Il paese del sorriso

Un viaggio in Thailandia è un'immersione in una cultura completamente diversa dalla nostra, in un'umanità dignitosa, discreta, pacifica, sempre pronta al sorriso e al saluto a mani giunte. E' un paese di grandi contraddizioni, profumi e fetori, hotel di lusso e stamberghe, religione e credenze, libertà e tabù. Ma il puzzle si compone pian piano ed ogni tessera trova la sua collocazione, creando suggestioni ed emozioni indimenticabili.
Quello della capitale è uno spettacolo comune a molte città orientali: milioni di abitanti che affluiscono nelle strade; automobili, motorini e tuk tuk che sfrecciano in tutte le direzioni, rendendo la città sempre più caotica e inquinata. Lasciandosi Bangkok alle spalle e dirigendosi verso il nord, si assiste a un progressivo cambio di visuale. Posti come Ayutthaya, l’antica ex-capitale del regno, con le sue rovine riconosciute Patrimonio dell’Umanità dell’UNESCO, o come Lopburi, a 150km da Bangkok, chiamata anche “città della scimmia” per la presenza di centinaia di macachi che condividono spazi e vita con la popolazione locale, costituiscono finalmente uno scenario "diverso" per noi occidentali. I grattacieli all'occidentale della città lasciano spazio a panorami cangianti: ampie coltivazioni di risaie, rovine di antichi templi buddisti e variopinti mercati di frutta e artigianato locali.
Nella Thailandia del Nord si assiste a un’ulteriore cambio di paesaggio: campi e risaie lasciano il posto a monti e foreste. Qui, dove il turismo di massa è ancora lontano e il clima è più fresco e salutare, si può godere di una certa pace e tranquillità. Se si ha la fortuna di potersi addentrare tra le strade polverose di un tipico villaggio, si avrà l’impressione che il tempo si sia fermato secoli fa. Ma a colpire il viaggiatore, oltre alla bellezza dei luoghi, sono le persone. Venendo dalla vita caotica e frettolosa dell'occidente, si rimane affascinati dalla serenità e dalla pace interiore che traspare da questo popolo. Una pace ispirata forse anche dalla fede buddhista, che regala ai thailandesi la capacità di accogliere chiunque con un sorriso.
Prendetevi il tempo che serve, durante il vostro viaggio in Thailandia. Prendetevi il tempo che questa terra merita. Accelerare non giova: vi perdereste il meglio. Lasciatevi trasportare dalle sensazioni: godetevi il silenzio e il frastuono, i tramonti e le mille luci, i sorrisi dei bambini e i salti delle scimmie. Rimanete aperti e godetevi tutto: la Thailandia non vi deluderà.

I commenti sono chiusi