It’s Indiatime

It's Indiatime: film, libri, moda ma anche politica, ecologia, economia. Contrasti, sviluppo e profondi legami con le tradizioni. Specchio dei nostri tempi, il turismo sta riscoprendo questo grande Paese, non solo con l'approccio spirituale ed etnico, culturale ed artistico ma con la consapevolezza di essere di fronte ad un Paese protagonista del nostro tempo e termometro di una società in profonda evoluzione. In India si sperimenta il futuro con un mix di aplomb inglese e calore mediterraneo, con la consapevolezza di poterlo rendere migliore. Il viaggiatore è affascinato dall'India enigmatica che solo a poco a poco rivela la propria esuberanza ed eccellenza. I piccoli villaggi sono microcosmi etnici e tradizionali. Le grandi città sono i "muscoli" della nazione: produttive, competitive ed in espansione. A soli 60 anni dalla sua indipendenza, sta diventando una superpotenza, suscitando grande curiosità e molte domande. Scrittori e giornalisti indiani stanno cercando di rispondere e raccontare "dall'interno" grandezze, miserie, ideali, abitudini, difetti e virtù. Tra questi Shobhaa Dè, laureata in psicologia, colta, famosa, con un passato da modella, è una icona culturale dell'India contemporanea. Il suo libro "India Superstar" è un viaggio senza tabù ed autoironico tra i suoi connazionali. È una destinazione dove si torna volentieri e non solo perchè i cambiamenti sono strabilianti anno dopo anno ma soprattutto per la vastità dell'offerta aggiungendo via via un altro piccolo pezzettino del puzzle: il Ranthambore National Park offre il contatto con la natura con un safari fotografico, le etnie dell'Orissa, il sud dove l'India rurale resiste alla modernità, la fiera di Puskhar evento dell'anno. Il Paese è in rapida mutazione, chi ritorna lo troverà diverso ma la sua bellezza è immutatata: nei paesaggi, negli uomini. Fatevi sedurre... L'opportunità c'è, anzi, ci sono...

I commenti sono chiusi