya
Prima colazione e cena in hotel. Pranzo in corso di viaggio.
Dopo colazione, 160km di fuori strada ci porteranno al Black desert, per poi arrivare al Deserto Bianco, il cui suolo è composto da gesso e pietra calcarea che gli conferiscono l'aspetto della neve. Le numerose formazioni rocciose plasmate in modo singolare dal vento fanno pensare a sfingi bianche, uccelli rari, cammelli di pietra e al cambiare della luce del sole assumono sfumature rosa, arancio e persino azzurre contribuendo ad aggiungere magia al luogo. Rientro a Bahariya, cena e pernottamento.

7° giorno: Bahariya - Cairo (380 km)
Prima colazione e cena in hotel. Pranzo in corso di viaggio.
Prima colazione e partenza per l'escursione alle rovine del tempio eretto in onore di Alessandro Magno, unico nel suo genere in Egitto, alle tombe dei Nobili e alla Valle delle Mummie d'Oro, un'area desertica che gli archeologi iniziarono ad esplorare solo nel 1999. Rientro al Cairo con sosta lungo il persorso per il pranzo. Arrivo al Cairo e sistemazione in hote. Cena e pernottamento.

8° giorno: Cairo - Italia
Prima colazione in hotel.
Trasferimento all'aeroporto in tempo utile per il volo di rientro in Italia.

Hotel selezionati in tour o similari:
Cairo, Mercure Sphinx (Ex Sofitel) Giza 5*
Alessandria, Helnan Palestine 5*
Siwa, Paradise
Bahariya, Shahrazad Camp (essendo 2 notti una potrà essere in hotel)

  • Post it
    Il trasporto in tour avverrà in 4WD Toyota e Land Cruiser nel deserto, in pullman dotati di aria condizionata in città. Ogni 4WD ha radio, estintori, sistema GPS, pronto soccorso, frigo con bottiglie d'acqua, stuoie.
  • I viaggi, dati i molti chilometri percorsi possono risultare faticosi; le strade che collegano le diverse località sono sempre asfaltate (tranne Siwa/Bahariya), ma non offrono alcun punto di ristoro.
  • Le mance sono una consuetudine, si consiglia € 5,00 al giorno per persona da consegnare alla guida.
  • Il visto d'entrata  si acquista direttamente all'arrivo al Cairo con pagamento di USD 15,00.
  • ATTENZIONE: è necessario far pervenire presso i nostri uffici due settimana prima della data di partenza copia del passaporto a colori per ottenere i permessi di entrata nelle Oasi

 

La quota comprende

  • biglietto aereo a/r in classe economica sui voli di linea Egyptair
  • assistenza di personale locale negli aeroporti in Egitto
  • trasferimenti con mezzi privati a/c, da/per gli aeroporti in Egitto
  • guida in lingua italiana dal 2° al 7° giorno
  • trattamento di pensione completa dalla prima colazione del primo giorno a quella dell'ultimo (6 pasti a pic nic)
  • visite ed escursioni come da programma con guida locale
  • 3 bottiglie d'acqua per persona al giorno, 1 soft drink per persona e snack salati e dolci
  • assicurazione medico/bagaglio Amitour Filo Diretto
  • kit da viaggio



I commenti sono chiusi