Una donna turchese

Da qualche anno la Turchia ha awiato i negoziati per l'ingresso in Europa e questo ha fatto sì che finalmente informazioni su questo Paese cominciassero a circolare. Tuttavia, il campo non è ancora sgombro da grandi pregiudizi fortemente radicati, perché quasi sempre l'approccio passa attraverso la connotazione della fede: la Turchia è un Paese musulmano e questa sembra essere costantemente la chiave di lettura anche per capire l'universo femminile. Con Serra Yilmaz, attrice e intellettuale amata nel suo Paese e da molti anni anche in Italia grazie ai film di Ozpetek, l'autrice cerca di capovolgere questa logica. Le donne in Turchia, infatti, non sono figlie dell'Islam, o meglio non sono solo fìglie dell'Islam, e non sono tutte figlie dell'Islam: sono semplicemente e prima di tutto "donne", al di là di ogni connotazione di carattere religioso.

[www.lafeltrinelli.it]

I commenti sono chiusi