Crociere, nuove tendenze

Una crociera sul Nilo è una esperienza da fare almeno una volta nella vita. Oggi, le possibilità offerte sono senz'altro molteplici sia in fatto di gusti che di spesa. La più recente imbarcazione a solcare il Nilo è la Dahabeya, in arabo “barca solare”, 2 alberi a vela triangolare, utilizzata già dai faraoni che la dipingevano in oro; consuetudine dalla quale origina probabilmente il nome. La barca solare di Cheope è stata senz'altro la prima forma di “dahabeya” conosciuta. L'attuale forma risale all'epoca di Strabone, geografo greco antico, che nel resoconto del suo viaggio in Egitto parla del “thalamegos” dal greco “contenente un appartamento”. I “thalamegoi” erano veicoli ideali prima per le campagne di conquista dei romani, poi lo furono per i bizantini ed infine gli amministratori arabi ne fecero il loro quartier generale. Questo è stato un comodo e prezioso mezzo per navigare il Nilo prima dell'avvento delle barche a vapore. Prediletto dai sultani nel XVIII e XIV secolo, insostituibile per gli scienziati della spedizione di Napoleone e sistemazione lussuosa per i primi “grandi” viaggiatori dell'Ottocento come Champollion, Flaubert etc... Nell'ultimo secolo le dahabeya sono state appannaggio esclusivo del turismo d'élite; solo ultimamente, adeguate nel comfort e nel prezzo, si propongono al viaggiatore che apprezza lo “slow travel”, l'approfondimento e il contatto personale con l'ambiente. Combinano il comfort elegante con l'atmosfera raffinata e un impeccabile servizio. La dahabeya attracca appartata dai moli affollati delle grandi barche a motore ed il lento ritmo della crociera permette di vivere suggestioni d'altri tempi quando i ricchi e nobili viaggiatori scoprivano la terra dei faraoni. Non dimenticate che qualsiasi sistemazione scegliate, ne beneficerete al meglio se sarete pronti ad accoglierla come una ricchezza.

I commenti sono chiusi