Grecia

NOME COMPLETO DEL PAESE: Repubblica ellenica
CAPITALE: Atene
POPOLAZIONE: 11.295.002
LINGUA: greco
RELIGIONE: greco-ortodossa 98%, musulmani 1,3 %, altre 0,7%
ETNIA: il 98% della popolazione è di origine greca, ma esistono anche le minoranze turca, slavo-macedone e albanese
GOVERNO: repubblica parlamentare
FUSO ORARIO: + 1 rispetto l'Italia
CLIMA: Il clima mediterraneo sulle coste e sulle isole, con inverni miti ma con precipitazioni e caldo in estate rinfrescato da un sistema di venti stagionali detti "meltemi" che colpiscono maggiormennte le isole Cicladi. Sono due le stagioni principali della Grecia: la stagione invernale fredda e piovosa che dura dalla metà di ottobre alla fine di marzo e la stagione calda e secca che dura da Aprile a Ottobre. I mesi migliori per un viaggio in Grecia sono quelli primaverili (aprile-giugno) e da settembre a ottobre.
CORRENTE ELETTRICA: 220 v, 50 HZ
PREFISSO TELEFONICO: 0030
MONETA: Euro
PRINCIPALI AEROPORTI: Atene International Airport Eleftherios Venizelos, Rodi, Salonicco e Iraklio (Creta)
PRINCIPALI MANIFESTAZIONI: Giungo Festival di Atene, fine luglio Miaouleia a Idra, Novembre Maratona classica di Atene
LINKS UTILI: http://www.ente-turismoellenico.com/

TERRITORIO
La Grecia (Hellas in greco, da Hellen, personaggio mitico antenato di tutti i greci) confina a N con la Bulgaria e Fyrom, a NO con l'Albania, a NE con con la Turchia, a E con il mar Egeo, a S con con il mar Mediterraneo, a O con il mar Ionio. É formata dalla parte continentale più meridionale della penisola balcanica, che si espande verso sud abbracciata dal Mar Egeo e dal Mar Ionio, dalla penisola del Peloponneso, separata dal resto del continente dall'istmo e dal Canale di Corinto, oltre che da più di 3000 isole nel Mar Egeo e nel Mar Ionio, le più importanti delle quali sono Creta, Eubea, Lesbo, Chio, e quelle facenti parte della prefettura del Dodecaneso, delle Cicladi e delle Isole Ionie.

IMPERDIBILE

  • Atene. Non esiste posto migliore di Atene per conoscere la Grecia, anche se a volte a prima vista la capitale greca disorienta il visitatore, Atene è una città vivace e dotata di grande richiamo e fascino. Imperdibile il tour dell'Acropoli, incoronata dal Partenone, per godere di questo sito archeologico di primaria importanza dal quale da un lato si può ammirare Atene, distesa a perdita d'occhio, e dal lato opposto si scorgono le isole e i monti del Peloponneso. Ai piedi dei monti, giace il mercato o Agorá, in cui è possibile percorrere stradine risalenti all'antica Atene. I venditori ambulanti di origine zingara vi offriranno vestiti realizzati in tessuto intrecciato e ricami coloratissimi.
  • Peloponneso. Abitato fin dall'antichità, il Peloponneso prende il suo nome da Pelope, figlio del re di Lidia Tantalo che conquistò la regione. É una regione ricca di storia e con una grande varietà di panorami. Nel suo angolo nord-orientale si trovano gli antichi siti archeologici di Epidauro, Corinto e Micene. La vasta e spettrale città bizantina di Mystrás si arrampica lungo le pendici del Monte Taigeto: i suoi sentieri tortuosi e le sue gradinate portano ai palazzi abbandonati e alle chiese adorne di affreschi. Più a sud c'è il Máni con le sue montagne brulle e i paesaggi spogli punteggiati da torri in pietra, austere e imponenti e quasi tutte abbandonate, che svettano ancora come sentinelle solitarie a guardia della regione. Tra le altre località interessanti del Peloponneso ricordiamo l'antica Olimpia, lo splendido borgo medievale di Monemvassía e l'impressionante linea ferroviaria a cremagliera Diakoftó-Kalávryta, che si addentra nella profonda gola di Vouraikós.
  • Meteore. Importante centro della chiesa ortodossa, nonché una rinomata meta turistica, è stata dichiarata patrimonio dell'umanità dall'Unesco. Dei ventiquattro monasteri edificati con enormi sacrifici su queste falesie di arenaria, attualmente solo sei sono ancora abitati; i primi insediamenti risalgono all'XI secolo, quando i primi eremiti occuparono alcune grotte nei fianchi dei dirupi. Costruiti dentro e in cima a enormi pinnacoli di roccia liscia, i monasteri offrirono ai monaci un rifugio sicuro dai massacri che segnarono il tramonto dell'impero bizantino, verso la fine del XIV secolo.
  • Cicladi. Le Cicladi (dal greco Κυκλάδες, «circolare»), così chiamate per la loro disposizione a cerchio intorno a Delo, sono delle isole a sud-est della Grecia. L'arcipelago è composto da circa 220 isole e  rappresenta l'archetipo delle isole greche immortalate nelle cartoline: gli edifici di un bianco abbagliante si stagliano in netto contrasto con il blu intenso delle cupole delle chiese, mentre le spiagge di sabbia dorata sono lambite da acque cristalline.
  • Zagorohória. Gruppo di 46 villaggi di montagna rimasti intatti sino ai giorni nostri. Furono scenario di numerose leggende locali e vantano tuttora numerose importanti costruzioni: le case furono costruite esclusivamente con l'ardesia estratta dalle vicine montagne e questi villaggi, con le loro viuzze acciottolate e tortuose e le gradinate. Il Parco Nazionale di Vikos-Aoös comprende una buona parte di questa zona che, nonostante la popolarità di cui gode tra gli amanti del trekking, non è ancora stata raggiunta dal turismo di massa.

FORMALITÁ D’INGRESSO
I cittadini italiani e dei restanti paesi UE possono visitare la Grecia con la carta d'identità valida per l'espatrio o il passaporto. I minori di 15 anni devono essere muniti del passaporto personale; per ulteriori dettagli rivolgetevi al vostro comune di residenza o alla questura. La Grecia fa parte dello "spazio Schengen".
Per le formalità riguardanti cittadini non italiani consultare il sito
 http://www.poliziadistato.it/pds/cittadino/passaporto/passapor.htm 

VIAGGIATORI DISABILI
La Grecia non è ancora ben attrezzata per quanto riguarda i disabili. Ci sono strutture alberghiere con camere, bagni e servizi accessori per disabili, ma è sempre meglio verificare con attenzione quanto proposto perchè, per esempio, quello che viene garantito come bagno per disabili è talvolta semplicemente un ambiente più largo ma non necessariamente attrezzato. Maggiore attenzione alle persone disabili comincia ad esservi da parte di alcune compagnie di traghetti che propongono cabine e spazi comuni adeguati nonchè scale mobili che facilitano gli accessi.

SALUTE
Non è richiesta nessuna vaccinazione obbligatoria per i visitatori provenienti dall’Italia. I cittadini italiani che si recano temporaneamente (per studio, turismo, affari o lavoro) in Grecia (Stato membro dell'Unione Europea) possono ricevere le cure mediche necessarie e urgenti previste dall'assistenza sanitaria pubblica locale se dispongono della Tessera Europea di Assicurazione Malattia (TEAM) chiamata Tessera Sanitaria. Ogni membro della famiglia dovrà avere la propria tessera. Consigliamo comunque di portare con sé una piccola farmacia da viaggio e di stipulare un'assicurazione sanitaria che preveda, oltre alla copertura delle spese mediche, anche l'eventuale rimpatrio aereo sanitario o il trasferimento in altro paese.

IN VALIGIA
L'ideale è un abbigliamento pratico ed estivo, da non dimenticare una felpa per coprirsi dal meltemi serale. Da non dimenticare nel bagaglio: occhiali da sole, cappellini e creme solari se si viaggia nel periodo estivo.

CUCINA
La cucina greca è una cucina semplice ed appetitosa tipicamente mediterranea che fa uso quasi esclusivamente di prodotti mediterranei quali l'olio d'oliva, la carne d'agnello, il pesce e le ottime verdure: zucchine, melanzane, peperoni e gli immancabili pomodori. Il pasto comincia con vari mezèdes, antipasti a base di olive nere, sottaceti, acciughe, salame, formaggio, involtini di riso o di carne tritata. Tra i piatti principali vi sono il mussakà, pasticcio di carne, melanzane e besciamella cucinato al forno, i souvlakia, spiedini di carne e verdura; i dolmades, foglie di vite (o di verza) ripiene, e fresche insalate condite con pomodori, cipolle, olive, peperoni e feta, il tipico formaggio greco di latte di pecora. Immancabile lo tzaziki: salsa di yogurt, cetrioli, aglio e menta da accompagnare ai vari piatti o da spalmare sul pane. Ottime anche le orate, i dentici, i branzini, la zuppa di scorfani e i brodetti con pesci di scoglio. Alla fine del pasto arriva il dolce tra i più tipici: il baklavas (sfoglia con mandorle tritate e miele).

SHOPPING
Si possono fare molti acquisti interessanti interessanti in Grecia: oggetti di artigianato quali ad esempio gioielli, mobili, stivali, tessuti tappeti, ricami. Anche i  prodotti alimentari possono rappresentare un ricordo da portare a casa: una specialità sono  i dolci di fichi imbevuti di oùzo (liquore tradizionale nazionale) e le paste di noci.

I commenti sono chiusi