Il senso del viaggio

Il viaggio sta riconquistando il suo significato: i viaggiatori e gli operatori stanno rivalutando le motivazioni che spingono a questa esperienza.
La ricerca del riposo e dell'evasione dalla vita frenetica e quotidiana non deve prescinde dall'arricchimento culturale. In questo modo il turista ritorna viaggiatore perché attore protagonista anche dell'esito della sua vacanza. L'approccio al viaggio muta a seconda della nostra prospettiva e della nostra personale attitudine influenzandolo decisivamente. E' più facile così capire come lo stesso viaggio abbia caratteri fortemente diversi a seconda del viaggiatore. L' obiettivo è quello di rivalutare la figura del turista, disinteressato e disattento all’ambiente che visita, in quella di viaggiatore che interagisce e conosce la meta; si propone un ritorno all’antico senso del viaggio abbandonando quasi il senso “industriale” che ha raggiunto nel corso degli anni. Sperimentiamo, quindi, una diversa comprensione dell’“altro” nel tentativo di contribuire alla crescita intellettuale di noi stessi, come uomini e come viaggiatori, fondamentale per scavalcare tabù e pregiudizi che diminuiscono la nostra capacità di ricezione e la nostra elasticità mentale.
Al fine di raggiungere questo obiettivo le informazioni sono imprescindibili e il nostro impegno è quello di essere il più possibili esplicativi e veritieri perché il viaggio sia intrapreso con la giusta ottica, da un viaggiatore consapevole.

I commenti sono chiusi