Francia

Dall'appassionato d'arte al buongustaio allo sportivo, ognuno troverà in Francia soddisfazione alle proprie passioni: alcuni dei più completi musei e collezioni d’arte del mondo, città ricche di storia, un infinito numero di ristoranti,  prodotti gastronomici e aziende vinicole, stazioni sciistiche e balneari e molto altro ancora rendono la Francia uno dei Paesi più affascinanti d'Europa.

CAPITALE:Parigi 
POPOLAZIONE: 61.353.000
LINGUA: francese
RELIGIONE: cattolici 76,2%; musulmani 5,6%; protestanti 1,9%; ebrei 1,0%; non religiosi / atei 14%; altri 1,3%
ETNIA: francesi 94,4%; portoghesi 1%; marocchini 0,9%; algerini 0,8%; turchi 0,4%; italiani 0,3%; spagnoli 0,3%; tunisini 0,3%; altri 1,6%
GOVERNO: repubblica
FUSO ORARIO: come l'Italia
CLIMA: situato nella zona temperata, il Paese avverte comunque una compresenza di clima mediterraneo, atlantico e continentale. Il clima atlantico della Bretagna è caratterizzato da debole escursione termica, inverni generalmente miti, primavere tardive, estati fresche e frequenti precipitazioni in ogni stagione. La zona di Parigi ha inverni più rigidi che in Bretagna con estati relativamente fresche e precipitazioni non molto copiose. Clima semi-continentale in Lorena, Alsazia e nel bacino della Saona con inverni freddi, estati relativamente calde, precipitazioni distribuite tutto l'anno ma con massime in autunno mentre l'Aquitania ha inverni freddi, primavere precoci e piovose, estate abbastanza calde. Lungo le coste     mediterranee gli inverni sono miti, le primavere piovose e le estati calde e secche con cielo sereno.
CORRENTE ELETTRICA: 220 volts, 50Hz
PREFISSO TELEFONICO: 0033
MONETA: euro
PRINCIPALI AEROPORTI: Parigi, Roissy Charles de Gaulle Airport
            Parigi, Paris Orly Airport
            Nizza, Nice Côte D'Azur Airport
            Bordeaux, Bordeaux - Mérignac Airport
            Marsiglia, Marseille – Provence Airport
            Tolosa, Toulouse Blagnac Airport
            Grenoble, Grenoble Isère Airport
PRINCIPALI MANIFESTAZIONI: marzo, Grenoble, Jazz Festival; maggio, Cannes, Festival del Cinema; giugno, Parigi, Open di tennis Roland Garros; luglio, Avignone, Festival del Teatro; novembre, Digione, Festival Internazionale del Vino e della Tavola
LINKS UTILI: www.franceguide.com

TERRITORIO
Si possono distinguere due paesaggi prevalenti: a ovest e a nord dominano le pianure, interrotte da rilievi modesti, che si aprono sull’oceano Atlantico e sulla Manica con coste basse e sabbiose a sud e alte rocciose a nord. Nei settori centrale, orientale e sudorientale predominano le montagne. La maggior parte dei corsi d’acqua tributa a uno dei quattro grandi fiumi: il Rodano sul versante mediterraneo, la Garonna, la Loira e la Senna su quello atlantico. Fa parte del territorio francese anche la Corsica, isola del Mediterraneo centrosettentrionale prevalentemente montuosa, con coste articolate a ovest e regolari a est.

IMPERDIBILE

  • Parigi rappresenta il centro politico-amministrativo, economico, culturale, turistico, commerciale del Paese. Questa splendida città, dominata a nord dalla collina di Montmartre e dal Buttes-Chaumont e a sud dalla Montagne de Sainte Geneviève, esercita da sempre un fascino straordinario, con i suoi vasti boulevard disseminati di caffè, bistrot e brasserie e animati da un traffico intenso, cui fanno da contrappunto le vie secondarie degli antichi quartieri residenziali, la passeggiata degli Champs Elysées, la Senna, l’eleganza degli atelier alla moda, la raffinata gastronomia e la ricchezza culturale dei musei. Poche città al mondo sono riuscite, come Parigi, a integrare vecchio e nuovo, passato e futuro. Il centro di Parigi può essere considerata Place de la Concorde: è certamente una delle più belle piazze del mondo. A ovest, in fondo agli Champs Elysées, è visibile l’Arc de Triomphe, a est i giardini delle Tuileries. Al centro della piazza è posto un obelisco alto 23 metri proveniente da Luxor e risalente al XIII secolo a.C. Uno dei luoghi più visitati di Parigi è il Museo del Louvre. Gli Champs Elysées iniziano a ovest di Place de la Concorde: il viale, lungo 2 km, è stato ideato alla fine del XVII sec. ed è fiancheggiato da negozi di lusso, caffè, cinema e teatri. Attraversandolo si passano il Petit e il Grand Palais, entrambi sede di importanti collezioni d’arte e mostre. Gli Champs Elysées terminano in Place Charles de Gaulle, un tempo chiamata l’Etoile, per la stella disegnata al suo centro da cui si dipartivano dodici boulevard: punto prospettico su tutti i lati è l’Arc de Triomphe. Simbolo riconosciuto della città è la Tour Eiffel, costruita dall’ingegnere francese Gustave Eiffel nel 1889 in occasione della grande esposizione mondiale. In direzione nord si estende il quartiere di Montmartre, un tempo frequentato da bohémien e da famosi artisti parigini e che ancora oggi conserva un’atmosfera tutta particolare. L’edificio che racconta più di ogni altro la storia di Parigi è senza dubbio la Cattedrale di Notre-Dame: iniziata nel 1163 per volere di Luigi VII e terminata 150 anni dopo, la cattedrale è uno dei più grandi capolavori del gotico.
  • Arles è l’antica capitale della Provenza romana, attualmente capoluogo della Camargue. È una città ricca di pregevoli monumenti che custodisce le più antiche tradizioni provenzali come le corride e le corse dei tori. È nota per il suo Festival di musica, danza e teatro. L’anfiteatro romano Les Arènes è uno dei meglio conservati; molto interessanti anche il Teatro Antico, anch’esso di origine romana, risalente ai tempi di Augusto, e le Terme di Costantino, delle quali rimangono l’abside e le piscine.
  • Avignone è una splendida città d’arte, sede papale durante il XIV secolo. Da menzionare Place du Palais, un’ampia piazza sulla quale si affacciano il Palais des Papes, l’Hotel Des Monnaies, la Cattedrale di Notre-Dame-des-Doms e il Petit Palais. È universalmente conosciuto il suo Festival di teatro, danza e musica.
  • Lione è la terza città per grandezza dopo Parigi e Marsiglia; sede universitaria, è il maggior centro dell’industria tessile francese. È formata da tre nuclei: la città vecchia, i quartieri centrali e la città moderna. Molto interessante il quartiere restaurato della città vecchia, pieno di splendidi palazzi rinascimentali riportati a nuova vita. Da visitare anche la futuribile Opera de Lyon, una struttura in acciaio e vetro inserita in una costruzione precedente di stile neoclassico.
  • Marsiglia è la più antica città francese e il primo porto del Paese. Il centro è la caratteristica Canabière, una strada caotica che testimonia il dinamismo di Marsiglia. Al termine della Canabière il boulevard Longchamp porta all’elegante Palais Longchamp. La Canabière sbuca sul vecchio porto, dove sono venute alla luce le tracce murarie dell’abitato ellenico e del porto romano. Sulle passeggiate che lo contornano si affacciano case settecentesche e l’Hotel de Ville. Salendo le pittoresche scalinate del quartiere marinaio del Panier si arriva alla Vieille Charité, un antico ospizio che costituisce il più pregevole edificio barocco di Marsiglia.
  • Nizza è capoluogo della Costa Azzurra, località balneare e di soggiorno invernale tra le più prestigiose del Paese, centro turistico e mondano. La Promenades des Anglais è la passeggiata del lungomare, dove si affacciano importanti alberghi. La vecchia Nizza è un reticolo di stradine, scalinate e piazzette animate su cui si affacciano palazzi antichi. Nella parte moderna della città ricordiamo Place Massena con la sua Fontana du Soleil e il Mamac (Musée d’Art Moderne et Contemporain). Assai significativo anche il Museo Marc Chagall, la più grande collezione esistente dell’artista.
  • La Bretagna è una delle regioni più visitate della Francia occidentale. La capitale amministrativa e culturale è Rennes, anche se molti considerano Nantes (che appartiene a un’altra regione) la capitale storica. La costa frastagliata della Bretagna ospita numerosi paesini, porti di pescatori e famose località balneari. Le zone turistiche per eccellenza sono la Costa Smeralda, la Costa di Giada e la foce della Loira.
  • La Corsica è la terza isola del Mediterraneo dopo la Sicilia e la Sardegna. La sua attrattiva principale è il paesaggio selvaggio, ricco di montagne, boschi e interminabili spiagge sabbiose. I Greci chiamavano quest’isola kalliste, (la più bella), per la varietà della sua vegetazione: palme tropicali, macchia mediterranea profumata di mirto, vigneti, uliveti, aranceti, boschi di pini e castagni. Bonifacio, uno dei più noti centri della Corsica, è una città unica, quasi un’isola nell’isola. Due i quartieri da visitare: la marina e la città alta, tipicamente medievale

FORMALITA' D'INGRESSO
Al cittadino italiano per visitare la Francia è sufficiente la carta d’identità valida per l'espatrio. Per le formalità riguardanti bambini e cittadini non italiani consultare il sito http://www.poliziadistato.it/pds/cittadino/passaporto/passapor.htm

VIAGGIATORI DISABILI
Paese particolarmente attento a queste problematiche; numerose associazioni pubblicano informazioni sulle  agevolazioni disponibili, dai veicoli attrezzati per il trasporto di disabili alle strutture con facilitazioni.

SALUTE
Non è richiesta nessuna vaccinazione. Come in ogni viaggio è consigliabile essere in regola con la vaccinazione antitetanica per eventuali ferite e prendere le normali precauzioni.
               
IN VALIGIA
Adatto un abbigliamento comodo e informale. Un vestito da sera per una serata particolare non è mai di troppo.

CUCINA
La cucina è da sempre uno dei vanti della Francia che annovera due tipi di cucina nazionale: la haute cuisine, caratterizzata da un totale rispetto per la tradizione, e la nouvelle cuisine, che invece presta particolare attenzione alla qualità delle materie prime che mescola per ottenere abbinamenti inediti. Esistono poi diverse cucine e piatti tipici regionali. Piatti e ingredienti tipici e diffusi su tutto il territorio sono il fois-gras di fegato d’oca, i formaggi, le erbe aromatiche, i marrons-glacés, le crêpes suzettes, frittatine accompagnate da salse dolci o salate, da formaggi o salumi e dal sidro.
In Francia si è diffusa con successo in tutto il mondo la cultura del vino. I più noti sono senz’altro quelli della regione della Champagne, ma grande fama hanno anche i rossi di Bordeaux e della Borgogna.

SHOPPING
La Francia presenta una tradizione di artigianato millenaria: sono rinomate le ceramiche di Sèvres e Limoges, i profumi della Provenza, tra cui spicca la lavanda; Solingen è conosciuta per posate, coltelleria e forbici di ottima qualità. Probabilmente però, la vera rosa all’occhiello francese è la gastronomia: indimenticabili il foie gras dell’Aquitania o i tartufi del Perigord; il Munster dell’Alsazia, soprannominato il re dei formaggi, la senape di Digione o il Camembert della Normandia.

I commenti sono chiusi