Bulgaria, storia, arte, vini & tradizioni

Le splendide montagne bulgare, i monasteri simili a eremi, le antiche chiese, le moschee, le rovine romane e bizantine e l'eccellente offerta gastronomica è sempre circondata da una sincera ospitalità. La Balgaria, se la conosci te ne innamori...

1° giorno: Italia - Sofia
Arrivo a Sofia e trasferimento organizzato dall'aeroporto all'hotel prescelto. Sistemazione nella stanza riservata. Pernottamento in hotel.

2° giorno: Sofia
Prima colazione in hotel, pranzo libero, cena libera
Al mattino, incontro con la guida parlante italiano e visita della capitale bulgara, una città dalla storia millenaria chiamata "La mia Roma" dall'Imperatore Costantino il Grande. Siti di grande interesse danno prestigio alla capitale: si visiteranno il forum di Serdica antica (l'antico nome della città), con le più recenti scoperte archeologiche di epoca romana che sono esposte accanto al palazzo della presidenza bulgara, Piazza Santa Nedelja (Santa Domenica), dove si trovano quattro templi di diverse religioni che formano un quadrilatero: la chiesa cattolica, la chiesa ortodossa, la sinagoga e la moschea che simboleggiano la pace tra le diverse religioni, la piazza Alessandro I in cui si trovano il Palazzo Reale e il Teatro Nazionale, il Tsar Osvoboditel Boulevard, il Parlamento, la Chiesa di Santa Sofia (il nome significa "saggezza" da cui deriva il nome della città), l'Università di Sofia e la Cattedrale di Aleksandăr Nevski (il più grande tempio ortodosso della Penisola Balcanica). A seguire, visita alla famosissima Chiesa di Bojana, simbolo del medioevo bulgaro, costruita nel 1259 e perfettamente conservata. La chiesa deve la sua fama ai notevoli affreschi che contiene, dipinti a partire dal 1259. Essi costituiscono un vero e proprio secondo strato sopra i dipinti dei secoli precedenti e rappresentano uno degli esempi più completi e meglio conservati dell'arte medievale dell'Europa orientale. Sui muri della chiesa sono dipinte un totale di 89 scene, con 240 figure umane. L'autore di questi capolavori è sconosciuto, ma probabilmente appartiene alla scuola di Veliko Tărnovo. A seguire, visita del Museo di Storia Nazionale che espone una vasta collezione di più di 650.000 reperti, dalla preistoria ad oggi; il museo è stato recentemente spostato nella bellissima residenza dei presidenti di Bulgaria ai piedi del monte Vitosha. Rientro in hotel e pernottamento.

3° giorno: Sofia - Koprivštica - Starosel - Cantina Starosel - Sofia
Prima colazione in hotel, pranzo libero, cena libera
Dopo colazione partenza per Koprivštica, un piccolo paese situato in una pittoresca valle tra le montagne nella parte centrale della Bulgaria. Città con un spirito particolare, dove si può sentire l'atmosfera unica del periodo del Risorgimento (o risveglio nazionale) Bulgaro (sec. XVIII - XIX). Stupende e originali case del XIX secolo, dimore di alcuni eminenti scrittori come Dimčo Debeljanov e Ljuben Karavelov, o ribelli contro gli ottomani come Georgi Benkovski e Todor Kableškov. Di questo periodo sono rimasti 388 monumenti architettonici - case, ponti ad archi, chiese, fontane autentiche, mura di pietra - la maggior parte dei quali sono stati completamente restaurati. Nel 1952 Koprivštica è stata proclamata città-museo e nel 1978 riserva nazionale architettonica e storica e centro del turismo internazionale. Dopo le visite, partenza verso Starosel. Nei pressi di Starosel si trova un sito archeologico di eccezionale importanza. Sulla sommità di un poggio è stato rinvenuto un tempio trace del V secolo a.C., adibito alla pratica di riti orfici, dove avvenne la divinizzazione del re Sitalk, tra i più gloriosi della dinastia degli Odrisi. Si prosegue con la visita alla Cantina Starosel, unica in tutta la Bulgaria ad utilizzare alta tecnologie ed attrezzature speciali per la fermentazione e la selezione delle uve che consentono la trasformazione annua di 1000 tonnellate di uve. Rientro a Sofia e pernottamento in hotel.

4° giorno: Sofia - Melnik -  Villa Melnik - Sofia
Prima colazione in hotel, pranzo libero, cena libera
Al mattina partenza per Melnik luogo unico ed indimenticabile, conosciuta come "la città delle piramidi di sabbia" è anche la più piccola città in Bulgaria (appena 208 abitanti), ricca di originali case medievali. Visita alla Casa Kordopulova - fu costruita nel 1754 e risulta il più grande edificio del rinascimento bulgaro. Di proprietà della ricchissima famiglia Kordopulovi, dispone di propria cantina, scavata nella roccia, sabbia, dove si potrà gustare un bicchiere di vino, il miglior vino rosso del paese. La natura intorno è pittoresca e si possono vedere le più grandi piramidi rocciose in Bulgaria. Si prosegue a Villa Melnik: il proprietario, Nikola Zikatanov, nato nel villaggio di Kapatovo di fronte alla cantina, ha deciso di dedicarsi alla vinificazione per la produzione di un vino fedele alla tradizione. Rientro a Sofia e pernottamento in hotel.

5° giorno: Sofia - Plovdiv - Villa Yustina - Sofia
Prima colazione in hotel, pranzo libero, cena libera
Dopo colazione partenza per Plovidiv fondata nel IV secolo dal padre di Alessandro Magno - re Filippo II di Macedonia. La regione di Plovdiv è sicuramente una delle più importanti della nazione, questo grazie alla sua importanza economica, dovuta alla sua posizione strategica lungo le più importanti vie di commercio della zona e nella storia, e dal significativo numero di resti storici e di tracce culturali lasciate dei vari popoli che qui si sono susseguiti. Luciano il greco definì Plovdiv "la più grande e bella città" in Tracia, attualmente si potrebbe dire in Bulgaria, quanto meno per la bellezza. In realtà è oggi la seconda in ordine di grandezza e conserva un patrimonio storico e culturale di primaria importanza; qui vissero e si combatterono Traci, Macedoni, Greci, Romani, Bizantini e Ottomani, per arrivare all’epoca del rinascimento bulgaro, la quale anch’essa ha lasciato molti ed evidenti segni. Le tracce lasciate dalla storia ha reso Plovidv un vero e proprio museo a cielo aperto! Si trovano quindi esempi di edifici che ripercorrono quasi l’intera storia d’Europa e passeggiare tra le rovine ed i monumenti è un vero e proprio viaggio nel tempo. Si perosegue per Villa Yustina: famosissima cantina, anzi, cantina-boutique, con una capacità di trattare 300 tonnellate di uve  proprie. L'invecchiamento avviene in una cantina  sotterranea e può contenere fino a 600 botti. Rientro a Sofia e pernottamento in hotel.

6° giorno: Sofia - Panagjurište - cantina Rumelia - Sofia
Prima colazione in hotel, pranzo libero, cena libera
Al mattino partenza verso Panagjurište, una cittadina del periodo del Risorgimento Bulgaro. Visita del complesso etnografico e il suo Museo storico, dove si potrà ammirare il Tesoro di Panagjurište: è un corredo tracio rinvenuto dai tre fratelli bulgari Pavel, Petko e Michail Deikovs l'8 dicembre 1949, nei pressi della cittadina di Panagjurište. Il tesoro consiste di sette rhyta (contenitori per versare liquidi, in particolare vino), un'anfora ed una phiale tutti in oro a 23 carati, per un totale di 6,164 kg. Probabilmente vennero eseguiti da artisti traci nei pressi di Lampsaco, dal momento che sulla phiale c'è una misura usata in quella città, e risalirebbero al IV-III secolo a.C. Vista la fattura, probabilmente appartennero ad un re odrisio, forse a Seute III. Il tesoro è uno dei massimi esempi di oreficeria tracia e probabilmente venne sepolto all'arrivo dei Celti, nei primi decenni del III secolo a.C. Tutti gli oggetti sono riccamente e sapientemente decorati con scene mitologiche degli antichi traci, i costumi e la vita. Si prosegue per la Cantina Rumelia, dove si lavorano uve di alta qualità dopo rigorosi controlli su ogni lotto di uva. Si produzono circa 500 bottiglie di vino l'anno; per l'invecchiamento si utilizzano botti in rovere francese, americano e bulgaro. Rientro a Sofia e pernottamento in hotel.

7° giorno: Sofia - Monastero di Rila - Cantina La valle dei Medi - Sofia
Prima colazione in hotel, pranzo libero, cena libera
Dopo colazione partenza per il Monastero di Rila. Questo monastero, fondato nel X sec. da San Giovanni di Rila, è decisamente il luogo spirituale di maggiore importanza per il popolo bulgaro, simbolo e rifugio durante i periodi più bui della storia, oggi meta di pellegrinaggio da tutta la nazione; ogni uomo o donna di Bulgaria deve recarsi qui almeno una volta nella vita ed è realmente palpabile l'emozione nell'entrare in questo luogo. Il monastero è un vero gioiello, perfettamente conservato ed incastonato in una cornice di montagne che lo rendono ancora più affascinante e suggestivo; la visita include la chiesa interna al monastero ed il museo, dove meglio comprendere la sua lunga storia. Il monastero di Rila è molto probabilmente la più alta espressione architettonica ed artistica di questo tipo di edifici in tutta la Bulgaria, inserito inoltre in un paesaggio veramente affascinante. In questa escursione si può vedere la splendida (e ritenuta miracolosa) Icona della Vergine Maria, la cucina del monastero, il museo che ne racconta la lunghissima ed eroica storia, la Torre del despota Hrelio, la sua particolare architettura ed i suoi unici quanto bellissimi affreschi; inoltre si ha la possibilità di far spaziare lo sguardo da alcuni punti di vista privilegiati sul panorama circostante. A seguire, visita della cantina "La valle dei Medi", una cantina moderna e 370 acri di vigneti, coltivati con varietà Chardonnay, Traminer, Sauvignon Blanc, Merlot e  Cabernet Sauvignon. Rientro a Sofia e pernottamento in hotel.

8° giorno: Sofia - Italia
Prima colazione in hotel
Tempo libero a disposizione. All'ora convenuta trasferimento organizzato dall'hotel all'aeroporto.

Sistemazioni alberghiere disponibili a Sofia:
1) Sofia Palace hotel 3* sup
oppure
2) Hotel Ramada Sofia 4*
oppure
3) Hotel Anel Sofia 5*




I commenti sono chiusi