Medio Oriente: buone maniere in valigia

Discrezione, sobrietà, rispetto: tre semplici regole dettate dalla comune buona educazione vi permetteranno di godervi la vostra vacanza con la consapevolezza di essere ospiti graditi. Non saranno meno femminili le signore che eviteranno abiti attillati, pantaloni o gonne corte, ampie scollature; faciliterà invece l'immersione nella cultura dei luoghi.
E' bene ricordarsi di avere un foulard da indossare al momento della visita alla moschea; un leggero cardigan o maglioncino sarà utilissimo per affrontare l'aria condizionata nei locali pubblici e nelle aree comuni degli alberghi, croce e delizia per chi mal sopporta l'artificioso refrigerio. Sandali o comunque scarpe che si possano facilmente sfilare vi eviteranno di perdere pazienza e minuti preziosi all'entrata e all'uscita dalle moschee. Gli abiti in fibra naturale aiutano a sopportare meglio il caldo, mentre chi ha in programma di pernottare nel deserto non deve scordarsi abiti pesanti per proteggersi dall’escursione termica notturna, copricapo, occhiali per ripararsi dal vento e dalla sabbia e scarpe adatte a terreni accidentati e tutto contenuto in una sacca morbida.

I commenti sono chiusi