Germania

La Germania è meta ricca di proposte e soddisfa le esigenze più disparate: da chi è interessto alle importanti fiere annuali di Francoforte, Colonia, Stoccarda, Hannover e Lipsia, agli amanti dello sport che troveranno in Germania occasioni per le più diverse attività, dallo sci al ciclismo, dall’automobilismo al tennis. E' inoltre meta imperdibile per tutti gli amanti di arte, musica e architettura. Intensa è la vita culturale intorno ai numerosi musei di arte classica, pittura antica, della tecnica. Le stagioni musicali tedesche sono per gli appassionati un appuntamento da non mancare. Non da ultimo, la cucina eccellente a coronamento.

CAPITALE: Berlino 
POPOLAZIONE: 82.437.995
LINGUA: tedesco
RELIGIONE: protestanti 42,8%; cattolici 32,1%; musulmani 2,1%; ebrei 0,1%; altri 22,9%
ETNIA: tedeschi 91,1%; turchi 2,3%; italiani 0,7%; serbi e montenegrini 0,7%; polacchi 0,4%; greci 0,4%; austriaci 0,2%; spagnoli 0,2%; altri 4%
GOVERNO: repubblica federale
FUSO ORARIO: come l'Italia
CLIMA: Il clima della Germania è di tipo continentale con estati abbastanza calde ed inverni miti nella parte occidentale, freddi in quella orientale. Il tempo è molto instabile con precipitazioni più abbondanti ad ovest, meno ad est. Il picco delle precipitazioni si ha nella tarda primavera ed in estate.
CORRENTE ELETTRICA: 220 volts, 50Hz
PREFISSO TELEFONICO: 0049
MONETA: euro
PRINCIPALI AEROPORTI: Berlino, Tegel Airport
            Berlino, Schoenefeld Airport
            Francoforte, Frankfurt International Airport
            Monaco, Franz Josef Strauss Airport
PRINCIPALI MANIFESTAZIONI: luglio, Stuttgart, Jazz Festival; ottobre, Francoforte, Buchmesse, la maggior fiera del libro al mondo; ottobre, Monaco, Oktoberfest
LINKS UTILI: www.germany-tourism.de

TERRITORIO
Comprende a sud il versante settentrionale della catena alpina fra il lago di Costanza e il fiume Salzach: gli aspri rilievi boscosi digradano nell’ondulato altopiano svevo-bavarese. La parte centrale del Paese è formata da una regione montuosa, interrotta da bacini e conche che aprono la via verso la pianura settentrionale. A nord del Danubio i rilievi centrali si dispongono a corona intorno al bacino svevo-francone, percorso dai fiumi Neckar e Meno. Tra la Selva Nera e i Vosgi francesi si interpone la Fossa Renana. A est si estendono il bacino della Turingia e la Sassonia, che dai monti Metalliferi scende verso la pianura settentrionale. A nord-est la pianura è intersecata da una fitta rete fluviale formata dall’Elba e dai suoi affluenti. Le coste sono basse e dunose, fronteggiate da banchi o festoni di isole e incise dai profondi estuari dell’Elba.

IMPERDIBILE

  • Berlino, capitale della Germania, è una metropoli pulsante di vita che oggi si presenta in parte come un immenso cantiere. Nonostante l’avvenuta riunificazione permangono sensibili differenze nella struttura urbanistica e nella composizione sociale della parte occidentale e orientale. Teatri dell'opera, auditori per concerti e teatri animano la vita culturale berlinese e gli oltre 100 musei soddisfano ogni interesse. La Porta di Brandeburgo in Pariser Platz costruita tra il 1788 e il 1791, è il simbolo di Berlino. Racchiusa tra il canale della Sprea e il Kupfergraben si estende Museumsinsel, l'isola dei Musei: uno straordinario complesso che comprende Pergamonmuseum, Bodemuseum, Altes Museum, Alte Nationalgalerie e Neues Museum. Il duomo, Berliner Dom, è un edificio neobarocco e la chiesa principale del protestantesimo prussiano, costruito tra il 1893 e il 1905. K Vale la pena di visitare anche Nikolaikirche, la Chiesa di San Nicola, il più antico edificio sacro di tutta Berlino, che ospita oggi una mostra permanente sulla storia della città. Il castello di Schloss Charlottenburg venne fatto costruire come residenza estiva della principessa Sophie Charlotte, moglie di Federico III, futuro re di Prussia, e venne completato nel 1790 nelle sue forme attuali. Molto belli il parco e il Belvedere. Postdamer Platz è il nuovo centro di Berlino, con oltre 120 negozi, 20 sale cinematografiche, un grande teatro di musical e molto altro. Da non perdere l’Alte Kongresshalle, Haus der Kulturen der Welt, che funge oggi da Casa delle culture del mondo.
  • Amburgo è la seconda della Germania in ordine di grandezza e uno dei principali porti d’Europa. Sede di università e di numerose case editrici, è un importante centro congressuale. Punto di maggiore interesse è il grande bacino d’acqua del Binnenalster; accanto al porto ci sono numerose gallerie coperte e navi-museo. Vale la pena di visitare la Speicherstadt, la storica zona dei vecchi magazzini portuali. La Monckebergstrasse è la principale strada commerciale di Amburgo; poco lontano è situato il Museo di Arti Decorative che è l’esposizione più completa di artigianato artistico tedesco europeo e asiatico.
  • Bonn, sulle rive del Reno, è ricca di splendidi edifici storici e gode di una vivace vita mondana con eventi culturali di altissimo livello. Vi ha sede un'illustre università ed è intimamente legata al mondo artistico in quanto città natale di Beethoven. Fulcro del centro storico è Markaplatz dove si erge il vecchio municipio. La casa natale del compositore Ludwig van Beethoven è stata trasformata in un museo che ospita anche concerti di musica da camera. Poco distante si trovano diversi musei di altissimo valore: Kunstmuseum, Museum Alexander Koenig, Kunst und Ausstellungshalle e Haus der Geschichte. Il castello di Poppelsdorf, con annesso il giardino botanico, si trova nella zona sudo-vest della città.
  • Brema, situata sul corso del fiume Weser, è un importante centro industriale. La Marktplatz, con il Municipio e lo Schütting, il Duomo di S. Pietro e il Roland, è considerata una delle più belle piazze della Germania. Gli edifici sacri più importanti sono il Duomo di S. Pietro e le chiese di Nostra Signora, di S. Martino e di S. Giovanni, vicini a Marktplatz.
  • Francoforte sul Meno è uno dei massimi centri commerciali e finanziari del Paese. Römerberg è la piazza del municipio accuratamente restaurata, in mezzo alla quale si trova la seicentesca Fontana della Giustizia. Tutt’intorno sono raccolti gli edifici di maggiore interesse. Sul lato ovest della piazza, si erge il municipio della città, un complesso di 11 case, tra cui spicca la Haus Romer. Importantissima la Casa di Goethe. Molto interessante anche il Kaiserdom, il Duomo gotico nel quale sono stati incoronati dieci imperatori e re tedeschi. Historischer Garten è un sito archeologico romano del I secolo d.C. Accanto agli edifici antichi si erge la Commerzbank, attualmente l'edificio amministrativo più alto d'Europa (257,7 m).
  • Monaco è senza dubbio la città turistica per eccellenza. Conosciuta soprattutto per l'Oktoberfest, è un centro artistico e culturale che vanta 2 teatri dell'opera, 45 musei e collezioni e 42 teatri di prosa. Vale la pena di visitare l’Hofbrauhaus, da molti considerata la più famosa birreria del mondo. Il simbolo di Monaco è la chiesa di Nostra Signora. Da visitare l’Englischer Garten (giardino inglese), considerato il polmone verde di Monaco, con i suoi 3,7 kmq di superficie, uno dei più grandi e dei più bei parchi all'inglese del mondo.
  • La Baviera si estende su un vasto altopiano collinare ai piedi delle Alpi, attraversato da ovest a est dal Danubio. È una regione adatta a tutte le stagioni: in inverno la zona alpina diventa il punto di maggior richiamo grazie alla bellezza delle sue stazioni sciistiche; in primavera e in estate, una miriade di sentieri escursionistici accolgono gli amanti delle passeggiate nel verde, a piedi, in bici o a cavallo. L’autunno è il periodo da dedicare alla cura del corpo nelle eccellenti località termali.
  • La Foresta nera, ricca di boschi di impareggiabile bellezza, è un immenso polmone verde al quale fanno da cornice le valli del Reno, del Danubio e, all'estremo sud, il Lago di Costanza. La regione che la accoglie è ricca di storia: municipi e castelli, cattedrali e abbazie in stile gotico ne testimoniano ancora oggi il passato glorioso. La regione vanta anche una significativa presenza industriale e notevoli tradizioni in campo artistico e culturale. Qui nacquero Albert Einstein, i poeti e drammaturghi Friedrich Schiller e Friedrich Hölderlin, i filosofi Georg Wilhelm Friedrich Hegel e Martin Heidegger.

FORMALITA' D'INGRESSO
Al cittadino italiano per visitare la Germania  è sufficiente la carta d’identità valida per l'espatrio. Per le formalità riguardanti bambini e cittadini non italiani consultare il sito http://www.poliziadistato.it/pds/cittadino/passaporto/passapor.htm

VIAGGIATORI DISABILI
Generalmente la Germania pone attenzione a queste problematiche. Rampe e ascensori adatti si trovano in molti edifici pubblici, compreso le stazioni ferroviarie, i musei, i teatri ed i cinematografi. Gli hotel più recenti  hanno stanze dedicate per gli ospiti disabili. Miglioramenti si attendono anche per agevolare chi ha disabilità diverse da quella motoria.

SALUTE
Non è richiesta nessuna vaccinazione. Come in ogni viaggio è consigliabile essere in regola con la vaccinazione antitetanica per eventuali ferite e prendere le normali precauzioni.
               
IN VALIGIA
Suggerito un abbigliamento pratico ed informale, qualche capo pesante per la sera anche in estate, scarpe comode, un impermeabile o un ombrello, farmacia da viaggio.

CUCINA
Anche se l'immaginario collettivo associa crauti, wurstel e patate alla cucina tedesca, questa in realtà è ben più varia e articolata, con tradizioni e specialità diverse in ogni regione. Le minestre più diffuse sono quelle di patate, il minestrone, la minestra di coda di bue e la minestra di gulasch. Nel Nord del Paese le minestre sono spesso a base di pesce. Ovunque è proposto come antipasto il pane nero con lardo spalmato. Vi sono numerosi piatti a base di carne: la cotoletta impanata, la bistecca di carne tritata, le polpette di carne, lo stinco di maiale, le salsicce e il gulasch. La selvaggina è abbondante e viene in genere servita con salse dolci, come la salsa di mirtilli. Molto apprezzate le aringhe affumicate o in salsa di panna acida. Diffusi sono anche la trota alla mugnaia e i vari tipi di filetto di merluzzo, sogliola, platessa, sgombro e salmone. Grande l’offerta di dolci e dessert. Le torte sono spesso arricchite con panna. Tipico del Nord è il rote grütze, un budino cotto a base di frutti di bosco, con crema alla vaniglia. Tra le numerose specialità del sud spicca l’Apfelstrudel, a base di mele, spesso condito con crema alla vaniglia calda o con gelato e, naturalmente, la Bavarese.
La bevanda nazionale è la birra e quasi ogni città ha il proprio birrificio. Sono molto diffuse anche le combinazioni di birra e limonata. Anche i vini tedeschi sono apprezzabili: i più conosciuti sono quelli delle valli della Mosella e del Reno, della Franconia, del Baden e della Sassonia.

SHOPPING
Esiste un’ampia scelta di prodotti tipici: in Baviera si trovano i cappotti Loden e i boccali per la birra in vetro, terracotta o peltro; nel Sud della Baviera si comprano soprattutto oggetti intagliati in legno. La cittadina di Mittenwald è famosa per la produzione di violini. Nella Foresta Nera è possibile acquistare i famosi orologi a cucù. Pforzheim è chiamata la “città dell’oro”  e Idar-Oberstein è rinomata per le pietre preziose. La zona di Norimberga è il paradiso dei giocattoli, mentre in Sassonia vengono prodotti oggetti in oro e stagno. Gioielli in ambra si possono acquistare nel Nord del Paese. Monaco di Baviera e Meissen sono le città della porcellana. Solingen è conosciuta per posate, coltelleria e forbici di ottima qualità. Nel periodo dell’Avvento, in tutta la Germania si tengono i mercatini di Natale, suggestivi e ricchi di curiosità.

I commenti sono chiusi