Marco Polo

Marco Polo. Un fotografo sulle tracce del passato
Michael Yamashita

Michael Yamashita è uno dei fotografi di punta del National Geographic, forse oggi il più conosciuto. Ha viaggiato e fotografato in tutti i continenti, ma l'Asia resta la sua principale area di interesse. E lì che ha incrociato più volte il cammino di Marco Polo, il mercante veneziano che viaggiò e visse per 25 anni (dal 1271 al 1295) nel lontano Oriente e poi lo raccontò (con l'aiuto di Rustichello da Pisa) nel celeberrimo "Milione". E lì che il fotografo statunitense di origine giapponese si è messo sulle tracce del grande veneziano, ripercorrendone l'itinerario da Venezia e il Medio Oriente lungo la Via della seta fino al Cathay di Kubilay Khan e poi a ritroso via mare verso la città natale lungo le coste dell'Indonesia e dell'India. Le Edizioni White Star hanno pubblicato, con la consueta cura, il ricchissimo volume "Marco Polo, un fotografo sulle tracce del passato", 504 pagine con 360 immagini a colori e testi di Michael Yamashita e introduzioni storiche di Gianni Guadalupi, da non far mancare nella propria biblioteca.

I commenti sono chiusi