Buen Camino!

Che sia per motivazioni spirituali, per la voglia d'avventura, come sfida personale o per fare turismo in modo originale e diverso, ogni anno milioni di pellegrini si avventurano nel cammino di Santiago: un viaggio attraverso la Spagna che per molti rappresenta un’esperienza indescrivibile e che quasi tutti vogliono ripetere.Intraprendere il Cammino di Santiago è un’avventura sicuramente emozionante, che lascerà un ricordo indelebile. La meta del viaggio è la cattedrale di Santiago de Compostela, in Galizia, dove si trova la tomba dell’apostolo Giacomo.E' giunto il momento di imparare la parola magica che sentirete ripetere mille volte lungo il percorso: BUEN CAMINO!    E dopo questa esperienza, all'arrivo a Santiago, sono tutti d’accordo: lo sforzo è valso la pena.

1° giorno: aeroporto Santiago - Sarria (100 km)
Arrivo all'aeroporto di Santiago e trasferimento a Sarria. Sistemazione nelle camere riservate. Pernottamento.

2° giorno: Sarria - Portomarin (21 km a piedi)
Dopo la prima colazione, iniziarete la giornata attraversando Barbadelo. In questo paesino merita una fermata la chiesa di Santiago, dichiarata Monumento Storico Nazionale. Il paese successivo che si raggiungerà è Rente, poi Mercado de Serra, umile borgo nel quale di solito accorrevano i giudei per negoziare e fornire merci ai pellegrini. Il cammino continua attraverso Brea, Ferreiros, Rozas e Vilachá, paesino rurale di contadini dove si conservano le rovine del Monastero di Loio, culla dei Cavalieri dell'Ordine di Santiago. Merita una sosta l'eremita di Santa María di Loio, con muri di stile visigoto. Arrivo a Potomarín, un vecchio borgo sepolto dalle acque dopo la costruzione di una diga. Pernottamento.

3° giorno: Portomarin - Palas de Rei (24 km a piedi)
Dopo la prima colazione si riprende il cammino, attraverso Gonzar, Castromayor, Hospital da Cruz, Ventas de Narón, Lameiros, dove ci si può fermare per visitare la Cappella di San Marco ed ammirare un bel transetto. Si prosegue poi lungo Ligonde, Ebbe, Albergo, Portos, Lastedo e Valos prima di giungere a Palas de Rei, meta della tappa odierna. Pernottamento.

4° giorno: Palas de Rei - Arzua (28 km a piedi)
Dopo la prima colazione, entriamo nella provincia de A Coruna. Attraversando San Xulián, Pontecampaña, Casanova, Coto, Leboreiro, che conserva un'antica strada romana; Furelos, Melide (dove si mangia il miglior polpo alla gallega del mondo). Qui si unisce il Cammino francese a quello del Nord proveniente da Oviedo. Si prosegue lungo Carballal, Ponte das Penas, Raido, Bonete, Castaneda, Ribadiso, e infine si raggiunge la macchia di rosmarino e timo alla fine della tappa, ad Arzúa. Pernottamento.

5° giorno: Arzùa - A Rua/Pedrouzo (20 km a piedi)
Dopo la colazione si inizia il cammino attraverso Las Barrosas, Calzada, Calle, Salceda, Brea e Santa Irene, fino ad arrivare ad A Rua. Pernottamento.

6° giorno: Pedrouzo - Santiago de Compostela (19 km a piedi)
È arrivato il giorno.... inizia l'ultima tappa del Cammino di Santiago, lungo il quale avete potuto ammirare le innumerevoli meraviglie frutto di secoli di storia. Il percorso si snoda attraverso Burgo, Arca, San Antón, Amenal e San Paio. Poi si entra a Lavacolla, paese dove gli antichi pellegrini si lavavano e si cambiavano per entrare nella città di Compostela. L'itinerario prosegue lungo Villamalor, San Marcos, Monte do Gozo (il primo punto da dove si scorge il campanile della Cattedrale, e da cui deriva il nome ‘Monte di Gioia’ ), San Lázaro, e finalmente, SANTIAGO DE COMPOSTELA. E giunge anche il momento di seguire le tradizione: si va al Portico della Gloria, sotto l'immagine dell'Apostolo sedente, per esprimere tre desideri. Poi si deve rispettare il rito pagano delle testate: dietro la stessa colonna c'è la statua del maestro Mateo (il costruttore) alla quale si danno tre testate "affinché trasmetta la sua sapienza ed il talento". Infine ci si reca alla cripta dove si trova il sepolcro di Santiago, e finalmente si può celebrare la tradizione più significativa, che è l'abbraccio al Santo. Pernottamento.

7° giorno: Santiago de Compostela
Santiago de Compostela deve il suo nome all’Apostolo Santiago del quale qui vennero rinvenuti i resti nel secolo IX. Questa scoperta porta rapidamente il luogo a divenire luogo di pellegrinaggio, prima dalla penisola Iberica e successivamente da tutta Europa. Tutta la città è cresciuta all'ombra della Cattedrale eretta nel luogo del ritrovamento. In mattina sarà possibile assistere alla popolare "messa del pellegrino" dove si vede spesso "volare" il "botafumeiro" (un gigantesco incensiere), che è diventato simbolo della città. Pomeriggio libero per godere del vostro tempo, passeggiando per le stradine del centro storico dove ogni angolo è una lieta sorpresa. E qui finisce il viaggio, con la speranza che questa esperienza vi abbia regalato emozioni uniche e buone per la mente, per il corpo e per il cuore. Sistemazione in agriturismo in camere doppie con servizi privati.

 

Post it

CONSIGLI PER LE TAPPE A PIEDI:
Le tappe a piedi seguono esattamente il famoso Cammino di Santiago, e si svolgono su sentieri non asfaltati. Si raccomanda di munirsi, oltre ai normali bagagli, di:
- Un piccolo zaino, per portare con se acqua, frutta o dolci e oggetti personali
- Vestiti e scarpe comode (meglio portarne un paio di ricambio)
- Cappelli
- Giacche o giubotti per la notte (anche in estate la sera rinfresca)
- K - way
- Se durante il cammino, per qualsiasi motivo, siete impossibilitati a proseguire, potete chiamare un taxi da uno dei molti punti di ristoro presenti lungo il percorso e raggiungere così la tappa prevista.


LE RISPOSTE ALLE DOMANDE E AI DUBBI PIU' FREQUENTI:

Vado senza prenotare, troverò ugualmente dove dormire...
Anni fa era relativamente facile, ma oggi nei mesi di aprile, maggio e ottobre è diventato rischioso, e quasi impossibile in luglio, agosto e settembre. Solo Santiago de Compostela dispone di una buona ricettività alberghiera, mentre nelle altre tappe del Camino ci sono solo pensioni, ostelli, agriturismo: tutte strutture piccole con pochissime camere (da 4 a 8). E tenete presente che dopo ore di cammino, è preferibile non perdere tempo alla ricerca di un alloggio da raggiungere ancora camminando (o fare la coda agli ostelli presi d'assalto). Per godere appieno dell'esperienza del viaggio, il nostro consiglio è quello di prenotare prima.
Non sono in forma...
Ovviamente si tratta di un viaggio impegnativo, ma nulla di eccezionale: è alla portata di tutti, dai bambini di 8 anni alle persone che hanno superato i 75! Non bisogna essere un atleta olimpico. Piano piano, s’arriva lontano...
Ho paura di perdermi...
Impossibile. Ovunque andrete, troverete una freccia gialla o un simbolo di conchiglia. E comunque, incontrerete sempre altri pellegrini lungo il Camino, pronti a darvi una mano.
Come sono gli alloggi?
Abbiamo previsto per voi graziosi agriturismo, vecchie fattorie o case di campagna ristrutturate e molto accoglienti. In queste strutture la prima colazione sarà abbondante, con l’aggiunta di uova o salumi, yogurt e frutta... perché dovete iniziare la giornata facendo il pieno di energia!
In alcuni casi gli alloggi sono a breve distanza dal punto conclusivo della tappa: sarà sufficiente telefonare all’albergo ed in pochi minuti verrà un auto a prendervi (come anche la mattina successiva, per riportarvi allo stesso punto per il proseguimento della camminata)
A Santiago (se richiesto) potremo prenotare per voi un hotel 4 stelle: il giusto premio dopo la fatica affrontata durante il Camino.....
Io non ho motivazione religiosa, non sono un pellegrino...
Allora appartenete alla maggioranza di quelli che lo fanno. La bellezza della natura e dell’arte diverranno le motivazioni principali, ma sarà l’incontro con le altre persone in cammino a regalarvi la vera gioia di questo viaggio.
Che cos’è la credenziale del Cammino?
Chiamata "La Compostela", è un curioso certificato scritto in latino che costituirà il simpatico ricordo del vostro viaggio: vi verrà consegnata una scheda da presentare all’Ufficio del Pellegrino di Santiago per dimostrare che avete fatto almeno 100 km. Durante il Cammino ogni giorno dovrete far timbrare la scheda in qualsiasi bar, negozio o alloggio autorizzato... ce ne sono ovunque.

La quota comprende

  • trasferimento dall'aeroporto di Santiago a Sarria in auto privata o minivan
  • sistemazione in camera a due letti in agriturismo "charme" con bagno privato
  • trattamento di pernottamento e prima colazione
  • trasporto quotidiano del bagaglio da una tappa all'altra (max 20 kg per persona)
  • itinerario dettagliato consegnato all'arrivo
  • la "credenziale" del Cammino "La Compostela"
  • polizza medico-bagaglio Ami-Filo diretto
  • kit da viaggio



I commenti sono chiusi