Aprile: la Pasqua, i ponti, le vacanze…

Ci attendono tre lunghi week end festivi e come ogni anno gli istituti di ricerca fotografano le tendenze degli italiani. Secondo un'analisi di Coldiretti, 8 italiani su 10 rimarranno a casa quest'anno. La crisi continua a farsi sentire, e impone risparmio, oculatezza e riflessione. Le città comunque si svuoteranno per affollare centri cittadini, argini di fiumi, sponde di laghi e litorali. Uscire dalla routine migliora l'umore e solleva lo spirito, interrompe la monotonia e ci prepara ad affrontare i mesi che ci separano dalle agognate vacanze estive. Qualche tempo fa si diceva che questi giorni fossero prove generali del grande esodo estivo; oggi invece saranno dedicati alla ricerca della serenità, a qualche piacevole pranzo in famiglia o con gli amici, e alla raccolta di idee e progetti per le prossime vacanze. Il viaggio infatti non è più considerato un bene superfluo ma un bisogno fondamentale di conoscenza, di cambiamento; un'esperienza completa di benessere e arricchimento, sia spirituale che culturale. Le statistiche su una cosa non sbagliano mai: ci muoviamo all'unisono, condividiamo l'atmosfera, fluttuiamo in branco, senza una precisa volontà o determinazione, con poche eccezioni che, come si dice, confermano la regola generale. Dalla transumanza ai pellegrinaggi, dall'esplorazione alla migrazione, continueremo a viaggiare, sognare e immaginare. Facciamolo con intelligenza e responsabilità… pensandoci per tempo! Un augurio a tutti.

I commenti sono chiusi